Beautiful Music

Danny non ha i vestiti giusti, non è sportivo, non è abbastanza figo. Per le ragazze è trasparente, per i bulli del liceo un bersaglio mobile. Suo padre gli ha insegnato a non scappare, a guardare negli occhi l’avversario. Lui ha un’arma che lo rende invulnerabile: il rock fantastico delle radio indipendenti, dei dischi comprati con i suoi risparmi; la musica che lo accompagna sempre nella testa, che gli dà la carica a ogni passo. Danny è sempre triste quando la musica finisce, perché altre cose brutali lo assordano. La televisione sempre accesa, il frigorifero vuoto, il perenne mal di testa di sua madre. Ma la professoressa Floyd è così bella che sembra una santa. Gli offre l’occasione che sta aspettando: lavorare alla radio della scuola.

Autore

Michael Zadoorian è un autore statunitense. Dopo aver letto e amato Carver, Toole e Brautigan, ha lavorato su The Leisure Seeker (In viaggio contromano), la storia di due ottantenni che si tuffano sulle strade d’America a caccia di un finale non scontato per la propria vita. Marcos y Marcos ha pubblicato Second Hand, Il mondo delle cose, In viaggio contromano e Beautiful music.
Rating: 4

28 pensieri su “Beautiful Music

  1. Avatar
    Fiammetta Flores dice:

    Per tutti i ragazzi che leggeranno questo libro: le persone e le loro storie non sono come sembrano al primo sguardo ! 

    Il racconto di Danny non è una storia qualsiasi, non è tratto da una storia vera e non è nemmeno un qualcosa di superficiale. Leggendolo vi renderete conto passo passo delle scelte che il protagonista fa. La storia di questo ragazzo è molto complicata, il rapporto che ha con i genitori è molto strano e quasi non sembrano una famiglia. A mio parere è come se tre persone si trovino a vivere nella stessa casa ma con vite diverse. Spesso il ragazzo racconta di come i suoi genitori a volte sentano il bisogno di stare lontano l'uno dall'altra, Danny lo capirà solo alla fine. Per il resto la sua storia da adolescente ci accomuna un po' tutti: la scuola nuova ma soprattutto il bisogno di emergere e di farsi nuovi amici; la via di sfogo per lui è la MUSICA. Solo leggendo questo libro è possibile capire quanto la musica sia importante per lui: non ho mai incontrato nessun personaggio di un libro che tenga accesa la radio 24h su 24!! La musica per Danny è  qualcosa di indescrivibile e soprattutto impossibile da capire se almeno una volta nella vita.. "non si è stati salvati dalla musica..". 

    Fiammetta Flores

    Rating: 4
  2. Avatar
    Linda Bruno dice:

    Danny è il classico ragazzino facile vittima dei bulli, a scuola e nell'ambiente di lavoro con cui è contretto a confrontarsi dopo l'improvvisa morte del padre per un infarto, l'unica persona con cui aveva davvero un buon rapporto. Allora Danny cerca di sopravvivere nella Detroit degli anni Settanta, facendo della sua dettagliata conoscenza della musica del periodo, il proprio punto di forza. La madre è depressa e alcoolizzata, e Danny per certi aspetti diventa in fretta adulto e comunque viene attratto da comportamenti irresponsabili che non aveva mai avuto, prova droghe, trascura la scuola… ma sempre con consapevolezza e un velo di tristezza per il padre che non c'è più (al solo pensiero piange), e la madre su cui non può contare. Nell'epilogo, che è una lettera che Danny scrive rivolta al padre, si vedrà che in qualche modo il ragazzo riesce a riscattarsi, con il lavoro alla radio della scuola, con una dignità acquisita.

    Un libro in cui il ritmo degli eventi è dato a suon di canzoni, i cui titoli sono spesso quelli dei capitoli del libro. Il gusto musicale di Danny evolve, si apre pian piano a nuove melodie. La musica è molto legata alla radio e al possesso dei dischi, ma molto diffusa ugualmente.

