Fai un salto

Se hai sedici anni e il tuo mondo cambia più rapidamente di quanto cambi tu, o soccombi o reagisci. Virginia reagisce. Ci prova, almeno. Ha una madre sopra le righe e una sorellina pittrice che disegna in tempo reale tutto ciò che accade. Avrebbe anche un padre, se non se ne fosse andato per la sua strada con il sorriso sulle labbra e il casco da moto in testa. E adesso che sono loro tre e vogliono arrangiarsi da sole, a Virginia tocca gestire una situazione più grande di lei: la ricerca di un nuovo appartamento, la madre che si lancia in una vita inaspettata, le amiche lontane nel loro mondo dorato. Per un’adolescente combattiva come Virginia sarebbe tutto quasi tollerabile, se non si mettessero di mezzo i vicini di casa, Alain e Paolo, diversi che più non si potrebbe, entrambi disposti ad aiutarla, entrambi pronti a metterla in difficoltà.

Autore

Sabina Colloredo è direttrice creativa in alcune tra le più importanti agenzie di pubblicità milanesi. Con la nascita delle figlie inizia a scrivere libri per l’infanzia che pubblica con Edizioni EL, Emme Edizioni e Einaudi Ragazzi. Sono circa un centinaio tra racconti, romanzi storici e mitologici, biografie femminili e poesie. Suoi temi sono i rapporti con gli adulti e con i coetanei, l’innamoramento, la rabbia, le delusioni, le paure, ma soprattutto la forza di guardare oltre, la volontà di vincere gli ostacoli e di affermare la propria individualità. Ogni anno incontra tantissimi ragazzi che hanno letto i suoi libri e con i quali avvia un percorso di educazione alla lettura.

Rating: 4

79 pensieri su “Fai un salto

  1. Avatar
    Linda Bruno dice:

    Rispetto agli altri libri proposti da Libernauta per questa edizione, e che io ho letto, questo mi sembra l'unico effettivamente e specificamente targettizzato per un pubblico adolescente. Si nota, forse un po' troppo, la volontà dell'autrice di spiegare concetti, introdurre riflessioni, suscitare curiosità su detereminate tematiche (femminismo, alcuni pittori, politica…). La storia tuttavia è fluida e coinvolgente, sicuramente è all'insegna delle donne che ne escono molto meglio degli uomini in tutte le situazioni. Virginia, che racconta in prima persona, si trova a dover gestire la separazione dei genitori, il trasloco, la perdita del lavoro della mamma, la depressione di quest'ultima, e la sorella più piccola. Ne risente il rapporto con le amiche più strette che conservava dall'infanzia e anche il lato sentimentale. Si innamora, forse per bisogno di aver un appoggio e per condividere, ma ne rimane delusa… e scopre anche tradimenti da parte di un'amica. Alla fine ritrova da sola le proprie forze per andare avanti, al ritmo de "La bella lavanderina" che dopo un salto è chiamata a farne un altro!

    Rating: 4
  2. Avatar
    Giorgia Campolmi dice:

    “Guerriere della luce in un mondo di tenebre”, così Virginia, la protagonista, definisce lei, sua madre Ada e sua sorella Tea. Loro tre, insieme sono riuscite a superare ostacoli insormontabili: amori infranti, amicizie "false", una situazione economica difficile e un padre che le ha lasciate sole.
    Virginia, con le sue parole, mi ha fatto capire che niente è perduto e che c’è sempre una speranza. La speranza di stravolgere tutto anche nei momenti bui, di dare il tutto e per tutto in ogni situazione. La speranza di chi non si lascia abbattere, di chi vuole lottare.

    Il linguaggio semplice e facilmente comprensibile mi ha consentito di immedesimarmi al meglio nella vicenda, adottando gli occhi e le orecchie della protagonista, nonché voce narrante.

    Ho divorato questo libro in meno di 48 ore, rapita da un susseguirsi di episodi travolgenti e colpi di scena. Una parola, una frase, una pagina, un capitolo, due, tre… non mi fermavo più. Qualunque scusa era diventata buona per reimmergermi  nella determinazione, nella forza di volontà, nel coraggio di Virginia.

    “Fai un salto”, di Sabina Colloredo, un libro di luce e speranza.

    Rating: 5
  3. Avatar
    Elena Mugnaini dice:

    Il libro “Fai un salto” di Sabina Colloredo in generale mi è piaciuto, sia per la storia in sé molto elaborata, sia per i temi trattati come quello della donna, della fiducia verso gli amici e dell’unione della famiglia con la quale si riesce a superare le difficoltà.

    Parla di una realtà tutt’ora possibile, di una famiglia separata  e dell’indipendenza delle figlie, con una madre non sempre presente. Il lettore, per questo, riesce facilmente ad immedesimarsi nella protagonista, una ragazza di sedici anni.

    I ripetuti colpi di scena rendono il libro molto scorrevole e anche veloce da leggere.