    Rating: 3
  3. Avatar
    Elena Tuveri dice:

    "La musica ha potere, scaccia i brutti sogni. La musica è vibrazione e benessere. Il suo contrario è la paura, il vuoto, il silenzio. La musica è l'ultima cosa che riesce a far smettere di pensare, che calma dentro, che fa stare meglio. È la mia lingua, con la quale soffoco la rabbia, le spinte e gli insulti." Per Danny, il protagonista, la musica è questo e altro, una compagna fedele che non lo abbandona mai, e la sua interruzione lo manda in confusione. "La musica è un punto di forza, di grinta. La musica è un'esplosione di intense parole, melodie ed emozioni. La musica è una risata spensierata quando sei felice ed è un enorme pianto quando sei triste o ti guardi indietro e vedi soltanto spiacevoli ricordi. La musica è uno sfogo personale." Per me, Elena, la musica è questo e altro, una carica emotiva pazzesca e il ritratto di me stessa.

    "Ginnastica o nuoto o morte. Quando si tratta di nuotare, tendo ad andare a fondo. Parecchio. Il motivo è facile, perché è innaturale. Non credo proprio che gli esseri umani siano fatti per nuotare. Se lo fossimo, ci avrebbero dotato di branchie anziché di polmoni." Per Danny lo sport in generale e soprattutto il nuoto sono un peso insopportabile che riesce ad affrontare soltanto con la musica. "Il nuoto è liberazione, un paradiso complesso per pochi. Il nuoto è divertimento." Per me, lo sport è questo, lo svago principale, ma visto che il mio è nuoto sincronizzato, nuotare per lunghe distanze non mi dà la stessa soddisfazione di un "boost" ben riuscito dopo tanta fatica. È per tale motivo che, bracciata dopo bracciata per tenermi occupata, ripeto una materia sulla quale il giorno seguente sarò interrogata o più spesso mi aggrappo alla musica che mi fa scivolare via veloce.

    Danny è purtroppo anche vittima di bullismo, ma non si ripiega su stesso, e ad aiutarlo c'è sempre la musica. Su questo argomento non posso fare un paragone con la mia esperienza ma riesco a comprendere la vastità del problema.

    Ho amato questo libro, un libro che, sfiorando tematiche difficili come quella del bullismo e avendo come protagonista “morale” la musica, mostra la forza e la determinazione di un ragazzo adolescente, che, malgrado il bullismo nei suoi confronti, la morte del padre e l'alcolismo della madre, raggiunge la consapevolezza di essere l'adulto responsabile di casa. È un libro che fa riflettere, che dimostra che ognuno ha un proprio punto di forza, sul quale concentrarsi per superare ogni ostacolo, e verte sull'imperativo di tenere sempre alta la testa, nonostante tutto e tutti.

  4. Avatar
    Leonardo CIABATTI dice:

    Il libro è carino perché parla di un ragazzo di nome Danny che è un ragazzo non notato dalle ragazze , ma viene bullizzato a scuola , ma lui si per risolvere i suoi problemi ascolta musica principalmente rock e ha a me piace molto questa cosa

    Rating: 3
  5. Avatar
    Giulia Pugliese dice:

    Beautiful Music è un romanzo scritto da Micheal Zadoorian pubblicato a maggio 2018.

    Parla di Danny,un ragazzo che ama stare nel proprio mondo sempre con lo stereo acceso.

    "forse perchè la musica mi fa sempre stare meglio.Quindi una radio che non trasmette più niente,il fruscio,il silenzio,sono il contrario di suoni,una vibrazione e benessere.è paura e vuoto"

    Adora costruire modellini di automobili nella carbonaia mentre il padre lavora canticchiando note a tempo

    "cosa ti piace della musica papà?"

    "beh,non saprei esattamente,Daniel.Non ci ho mai pensato molto."

    Danny inizia la scuola,deve iniziare a fare nuoto,controvoglia,ma si accontenta.

    Un giorno mentre nuota,l'istruttore di nuoto,il signor Tillman,lo richiama nel suo ufficio e gli comunica una notizia.

    Questa notizia sconvolge la vita di Danny.

    La stravolge del tutto,quindi decide di trovarsi un lavoro per distrarsi.

    A lavoro ascolta musica mai sentita prima.

    Da quel giorno cambiò tutto…

    Rating: 4
  6. Avatar
    Alessandro Baraccani dice:

    Libro molto interessante nonostante non mi abbia coinvolto particolarmente. Il libro è perfetto per un pubblico adolescenziale poiché per via della natura molto giovanile della trama intriga il lettore.