    Un particolare che mi ha un po’ deluso è stato la presenza di  poche descrizioni in confronto alla grande quantità di sequenze narrative, fatti che si susseguono l’uno dopo l’altro senza essere riportati nei dettagli, tutto raccontato quindi anche un po’ troppo rapidamente. Inoltre non è uno di quei libri che ti colpisce particolarmente poichè riprende la tipica storia d’amore dei romanzi rosa, senza un qualcosa di speciale che lo contraddistingue.

    “Siamo tre donne in un mondo di uomini. Un mondo di porte che si chiudono, di leggi e comportamenti che non abbiamo stabilito noi. Ma non siamo sole. Fino a che saremo unite, saremo una forza imbattibile. E’ la nostra resistenza. Certo, non quella che ha fatto vostro nonno, ma la nostra piccola, quotidiana resistenza.”

    Ho voluto citare questa parte del testo perché mi ha particolarmente colpito. La madre dà un insegnamento importante alle figlie, che consiste nel restare insieme, poiché l’unione fa la forza, anche quando tutto sarà contro di loro. 

    Rating: 4
  4. Avatar
    Nadia Aprigliano dice:

    Ho trovato questo libro molto interessante per il fatto che affronta molte tematiche, quali la depressione, la dipendenza dall'alcol, il tradimento, l'amicizia, l'amore, la crescita, le difficoltà economiche e della vita e il perdono anche se, a volte, in modo troppo veloce e leggero . L'autrice avrebbe potuto soffermarsi più a lungo su alcuni temi inserendo più riflessioni dei personaggi e dando così tempo al lettore di riflettere su ciò che accade nelle pagine che sta leggendo. Si può notare fin dalle prime righe un particolare stile dell'autrice, a volte piacevole mentre altre volte troppo duro e freddo per un libro così pieno di temi importanti. I personaggi sono molto numerosi, molto ben descritti e pieni di emozioni, ma talvolta solo accennate. La protagonista, Virginia, si trova a dover affrontare situazioni molto complicate per una ragazza di sedici anni, sia per causa sua ma anche a causa degli amici, del fidanzato, del padre e della madre che attraversa un periodo molto difficile della sua vita a causa di delusioni d'amore e delusioni in ambito lavorativo. La sua piccola sorellina, Tea, tramite l' arte del disegno riesce a immortalare tutto ciò che succede intorno a lei. Ho letto questo romanzo molto, forse troppo, velocemente, non solo per il fatto che il libro è molto breve, ma anche perché ero molto curiosa di vedere cosa sarebbe accaduto alla fine. Credo che questo sia un romanzo insolito, differente da tutti gli altri libri che hanno come protagonisti degli adolescenti e penso che la lettura di questo romanzo sia adatta a tutti coloro che hanno voglia di leggere qualcosa di stimolante e diverso dal solito.

    Rating: 5
  5. Avatar
    matilde cipriani dice:

    Questo libro mi è piaciuto davvero tanto perché parla di una ragazza della mia età che sta passando un momento difficile. Grazie all’eta della ragazza e alla semplicità con cui l’autrice ha scritto il libro sono riuscita ad immedesimarmi nel romanzo  

  6. Avatar
    Leontina Hajrulahi dice:

    È molto probabile che questo romanzo catturerá la curiosità di molti lettori .Questa famiglia riuscirà a trovare serenità? Riuscirà a superare i problemi che non le danno pace  ?Domande a cui non è il caso di rispondere .Ma di sicuro possiamo dire che la sua famiglia non attraversa un bel periodo , la madre ha problemi lavorativi e familiari ,un adolescente diffidente messa a dura prova e una bambina che attraverso l'arte fugge dalla realtà. Questo romanzo ci insegna che la vita non è sempre tutto rosa e fiori .Se volete staccare la spina e scoprire dei tanti volti della vita ,questo libro fa per voi.

  7. Avatar
    Aurora Cavallin dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perché tratta alcuni temi che mi affascinano: l'amicizia, l'amore e l'idea di non arrendersi di fronte ai problemi della vita. La protagonista, Virginia, è una ragazza molto coraggiosa, che reagisce di fronte a una madre senza lavoro e a una sorellina a cui badare; lei va avanti nonostante tutti i problemi a cui deve tenere testa, e non si arrende neanche quando perde la speranza. Non vuole darla vinta ai problemi che la affliggono e in più vuole dimostrare agli altri che ce la può fare da sola, anche con una madre assente e un padre che se ne è andato. Un po' mi rivedo in lei, perché anch'io cerco sempre di dimostrare agli altri che posso cavarmela da sola, e che non ho bisogno dell'aiuto di nessuno. Entrambe siamo testarde e cerchiamo di dare il meglio di noi stesse per non far soffrire le persone che ci circondano anche se non sempre ci riusciamo; a volte siamo persino costrette a mentire alle persone che amiamo per non farle stare male, anche se poi ne paghiamo le conseguenze. Non ci piace essere prese in giro, anzi, se scopriamo che lo hanno fatto diventiamo rigide e non ce lo scordiamo; dobbiamo essere sicure delle persone che frequentiamo per fidarci di loro, perché la nostra fiducia va guadagnata “con il sudore”. Virginia non ha mollato, e penso che nessuno debba farlo; se ci arrendessimo, daremmo una soddisfazione troppo grande a chi vuole vederci fallire, e noi non dobbiamo dargliela questa soddisfazione, costi quel che costi. Penso che i problemi facciano parte della vita e della formazione di ognuno di noi, e ogni singola persona deve affrontarli a testa alta, senza perdersi d'animo, perché a tutto c'è una soluzione, anche alle difficoltà che sembrano insormontabili. Questo libro mi è entrato dentro, e mentre sfogliavo le pagine riuscivo a immaginarmi la situazione di Virginia, cercando di pensare a come avrei agito per superare le difficoltà che mi si presentavano davanti. Consiglio di leggere questo libro a tutti gli adolescenti, anche se secondo me le ragazze possono capire meglio la situazione della protagonista, dato che affrontano quotidianamente problematiche simili a quelle di Virginia, come la scelta tra due ragazzi, entrambi importanti per lei.