    Rating: 3
  7. Avatar
    beatricegigli1@gmail.com dice:

    Beautiful music

    Se è vero che un libro non si sceglie dalla copertina, non è vero per questo libro. L'aspetto Vintage conferito dall'immagine del disco di vinile, mi ha incuriosito a prima vista.

    E' la storia di un ragazzo degli anni 60 a cavallo con gli anni 70, ragazzo "comune" con genitori presenti, ma presi dai loro problemi personali.

    Ancora una volta i sogni di un ragazzo devono fare i conti con la realtà amara della vita.

    L'amore per la musica rock diventa per il protagonista un aiuto per traghettare l'adolescenza verso il tempo della maturità.

    Ne consiglio la lettura a persone di tutte le età.

     

  8. Avatar
    Matteo Fornaini dice:

    Che ottimista, mio padre. Ragazze. Amici. Appuntameti. Guidare. Dio buono.

    Questa frase sintetizza la prima parte del libro: Daniel sta per andare alle scuole superiori ma dall'esperienza delle medie sa già che invece verrà ignorato dai più e preso di mira dagli altri. Suo padre tenta comunque di guidarlo e di dargli dei consigli che in seguito si rieleranno davvero utili.
    In quella Detroit degli anni '70 il clima non è ideale e la morte improvvisa del padre sarà un duro colpo per il ragazzo. Scopre però la musica rock che gli procurerà un amico e uno scopo (diventare uno speaker radiofonico) e lo aiuterà ad uscire gradualmente, sia pur con numerose ricadute dalla solitudine e dalla disperazione.

    Il romanzo tocca varie tematiche di interesse sociale, talvolta anche in modo brutale: la droga, l'alcolismo, il razzismo, l'adolescenza, il bullismo, il rapporto fra figli e genitori e l'amicizia. Daniel le attraversa tutte in modo più o meno diretto, ma da ogni esperienza reisce a ricavare un insegnamento.

    Il linguaggio del libro è semplice, l'andamento scorrevole e i capitoli sono molto brevi con titoli simpatici che spesso fanno riferimento a brani musicali.
    Definirei questo libro un romanzo di formazione e ciò è reso ancora più esplicito dalle varie lettere, scritte da Daniel al padre defunto, che ricostruiscono la crescita del protagonista. Ed è proprio la lettera che chuide il libro che tira le somme di questo percorso e che apre una prospettiva di speranza per la vita di Danny e di sua madre.

    Rating: 3
  9. Avatar
    Samuele Bartalesi dice:

    Che dire…. semplicemente fantastico! Beautiful music di Michael Zadoorian racconta una storia ambientata negli anni '80, quella di Danny, un ragazzo in piena adolescenza che vive a Detroit. Specialmente i ragazzi in questo racconto si sentono in qualche modo tirati in causa poichè esso raffigura più o meno la vita giovane. Divertente, certo, ma anche serio, drammatico e che fa riflettere ;storia molto scorrevole, non tanto lunga, piacevole da leggere e  semplice. Ho apprezzato tanto questo e l' ho letto con molto piacere. Lo consiglio a tutti, davvero, non ve ne pentirete…

    Rating: 5
  10. Avatar
    Giulia Dominici dice:

    BEAUTIFUL MUSIC

    Questo libro ho deciso di leggerlo non perche' il titolo mi ha catturato, ne perche la post fazione mi ha attratto, semplicemente perche' una vostra collega del Libernauta, quando e' venuta a spiegarlo in classe, ci ha letto un piccolo capitolo tratto dal libro, dove la madre del protagonista per costruire uno studio al posto della cucina distrugge casa con la macchina.

    Quell'episodio in un primo momento mi ha fatto ridere, poi pero' mi sono sentita in colpa perche' se fossi stata il figlio che assisteva alla scena sicuramente non avrei voluto sentir ridere nessuno.

    Gia' dal titolo si capisce che tratta di musica, infatti leggendolo non ho trovato neanche una pagina dove non si senta parlare di canzoni o cantanti o generi.

    La musica e' la cosa piu' vicina alla realizzazione di un sogno, quando la ascoltiamo e' come se il mondo intorno saprisse e sembra di rimanere soli con le proprie emozioni.

    Le canzoni sono ricordi.