  8. Avatar
    Clarissa Radegondi dice:

    FAI UN SALTO, dell’autrice Sabina Colloredo è un libro che tratta delle difficoltà che ogni ragazzo ritrova nel periodo adolescenziale, quando la voglia di crescere è tanta e affrontare i piccoli problemi che si presentano ogni giorno sembra un’impresa impossibile. Questa storia tratta di tutto ciò, ed a peggiorare la situazione della protagonista subentrano tanti cambiamenti che la sua famiglia sta affrontando. Il lettore immergendosi nella storia riesce ad entrarci dentro, essendo un romanzo particolare che va apprezzato proprio per questo. In conclusione questo libro lo consiglio a molti, e le emozioni, nel mentre si legge, non vengono a mancare.

    Rating: 5
  9. Avatar
    Martina Buonagurelli dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perché affronta il tema del cambiamento da tre diversi punti di vista: la mamma, la figlia adolescente, Virginia, e l’altra figlia più piccola, Tea, una bambina allegra con la passione per il disegno. Tutto comincia con un “semplice” trasloco. Le tre “donne” decidono di cambiare quartiere dopo che il padre le lascia e scappa via. Nel frattempo la madre perde il lavoro, Virginia è lontana dalle sue amiche, che a poco a poco cominciano a escluderla del gruppo, e poi c’è Tea che è l’unico membro della famiglia che viva la situazione con tranquillità, forse perché è piccola e a quell’etá si fa amicizia facilmente. Un giorno Virginia incontra due ragazzi, Alain e Paolo, che nel giro di poco tempo riescono sia ad aiutarla a superare le sue difficoltà, sia a metterla in situazioni complicate. Ma tutte le situazioni difficili prima o poi trovano una soluzione: la madre ritrova un lavoro in libreria, dove incontra un uomo di cui si innamora ed è ricambiata, Tea trova l’amica del cuore, Rosa, con la quale passa intere giornate, e Virginia si innamora son Alain. Secondo me questo è un libro positivo perché ci fa capire che anche le cose negative portano dei cambiamenti che possono rivelarsi positivi.

  10. Avatar
    Noemi Chelli dice:

    Il libro racconta della vita di questa ragazza,di sedici anni,Virginia,che si trova a dover affrontare una situazione familiare difficile,coi genitori separati,una nuova casa,vari problemi e litigi. Ho trovato il libro molto interessante,e,secondo me,insegna a non arrendersi mai,come Virginia,che lotta ogni giorno per futuro migliore per la sua famiglia indipendentemente dai diversi ostacoli che la vita le mette di fronte.

    Rating: 5
  11. Avatar
    Valeria Rosca dice:

    Questo libro è stato interessantissimo e molto coinvolgente  fatto da capitoli non tanto lunghi e molto facile da leggere. A me è piaciuto perché mi ritrovavo a volte nelle situazioni di Virginia, dell'amore ,della solitudine ,dell'amicizia che a volte può essere falsa. Lo consiglio a tutti perché è una storia bellissima e molto attuale. 

  12. Avatar
    Sofia De Mattia dice:

    Con questo libro si entra perfettamente nel mondo di molti teenager, dove la trama apparentemente semplice, tratta anche di argomenti importanti come avvenimenti che  molti si ritrovano ad affrontare nella vita reale, separazioni, trasclochi, tradimenti, difficoltà economiche e molti altri, sono tutti racchiusi in un’unica storia nelle loro varie sfaccettature. Questo libro ha un discorso ampio e ben strutturato, su tutto ciò che al giorno d'oggi può rientrare nell'interesse di adolescenti  e non, e per questo l’ho trovato molto coinvolgente.

    A mio parerebbe l’unico accenno negativo sono i continui tira e molla e intrecci troppo ingarbugliati riguardanti le relazioni di Virginia con Paolo e Alain, è tutto troppo incasinato e non si giunge mai a delle vere e proprie conclusioni, è sempre un lasciarsi e ritrovarsi, litigare poi rivedersi per poi odiarsi di nuovo e poi chiedere scusa, cosa che mi ha dato un po’ fastidio visto che appunto si rimane sempre di fatto al solito punto.