    Ce ne sono alcune che non puoi piu' ascoltare perche' magari il testo descrive un episodio della tua vita che cercavi di dimenticare, oppure ti ritorna in mente la persona con cui l'hai ascoltata e che ora magari non e' piu' con te (ad esempio per me e' "One more light – Linkin Park").

    Mentre altre che appena partono non smetti di sorridere e ti danno la carica per saltare sul letto come una pazza (per me "Any way you want it – Journey").

    Credo che la musica abbia salvato Danny, il protagonista, come ha salvato molti altri, non solo sedicenni, parlo anche di adulti anziani e bambini.

    Perche' la musica non ha eta' esattamente come le emozioni che suscita.

    Questo libro e' la canzone della vita di Danny, quindi e' MUSICA.  

  11. Avatar
    federico masi dice:

    Il libro mi è piaciuto molto sopratutto la parte dove racconta il bellissimo rapporto con il padre.

    Mi è sembrato forse troppo triste  ľ ultima parte del racconto da quando muore il padre, comunque tutto sommato la storia è bella e scritta  bene 

    Rating: 3
  12. Avatar
    Alessandro Di Natale dice:

    L'adolescenza raccontata sulle note della musica, in un sound di alti e bassi come i momenti della vita del protagonista.

    Danny si lasci traspotare dagli eventi della vita senza reagire: il bullismo,le difficolta familiari e la morte del padre che lo portera ad una grande solitudine interiore e quando crede che tutto sia perduto arriva a salvarlo la musica rock.

    Un viaggio nella musica di altri tempi che non è per tutti.

    Rating: 4
  13. Avatar
    Christian Manco dice:

    Il libro che ho letto, intitolato “Beautiful music” mi è piaciuto molto. Infatti, durante tutta la durata del racconto, si affrontano temi molto forti come: gli scontri razziali a Detroit, i problemi familiari e il bullismo. Tutti questi argomenti, sono trattati in modo semplice, poichè raccontati da un bambino. Questo libro per me ha  un valore molto importante, poichè mi ha fatto capire che, nonostante gli ostacoli, bisogna sempre andare avanti. Infatti Danny, dopo la morte del padre, decide di non abbattersi. Dopo questo spiacevole evento, è Danny che aiuta sua madre, caduta nell’alcolismo. Leggendo il libro, ho trovato una frase che mi ha colpito molto: ” È tutto diverso, adesso, come ci si poteva aspettare. Scopro che anche dopo che è successa una cosa veramente orribile, succedono altre cose. I tuoi occhi continuano ad aprirsi, le tue orecchie continuano a sentire, i tuoi polmoni continuano a respirare, anche se tu non sai perché e non vorresti”. 
    Un’altra tematica affrontata è il razzismo. Questo argomento è molto importante, poichè riguarda anche noi. Durante la storia, si può leggere di molte famiglie che abbandonano la propria terra a causa dell’arrivo dei “neri”. La stessa situazione, sta accadendo anche oggi in Italia: molte persone a causa dei pregiudizi verso gli altri (immigrati, rom…), abbandonano la loro zona, per trasferirsi altrove. 
    In generale, questo libro mi è piaciuto molto poichè anche a me, in alcune situazioni, la musica riesce a salvarmi. Un altro motivo per il quale questo libro mi è piaciuto è che, nonstante la difficoltà dei temi affrontati, si mantengono sempre toni semplici

  14. Avatar
    Noemi Chelli dice:

    Protagonista di questo libro è Danny,che oltre a vivere la sua vita da adolescente,si trova a confrontarsi con una situazione familiare disastrosa quando improvvisamente diventa '' l'adulto'' di casa,è proprio la musica che lo porta sulla via della maturità. Un libro molto bello,che insegna,che a volte la musica può salvare e un libro da leggere per chi pensa di essere stato salvato dalle strofe di una canzone.

    Rating: 4
  15. Avatar
    Martina Buonagurelli dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto soprattutto per il fatto che la narrazione si basa sul potere della musica e sulla forza delle passioni. Danny è un adolescente un po’ “strambo”, preso di mira dai bulli a scuola e poco considerato dalle ragazze. Ad un certo punto la sua vita cambia a causa di un grave lutto: il padre, la sua “colonna portante”, muore lasciandolo solo con la madre alcolizzatae schizofrenica. Suo padre però gli ha trasmesso una grande passione: la musica. Grazie a questa  Danny riuscirà ad affrontare tutte le sue difficoltà e a diventare un ragazzo maturo. Avere una passione forte, quella che Danny ha per la musica, come ho amch’io per la danza, aiuta ad affrontare sia le piccole difficoltà quotidiane che i passaggi più delicati della vita. Quando sembra che tutto diventi complicato, quando siamo tristi, arrabbiati o delusi dal mondo fuori, rifugiarsi ma anche scaricare tutte queste emozioni negative ascoltando musica, o ballando, ci serve a vedere la situazione da un’altra prospettiva è ci dà la spinta per andare avanti.

  16. Avatar
    Luca Zucchelli dice:

    Adolescienza, a volte una brutta bestia

    Danny sta afforntando una difficile crescita, con una situzione familiare disastrosa dove improvvisamente si trova ad essere lui "l'uomo di casa". A scuola è spesso vittima di bullismo per il suo abbigliamento "sbagliato" o per la sua insicurezza. Trova rifugio solo nella musica tanto che arriva a credere che quest'ultima lo stia guidando nella giusta direzione.Inizialmente è il padre ad indirizzarlo, esclusivamente con i suoi gusti, al mondo della musica. Successivamente riesce ad uscire dal guscio paterno e si apre quindi un nuovo mondo con il rock. Sarà proprio la musica che lo farà riflettere sulla vita e riusirà a farlo maturare.

    Ho trovato molto interessante e profondo questo libro che tratta con molto realismo il mondo adolescenziale.

    Rating: 4
  17. Avatar
    Niccolò Polleschi dice:

    Un libro assolutamente da leggere per chi ama la musica e chi, almeno una volta nella vita specialmente nell'età strana e inquieta che è l'adolescenza, pensa di essere stato salvato dalle strofe di una canzone.

  18. Avatar
    Giulio Rossi dice:

    Beautiful Music è un libro che ha tutte le carte in regola per immetterti in un mondo lontano da noi, ma anche molto simile al nostro. Riesce a raffigurare davanti al lettore una chiara immagine delle bassezze del mondo, soprattutto quello dei giovani, ma anche la forza dei singoli individui che affrontano innumerevoli ostacoli e vanno avanti, spinti da un obiettivo, un qualcosa più grande di loro. Assolutamente consigliato. 

    Rating: 4
  19. Avatar
    Alice Giacinti dice:

    Beautiful Music è un libro adatto a me, litigi con i genitori, la musica ed il primo passo nella realtà (le superiori). Danny è un ragazzo un po’ più sfortunato degli altri perché diventa improvvisamente l’unico uomo di casa poiché suo padre muore quando ancora lui era piccolo e lui inizialmente non sa come affrontare questa situazione però la musica lo aiuta, come aiuta me in ogni momento, da quando sono più triste a quando sono molto felice, mi aiuta a tirar fuori tutte le emozioni che in quel momento voglio esternare, belle o brutte che siano, ed è proprio così anche per il protagonista del libro.

    Mi rivedo molto in Danny perché anche lui come me affronta una maturazione riguardo ai suoi gusti musicali, inizialmente ama le canzoni radiofoniche poi arriva a comprare i dischi rock per saltare la scuola. E succede questo anche a me, a quest’età un giorno vediamo una cosa in un modo, il giorno seguente cambiamo totalmente idea. Quando parla di Beautiful Music penso proprio che si riferisca a questo, ovvero quanto la musica possa farti vedere le cose da un altro punto di vista ed è questo il bello, la musica può aprirti la mente ma può anche farti sognare.