    Rating: 4
  13. Avatar
    Erika Maniscalchi dice:

    In questo romanzo si vede tre diversi tipi di generazioni femminili,tutte queste problematiche e complicate.La protagonista riesce a non mollare mai anche se si trova in numerevoli difficoltà,questo infatti è il messaggio fondamentale che trasmette in tutte le pagine e capitoli.La lettura è fluida,scorre e senza rendersene conto ci troviamo con una voglia di andare sempre più in fondo al romanzo e scoprire quale sarà la nuova difficoltà da affrontare. 

     

     

  14. Avatar
    Ilaria Muca dice:

    Virginia,una ragazza insolita, troppo presa dalla propria vita famigliare per dedicarsi troppo alla scuola e ai compagni. Una storia semplice ma  travolgente; i pensieri e i sentimenti della protagonista mutano continuamente il che vivacizza il racconto rendendolo intrigante. al contrario dei classici finali strappalacrime e monotoni, questo trasmette un senso di libertà e voglia di scoprire se stessi ogni giorno, aspettandosi sempre nuovi avvenimenti inaspettati,belli o brutti che siano, ma che contribuiranno alla crescita interiore.

    Rating: 4
  15. Avatar
    Susanna Panunzio dice:

    L’idea di cambiare casa può essere spaventosa, terrificante, la sensazione di perdere tutti gli affetti ed ogni ricordo. Ma inaspettatamente si trasforma in un felice ed inaspettato nuovo inizio, che sarà in grado di farti battere il cuore più che mai. Mi è piaciuta molto questa parte del racconto. Questo nuovo inizio di Virginia mi ha molto coinvolta. Mi ha fatto riflettere sul fatto che anche quando ci sembra tutto diverso ed inaccettabile, se provi a reagire, incontrerai nuove e bellissime opportunità.

  16. Avatar
    Denise Cavicchioli dice:

    Il libro mi è piaciuto molto perché il linguaggio è più scorrevole rispetto a "L'alba sarà grandiosa" , la trama mi ha preso molto per via della protagonista e di ciò che le accade, essendo argomenti tipici dell'adolescenza e alla fine del libro non poteva non mancare la suspence. Devo dire che anche il finale è stato abbastanza piacevole, se non fosse che mi ha lasciata con varie domande.

    Rating: 5
  17. Avatar
    Asia Moscadelli dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perché è molto attuale è interessante, si legge facilmente ed è molto scorrevole.

    Mi ha molto interessato la storia di Virginia perché è una storia attuale in cui mi ci rivedo abbastanza.

  18. Avatar
    Mylena Vieira dice:

    Questo libro non mi ha colpito particolarmente, è carino, scorrevole ma non rispecchia il genere letterario che mi piace. 

    Non mi ha colpito non solo per il fatto che non è il genere letterario che leggo di solito, ma per la storia in se, l’ho trovata particolarmente strana. Questa idea di raccontare alla figlia dopo tanti anni una verità così importante il giorno del concerto di fine scuola non mi fa impazzire. 

    Inoltre il finale non me lo aspettavo, perché il tanto atteso incontro non avviene e questo non me lo aspettavo visto che la trama si basava su questo.

  19. Avatar
    Giulia Nuti dice:

    Fai Un Salto è un libro che mi ha trasmesso un messaggio importante, in quanto Virginia sia una giovane ragazza che fin da quando era piccola, non ha mai smesso di credere alle cose a cui teneva.
    Una parte di me si è rivista in lei, nella forza che ci mette ogni giorno, nell'affrontare il divorzio dei genitori, che ha comportato l'allontanamento del padre. Inoltre si ritrova a "crescere" la sorellina Tea… per questo ho trovato in lei un bel modo di affrontare le situazioni e superare gli ostacoli della vita. 

    Rating: 4
  20. Avatar
    Sara Giannini dice:

    Un libro incisivo, la voce narrante è di una persona che ci assomiglia, e ci fa sentire il nostro quotidiano nelle sue difficoltà. Non mi ha stregato, ma non è male: una storia del superare gli ostacoli nella vita di tutti giorni, di certezze che crollano, di ferite che si aprono, e la coscienza che col tempo le ferite si rimargineranno e le certezze torneranno, ma arriveranno altri ostacoli e altre difficoltà. Una storia non vera ma vera, su come si affronta la vita. Parte migliore secondo me: la voce narrante.

    Rating: 2
  21. Avatar
    Melissa Likaxhiu dice:

    Questo libro mi ha preso molto perché parla dell'adolescienza cioè nel periodo un cui mi trovo. È stato molto intenso il fatto che il padre, insieme alla sua nuova moglie, nonostante sia divorziato dalla madre di Tea e Virginia, abbia riallacciato il rapporto con loro ciò che alcuni non avrebbero fatto. Mi è piaciuto anche il carattere di Alain alla fine perché si è dimostrato se stesso e non ha fatto il duro come si notava all'inizio.