  20. Avatar
    Gabriele Benvenuti dice:

    Recensione a Cura di Gabriele Benvenuti

                                                                           Le Note Che Toccano il Cuore

     

    Siete mai stati salvati dalla musica? Vi è mai realmente capito che una canzone vi sia stata compagna per un'intera giornata come se fosse una persona tangibile?
    In grado di regalarvi emozioni che nemmeno voi credevate di avere dentro?O ancora meglio quel brivido che sale dalla punta dei piedi fino all'estremità deglle manii?
    Per non parlare della spettacolarità stessa che è in grado di regalarci la musica, con tutti i suoi suoni dissimili tra loro, unendo tali vibrazioni riesce sempre a stupirci, giorno dopo giorno.
    Di musica se ne potrebbe parlare per ore, e ognuno avrebbe sempre da dire qualcosa che toccherebbe il cuore a chi ha il coraggio di aprirsi.
    Danny, protagonista del romanzo Beatiful music (scritto da Michael Zadoorian, scrittore statunitense) l'ha capito bene del potere che deriva dalla musica.
    Sin da bambino si avvicina ai pezzi che trasmettono in radio e insieme al padre condivide questa passione al quale è molto legato.
    Yzemski (questo è il suo nome cognome) ha già in chiaro i suoi gusti musicali: il rock è la sua passione e non lo abbandonerà mai.
    Per tutta la durata del libro, Danny dovrà lottare contro i suoi problemi (derivanti da scontri razziali, bullismo, una madre alcolizzata, problemi economici e tanti altri grattacapi)
    che lo costringeranno a rifugiarsi nel suo mondo, dove si sente cullato e al sicuro, come fosse una madre che alla sola presenza ci dona un senso di benesse e protezione : la musica.
    Questo è quel che ci basta per innamorarci del ragazzino che vive nella Dedroit degli anni 60 e 70.
    Personalmente oltre ad aver apprezzato enormemente le citazioni delle  canzoni cult e non durante la lettura del libro mi è piaciuto particolarmente la caratterizzazione dei personaggi( i loro problemi, la loro psicologia) e i temi trattati: bullismo, inclusione, , razzismo, differenze sociali sono solo un accenno di quel che si puo' trovare all'interno del libro.

    In aggiunta il libro mi ha lasciato con una buona infarinatura generale sul rock anni 60-70 che mi ha portato a scoprirmi appasionato di tale genere, oltre ad un'incredibile storia da raccontare.
    Un libro completo che racconta senza troppe pretese una storia che colpisce il cuore a chi è disposto a cederlo.
    In conclusione lo consiglierei ad ogni buon appassionato di musica che si rispetti sopratutto ad un gruppo prevalentemente giovane.
     

    Rating: 4
  21. Avatar
    Federico Papini dice:

    Libro che mi ha colpito molto, soprattutto per la facilità in cui mi sono immedesimarsi nel protagonista, Beautiful music è un libro che parla di argomenti comuni nei ragazzi di oggi.
    Ognuno di noi come Danny ha un mondo interiore dove tutti i problemi passano in secondo piano, dove ogni pensiero trova realtà e dove qualsiasi sentimento è capace di portare la pioggia o il sole.
    Nel caso di Danny questo mondo è caratterizzato dalla musica e quando gli capita l'opportunitá di gestire la radio della scuola non esita un attimo.
    Dopotutto tutti noi vorremmo che si avverasse un nostro sogno, che riuscisse almeno ad iniziare ad esistere non essere piú astratto.
    Questo libro non  mi è piaciuto molto, nonostante sia molto scorrevole e semplice da leggere, l' ho trovato un po' troppo ripetitivo, soprattutto sulla figura di Danny, infatti chiunque ha sentito parlare  almeno una volta del solito ragazzo escluso e tormentato dai bulli, mi sarei aspettato qualcosa di diverso.

    Rating: 2
  22. Avatar
    matigarf@gmail.com dice:

    Insomma…forse l'unica cosa che mi è piaciuta realmente è stata la copertina…è un libro di un banale che già dopo le prime pagine mi ero annoiata…anche il modo di scrivere era banale, noioso e frenanteee…era impossibile da leggere con un pò di entusiasmo…a metà libro ho iniziato a guardare le ultime pagine per la disperazione…non aggiungo altro…

    Rating: 1
  23. Avatar
    Cosmo Secci dice:

    Danny, ragazzino Con una grande passione per la musica, soprattutto per quella meravigliosa che proprio in quegli anni stava nascendo, cresce nella Detroit degli anni 60 e 70, al tempo fortemente turbata dagli scontri razziali e In un clima di forte tensione sociale; è un ragazzo maturo in gamba e molto cauto quasi saggio, come un anziano (quasi tanto da risultare noioso) la madre, donna dell'umore fortemente altalenante, forse afflitta da bipolarismo, sogna per Danny un futuro da studioso rispettabile più semplice tranquillo possibile; il padre invece spinge il ragazzo molto più a rischiare e mettersi in gioco. Dani è grande amante della musica e passa le giornate in casa ad ascoltare la radio (Anche perché spesso troppo rischioso uscire), la musica, in particolare il rock, lo aiuta a scivolare via e a distaccarsi dal caos che lo circonda (guerriglie per strada, bullismo a scuola) e lo solleva, ma come la radio si spegne egli torna a scontrarsi con la dura realtà attorno a lui.