  22. Avatar
    Nayomi Thakshila Liyanage Fernando dice:

    Il romanzo non prevede una fase di lettura per un lettore che si immerge nella storia, ma ci si ritrova dentro senza poter battere ciglio.  Protagonista è una famiglia che sta subendo cambiamenti su cambiamenti.  Una madre che ha subito e continua un delusioni sia sul piano che lavorativo che emozionale e familiare.Questo romanzo è di sicuro un romanzo particolare, una lettura insolita che va apprezzata proprio per questa sua particolarità.

    Rating: 4
  23. Avatar
    Sanie Hoxha dice:

    Questo è un classico libro per adolescenti che racconta i vari problemi e le preoccupazioni che si hanno a quell’età. La protagonista è una sedicenne che è dovuta crescere prima del solito occupandosi di sua sorella e di sua madre. Il racconto all’inizio è monotono e molto prevedibile perché risulta un po’ banale, però alla fine c’è un colpo di scena che ribalta la situazione e rende la narrazione più vivace. Il libro è molto corto e veloce da finire perché non è troppo impegnativo. Onestamente non lo trovo un libro che faccia riflettere o che abbia un messaggio da dare.

    Rating: 2
  24. Avatar
    martina scampati dice:

    Fai un salto è un libro che mi ha suscitato molto interesse, senza dubbi rispetta la fascia dell'età media di giovani come me, e penso proprio per questo che sia entusiasmante e piacevole leggerlo, sia in compagnia che in una lettura solitaria. La storia che racconta è la classica situazione della ragazza indecisa e confusa sul ragazzo che realmente le piace, ma arricchita grazie a dettagli e personaggi che all'interno del racconto ti coinvolgono. Oltre alla storia d'amore, Virginia è la protagonista di un turbolento cambiamento nella sua vita, il fatto di non avere un padre che l'aiuti sia fisicamente che moralmente è già un privilegio in meno, ma a questo contribuisce negativamente la madre, senza lavoro, la scuola, il cambiamento di casa, e la sorella minore, con la sua curiosità e la voglia di entrare in un mondo ancora troppo grande per la sua tenera età. Nonostante le difficoltà Virginia non si è mai arresa ed io nel suo carattere forte e deciso mi ci sono rivista molto, anche se ad oggi non ho affrontato le sue stesse prove. La sua capacità di oltrepassare gli ostacoli e non abbattersi difronte a niente, le fa onore. Fai un salto dunque è un libro pieno di argomenti importanti e di un certo valore ma trattati in maniera semplice e accuratra in modo da farli apprezzare anche a ragazzi giovani.

    Rating: 4
  25. Avatar
    Emanuela Parascandolo dice:

    Sin dall’inizio ho notato lo stile particolare dell’autrice, quasi giornalistico. Il romanzo non prevede una fase di comprensione per un lettore che si immerge nella storia, ma ci si ritrova dentro subito. La protagonista è una famiglia che sta subendo cambiamenti su cambiamenti. Una madre che ha subito e continua a subire delusioni sia sul piano lavorativo che emozionale e familiare. Un’adolescente costretta a vedere sin da subito il mondo con gli occhi freddi di chi ha già capito che la vita fa dei brutti scherzi e che anche i legami che sembrano indistruttibili sono messi alla prova; e poi c’è una bambina che si esprime attraverso l’arte del disegno, che funziona da sfogo necessario e spesso da consolazione. Tutti questi elementi su carta sembrano essere vincenti, ma nella lettura di questo romanzo non ho avuto tempo di godere di tutte queste sfaccettature. La sensazione è quella di essere su un treno che non si ferma alle stazioni designate ma prosegue senza sosta. Il lettore, in questo caso io, ha bisogno di scendere, sgranchirmi le gambe e prendere una boccata d’aria ma non mi è permesso. L’autrice tocca in maniera troppo veloce per avvertire davvero la profondità di essi diversi temi quali la depressione, l’alcolismo, il tradimento, la crescita, le difficoltà economiche, l’amicizia, l’amore, ma anche la potenza del perdono e della seconda occasione. Fai un salto è ricco di temi e di riflessioni accennate, che proprio come suggerisce il titolo, permette di fare un salto sempre in avanti senza fine. Si perché una vera e propria fine non c’è, si aggiunge la comprensione e la conoscenza. Questo romanzo è di sicuro un romanzo particolare, una lettura insolita che va apprezzata proprio per questa sua particolarità. I personaggi sono ben delineati ed anche piuttosto numerosi e le emozioni non mancano. Più che i paesaggi esterni, si predilige il paesaggio interno, quello della casa, della famiglia e della mente. 

    Rating: 5
  26. Avatar
    elisa tribotti dice:

    Questo libro "fai un salto" è la dimostrazione di come l'amore può far superare tutte le cose, anche la più brutta.