    Grazie ad un progetto scolastico Dani arriva a una svolta nella sua vita: decide che vuole lavorare alla radio; Infatti viene assunto come direttore della radio della scuola dove per le prime volte fa ascoltare i Led Zeppelin e Jimie Hendrix e altri degli attori della rivoluzione musicale del tempo. Beautiful Music mi ha appassionato, scritto semplicemente e scorrevole riesce; a far entrare il lettore dentro la mente di un adolescente dell'epoca nel bel mezzo di una grande confusione come quella che fu Durante gli scontri razziali di Detroit; inoltre, dopo aver ascoltato le varie canzoni citate nel racconto, posso affermare che la musica che fa da cornice alla storia è davvero meravigliosa ("Beautiful") e che la lettura di questo libro ha sicuramente contribuito a "migliorare" i miei gusti musicali.

    Consiglio sentitamente la lettura a chiunque. 

     

    PRO:

    • Bella storia
    • Scorrevole
    • Bellissima musica

    CONTRO:

    • Scrittura spesso troppo semplice, forse per via della traduzione dall'inglese
    Rating: 4
  24. Avatar
    Maira Danisi dice:

    Mi sono trovata molto coinvolta nella storia di Danny, fino a provare le sue stesse emozioni e comprendere perfettamente i suoi stati d'animo perchè anche io spesso, come penso tutti i ragazzi della mia età, mi sono sentita capita più dalla musica di cantanti mai incontrati che dalle persone che mi circondano ogni giorno. Libro fantastico che mi ha fatto provare emozioni molto forti, quasi quanto il volume di una delle sue canzoni rock preferite.

    Rating: 4
  25. Avatar
    Greta Segeni dice:

    L'inquietudine di percorrere un corridoio dove tutti ti osservano e si preparano ad un agguato contro di te , un' adolescenza vissuta come un purgatorio con la porta diretta all'inferno davanti ai propri occhi, una famiglia ossessionata dalla religione e impegnata a escludere un gruppo di persone giudicate " diverse" solo per il proprio incarnato,una guerra interiore e un oceano di lacrime legate ad una perdita importante,un ' unica salvezza chiamata " ROCK AND ROLL". Un libro che parla di passione e di salvezza di fronte a situazione che siamo costretti a superare ogni giorno e alla ricerca di una via di fuga per rifuagiarsi in un mondo parallelo dove vagare con la mente lasciandosi da parte i problemi che ci affliggono . Un libro che parla di un tunnel di tranquillità e di pace , scavato dalla MUSICA 

    Rating: 5
  26. Avatar
    Martina Nannucci dice:

    Quando qualcuno è solo o giù di corda,che cosa fa?Solitamente ascolta musica.Si,musica che ti dà carica,come il rock! La musica aiuta a cambiare radicalmente lo stato d'animo di una persona…può calmarla quando è arrabbiata o rasserenarla se è triste…è proprio una piacevole magia.Danny, protagonista del racconto,dopo la morte del padre, è costretto a badare con le sue sole forze, alla casa e alla madre depressa;per lui sembra quasi impossibile dimenticare il passato, ma è solo grazie al rock che riuscirà a superare il dolore e a credere in nuovi sogni durante un periodo difficile come l'adolescenza.

  27. Avatar
    Zoe Torricelli dice:

    ho scelto di leggere questo libro perché sono un'appassionata della musica. Mi accompagna ovunque vada. Perciò ero molto curiosa sul leggerlo ma purtroppo sono rimasta delusa. Forse perché essendo una storia raccontata dal punto di vista di un ragazzo non mi ha preso come speravo

    Rating: 2
  28. Avatar
    Marco Bizzarri dice:

    Non appena vidi tra l’elenco dei quindici un libro con dei dischi in vinile sulla copertina e dal titolo Beautiful music non ebbi esitazione e fu la mia prima scelta. Non me ne sono pentito. Il protagonista del libro è Daniel, un adolescente molto particolare, poco alla moda e con difficoltà a farsi degli amici. Ciò all’inizio non gli crea problemi, infatti lui sa stare bene da solo, in particolare ama costruire modellini d’auto e ascoltare la radio con suo padre.