    La protagonista, Virginia di sedici anni, riesce a tenere unita la sua famiglia composta solo dalla sorellina Tea di otto anni e dalla madre.

    Le tre donne sono state abbandonate dal padre, il quale è andato con una donna più anziana  però ricca.

    All'inizio è Virginia la mamma di casa, accudisce sua sorella e la madre che ogni sera torna stanca e ubriaca; poi le cose cambiano quando la madre trova un nuovo lavoro e un nuovo compagno Marco il quale è un poliziotto.

    Anche se Virginia ha amiche con cui esce, crescendo si accorge che anche loro hanno dei difetti e dei pregi, non sono dell'eroine.

    Si innamora di Paolo e poi di Alain, due ragazzi conosciuiti nel parco sotto i loro appartamenti; grazie all'avventure con loro lei riesce a crescere.

    Sono tutti personaggi di una stessa giostra ma il pernio centrale sono le tre donne che insieme sono una forza, pronte ad affrontare tutto per difendersi le une con le altre.

    Un amore vero che solo una mamma e le proprie figlie possono avere. 

  27. Avatar
    Noemi Ferraro dice:

    Fai un salto, titolo più azzeccato per questo libro non c’è. È come fare un salto dentro un tornado di emozioni. Mi ha colpito particolarmente, forse perché è una storia tutta al femminile e quindi vicina a me. Una situazione familiare complicata che insegna tanto, 3 generazioni di donne e di future donne che devono affrontare un mondo apparentemente contro di loro. La visione del mondo da 3 diversi punti di vista che danno una completezza alla storia pazzesca,mi hanno fatto finire il libro in un soffio. Lo consiglio vivamente soprattutto alle donne in generale, perché aiuta a comprenderci meglio.

    Rating: 5
  28. Avatar
    Aurora Diana dice:

    Il romanzo prevede che il lettore si ritrovi nella storia indipendentemente da tutto e da tutti. 
    Protagonista è una famiglia che si ritrovano ad essere soltanto in tre senza una figura paterna. Una madre che non riesce a trovare la felicità ma soltanto delusioni. Un’adolescente che deve crescere in fretta e capire il mondo reale. Infine una bambina che attraverso il disegno esprime le sue emozioni.
    Tutti questi elementi su carta sembrano essere vincenti, ma nella lettura di questo romanzo non ho avuto tempo di godere di tutte queste sfaccettature. É una lettura che non ti farà leggere di sicuro gioie ma si sofferma su vari temi: la depressione, l’alcolismo, il tradimento, l’ambiguità, la crescita, le difficoltà economiche, l’amicizia e l’amore. 
    Non é presente una vera e propria fine, questo romanzo è di sicuro un romanzo particolare dove le emozioni non mancano.
    In conclusione, é un romanzo per chi vuole staccare un po’ dalla propria vita e vivere questa del romanzo.

    Rating: 3
  29. Avatar
    Margherita dice:

    Fai un salto è un romanzo che vede come protagonista Virginia, una ragazza alle prese con una famiglia un po’ complicata, il padre ha lasciato le tre donne della famiglia (Virginia, la mamma e la sorellina Tea) in balia di loro stesse. Tre femmine problematiche di tutte le età, ma pur sempre una famiglia. Ciò che mi è piaciuto di più in questo romanzo (decisamente rivolto ad un pubblico femminile), è che nonostante le innumerevoli difficoltà che Virginia deve affrontare: la separazione dei suoi genitori, la perdita della casa, la disoccupazione della madre ed infine il tradimento del suo ragazzo e di una sua amica; lei non molla mai. L’importante quindi, è che le donne (come Virginia), possano combattere la loro personale lotta quotidiana, e continuare sempre a sperare in un futuro migliore; indipendentemente dai diversi ostacoli, che la vita ci mette di fronte, mi è piaciuto molto il tema del “girl power” all’interno del libro anche se l’autrice parla in maniera troppo frettolosa di altri temi come: la depressione, l’alcolismo, il tradimento,la crescita, le difficoltà economiche,l’amore. Inoltre non c’è una vera e propria fine, per questo, spero che l’autrice faccia un sequel dove racconti se Virginia è andata in America oppure no, se ha parlato con Alain ecc. Detto questo ho letto questo libro in poco tempo e con piacere, mi è piaciuto il triangolo amoroso e spero, appunto, in un sequel.

  30. Avatar
    Erik TURINI dice:

    FAI UN SALTO

    questo racconto è uno di quei classici racconti che ti fanno immergere in delle vite difficili ma talvolta tanto vicine a quella che è la nostra realtà. Questa storia è ambientata in una periferia di milano e la protagonista è un'adolescente, quindi molto vicina alla fascia d'età che ha intrapreso questo percorso dell'ibernauta e gioca molto su questo, sulla vicinanza dei modi di dire,fare e della classica mini crisi adolescenziale.Il libro trattato ci insegna che anche dalle difficoltà e soprattutto da quelle riusciamo a crescere e diventare forti, ci insegna che basta stringere i denti per poi riuscire a vedere le cose prima brutte sotto un'altro punto di vista e ci insegna a reagire a fare '' un salto'' come dice il libro verso la soluzione del problema e non sempre più affondo verso il baratro.Ci insegna anche di non fidarsi ciecamente degli amici perchè possono farti del male e a riconoscere quelli veri da quelli finti che non scappano davanti alle tue difficoltà e non ti abbandonano perchè sei distante.Ci insegna che avvolte l'amore è la cosa più bella del mondo ma che se non è corrisposto oppure è falso brucia come una ferita che non si rimarginerà mai causando qualche trauma e diffidenza verso il prossimo.La storia di questo libro mi ha colpito in maniera positiva e consiglio agli adolescenti come me di leggerlo perchè nessuno è mai da solo o  al limite è solo la loro testa a farglielo pensare perchè ha paura di '' fare un salto'' verso un futuro migliore e si accontentano di quello che hanno senza migliorare, ma facendo in questo modo si tolgono il piacere di vivere e lasciare il loro involucro a una vita monotona basata solo sulla sopravivenza invece che sulla felicità e il benessere.

     

  31. Avatar
    Emma Lepri dice:

    Questo libro mi ha fatta immergere particolarmente nella storia perché è alla portata di noi ragazzi. Il linguaggio non è troppo difficile e quindi facilmente comprensibile. La storia racconta di una famiglia nel pieno di molti cambiamenti e di una madre che continua a ricevere molte delusioni. Per questo la primogenita è costretta a crescere più in fretta del dovuto, rendendosi conto che la vita è difficile. Questo romanzo ha la capacità di coinvolgerti tramite molto personaggi ma ben delineati è un vortice di emozioni… Tutto questo rende la lettura piacevole e molto ben scorrevole. Quindi consiglio questo libro proprio a chi ha voglia di farsi travolgere da mille emozioni.

    Rating: 4
  32. Avatar
    Chiara Pelacchi dice:

    Questo libro non mi è piaciuto quasi per niente e di solito io ADORO questo genere.

    Sono rimasta veramente delusa perché il tutto succede troppo velocemente poiché la storia è troppo corta: vengono raccontati moltissimi fatti in pochissime pagine e praticamente non ci sono descrizioni che, di solito, rallentano un po’ il ritmo, ma sono comunque essenziali per farsi un’idea dei personaggi e dei luoghi.

    I dialoghi sono troppo corti e in una pagina (con le parole scritte grandi e le righe molto staccate) si descrive un pomeriggio intero. Inoltre manca di originalità perché i temi affrontati sono quelli tipici di questo genere, ovvero il trasferimento in una nuova città di una ragazza che si ritrova costretta ad iniziare una nuova vita e si innamora di un ragazzo il quale poi la fa star male. Niente di particolarmente diverso dal solito o che non si sia mai sentito.

    In conclusione penso che questa storia sia veramente troppo cliché e non consiglio per niente di leggerla per i motivi sopra elencati e perché non fa provare nessuna emozione, oltre al fatto che non è per niente coinvolgente e la si legge in un pomeriggio e forse anche meno.

    Rating: 2
  33. Avatar
    Luca Facchini dice:

    Ho trovato questo libro davvero emozionante, coinvolgente e soprattutto molto realistico. La storia si muove attorno al protagonista con facilità e leggerezza e non mancano i colpi di scena! Le descrizioni sono così reali che  sembra di trovarsi negli ambienti del libro e di vivere insieme al protagonista…qualcosa di fantastico.

    Appunto, non ci si fa nessun problema a vedere il racconto come una storia vera perché anche se in dei punti diventa più triste e malinconica rappresenta alla perfezione come la vita si muove e come a volte è piena di ostacoli. 

    Un accezione negativa la considero al riguardo di alcuni aspetti che sono un po' ripetitivi. 

    Comunque un bellissimo libro che si legge con facilità. 👌👍

    Rating: 4
  34. Avatar
    Sara Borghi dice:

    Questo romanzo racconta dell'incontro tra tre generazioni femminili che dialogano tra loro, tra mille complicazioni e riflessioni. La protagonista, Virginia, si ritrova ad affrontare situazioni difficili : la separazione dei genitori, il cambio della casa, la perdita del lavoro della madre. L'autrice riflette su molti temi, senza mai approfondirli, nonostante la loro reale importanza. L'alcolismo, il tradimento, la crescita, l'amicizia, l'amore. Il lettore viene sbalzato in una realtà in cui non c'è mai un momento di calma e comprensione, è tutto un salto in avanti senza fine. Soltanto la forza e l'immaginazione dell'età di Virginia, in cui tutto è possibile e risolvibile, gli permette di non arrendersi. Si parla di un esistenza reale, con problematiche concrete. Le tre donne non si arrendono mai, unendosi e sopportandosi a vicenda, in una continua crescita.