    Sin dal primo capitolo si comprende quanto il protagonista sia follemente innamorato di tutto ciò che riguarda il mondo radiofonico e musicale. Il clima che respirano lui e i suoi famigliari durante le vicende è quello della Detroit degli anni settanta, una città difficile poiché marcata da continui scontri sociali tra afroamericani e bianchi. L’adolescente Daniel è preoccupato dall’anno a venire, nel quale dovrà iniziare il liceo. A tranquillizarlo c’è il padre, un punto di riferimento per Daniel, che con lui ha un rapporto unico. Insieme affrontano i problemi, insieme si divertono, insieme ascoltano musica. È questo meraviglioso rapporto che rende molto difficile, sia per il lettore, sia soprattutto per Daniel, l’affrontare l’improvvisa notizia della morte del padre. La drammaticità del momento è resa in modo unico dall’autore, che è stato in grado di traslare in me le stesse terribili e forti emozioni che il protagonista della storia ha provato quando gli è stata comunicata l’inaspettata notizia. È a questo punto del romanzo che la musica inizia a diventare una salvezza per Daniel, in particolare la musica applicata ad un nuovo genere: il rock.

    Ho trovato il racconto fantastico, per il semplice fatto che capire tutte le sensazioni che Daniel descrive nel momento in cui si mette le cuffie ed ascolta musica a tutto volume per me è estremamente facile. Mi ritrovo immedesimato in Daniel in ogni particolare di quello che lui cerca di far trasudare al lettore con le sue parole, con i suoi pensieri.

    Ho trovato il libro carico di emozioni in ogni sua parte. Ogni capitolo, ogni paragrafo ha qualche nuova sensazione da permeare. Io personalmente nei pensieri di Danel ho colto molta malinconia, in particolar modo nei momenti in cui non si trova ad ascoltare o a parlare di musica. Il protagonista associa questa malinconia alla dissolvenza, un concetto che non avevo mai approfondito prima della lettura di questo libro e che invece mi ha colpito profondamente. Con dissolvenza s’intende quel momento in cui la canzone inizia a finire: il volume si abbassa e piano piano le melodie, le voci, le note degli strumenti e qualsiasi altra cosa che prima risuonava martellante nelle orecchie inizia a cedere il posto al silenzio. Un silenzio micidiale per Daniel. Un silenzio che non può che essere colmato da pensieri negativi, dal dolore, dal ricordo del padre. Il protagonista espande il concetto di dissolvenza a tutti i momenti negativi che ha nella giornata. Ciò costituisce una metafora che ho trovato geniale e affascinante, seppur malinconica. La vita di Daniel va avanti, con ogni giorno nuove difficoltà ma anche nuove soddisfazioni. Emozioni positive e negative si alternano continuamente e la voglia di sapere come continua la storia aumenta pagina per pagina. Il libro si conclude con una commovente lettera scritta al padre. Una lettere che porta con sé speranza e fiducia nel futuro, sia da parte di Daniel, sia da parte del lettore che nel frattempo si è affezionato al protagonista tanto da sperare insieme a lui che tutto si sistemi, che il potere della musica riesca a vincere su tutto.

    Impossibile mi è stato non collegare la storia di Beautiful music a quella di Eminem, rapper ormai acclamato dal mondo che è riuscito, anche lui grazie alla musica, a uscire dalla vita impossibile che conduceva sulla eight mile di Detroit per riuscire a diventare ciò che aveva sempre sognato.

    Consiglio il libro a tutti i miei coetanei. Penso infatti che questo romanzo oltre a intrattenere, sia utile a tutti gli adolescenti che, per l’opportunità dche offre di confrontare la propria realtà con quella di un coetaneo che vive anche lui la magnifica e difficile età adolescenziale.

    Rating: 5

    Rating: 5

    Rating: 5

    Rating: 5

Lascia un commento