    Rating: 3
  35. Avatar
    Irene Bagni dice:

    Il romanzo ha per protagonista una famiglia composta da tre diverse generazioni di femmine: una madre che continua ad avere delusioni sia in ambito lavorativo che sentimentale, un'adolescente, Virginia, che deve affrontare piccoli e grandi problemi soprattutto con le amiche e anche con i suoi nuovi vicini Paolo e Alain e infine una bambina con la passione per l'arte. Insieme devono superare tante complicazioni senza mollare mai nonostante le difficoltà.

  36. Avatar
    Denise Cavicchioli dice:

    Il libro mi è piaciuto molto perché il linguaggio è più scorrevole rispetto a "L'alba sarà grandiosa", la trama mi ha preso molto per via della protagonista e di ciò che le accade,essendo argomenti tipici dell'adolescenza e alla fine del libro non poteva non mancare la suspance. Devo dire che anche il finale è stato abbastanza piacevole, se non fosse che mi ha lasciata con varie domande. 

    Rating: 4
  37. Avatar
    Elisa Bartoloni dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perchè la protagonista Virginia deve affrontare mille ostacoli complicati.                                                                                                                                      Questi problemi sono nati quando il padre ha lasciato da soli lei, sua mamma e la sorella minore.                                                                                                                                       Nonostante le innumerevoli difficoltà di cui la protaonista deve far fronte: la separazione dei suoi genitori, la pertdita della casa, la disoccupazione della madre ed infine il tradimento del suo ragazzo; lei non ha mollato mai.                                                                                                                                                                                                                                             Questo è un mesaggi che ci fa riflettere perchè davanti a delle difficoltà molto grandi non ha mai mollato. 

  38. Avatar
    Angela Ibraliu dice:

    Questo libro ha come protagoniste tre donne problematiche e sole  che devono far fronte ad ogni cosa. Virginia, oltre a rappresentare lo stato d’animo della maggior parte degli adolescenti, nonostante le innumerevoli difficoltà si è rialzata e ha continuato con la sua vita senza farsi abbattere. Un forte messaggio alla base di tutto ciò, il cui dice di non mollare mai nonostante le continue pugnalate.

  39. Avatar
    Lizmely Gutierrez dice:

    Questo libro è stato molto bello, ed è un libro per gli adolescenti que che passano per situazioni dei quel genere, dal padre que gli abandonada, e queste tre donne devono affrontare la vita senza nessuno che si prenda cura di loro… perché poi ci fa capire in questo libro che le tre donne possono superare ogni stacolo.

  40. Avatar
    Caterina Urzi dice:

    .Ciò che mi è piaciuto di più in questo libro, è che nonostante le tante difficoltà che la protagonista si trova ad affrontare come la separazione dei suoi genitori, la perdita della casa, la disoccupazione della madre e il tradimento del suo ragazzo,lei riesce a combattere sempre continuando a sperare in un futuro migliore,indipendentemente dai diversi ostacoli, che la vita le mette di fronte.

  41. Avatar
    Alessia Lo bianco dice:

    Fai un salto è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, l’autrice non entrando particolarmente nel dettaglio aiuta il lettore a comprendere il testo molto velocemente senza eventualmente rileggere e secondo me è ciò che lo caratterizza.

    Si tratta di  una situazione familiare poco stabile sia economicamente che da un punto di vista della famiglia.

    Virginia, la protagonista, è una teenager che si ritrova a non abbatteresti dalle circostanze che la opprimono, un padre assente e nuovi amici non proprio fedeli  e rispettosi all’inizio della storia.

    È una lettura non troppo impegnativa e allo stesso tempo coinvolgente dove l’autore non si sofferma troppo sulle vicende.

  42. Avatar
    lorebr0205@gmail.com dice:

    – Fai un salto.                                            Sabina Colloredo

    La frase che esprime completamente e a 360 gradi il libro è quella che si trova sul retro del libro “tre donne / tre generazioni / sole contro il mondo”. Tema e racconto del romanzo, spunto di riflessione e sguardo su tre generazioni e su come affrontano le stesse situazioni; madre e figlie a confronto, tutte donne “contro” il mondo, la vita, le amicizie, gli imprevisti e il dolore.

    Il titolo “Fai un salto” fa capire che ciò che succede e può succedere è il risultato di un “salto”, di un cambiamento, necessario anche se fatto verso il nuovo e l’ignoto.

  43. Avatar
    Mylena Vieira dice:

    Il libro “fai un salto” mi è piaciuto molto sia per la storia sia per la scorrevolezza con cui si legge.

    La storia è molto coinvolgente ma anche sorprendente perché non è quella classica in cui accadono sempre le stesse cose e sono quindi prevedibili. 

    I temi trattati dall’autrice (anche se non in maniera approfondita), ovvero l’amicizia, l’alcolismo, le difficoltà economiche il tradimento e il perdono, favoriscono questo libro perché sono temi “normali” che fanno parte della vita. 

    Un’altra cosa che mi è piaciuta molto sono i personaggi e in particolare la sorellina, perché disegna tutto ciò che accade.

    Rating: 5
  44. Avatar
    francesca dice:

    Un romanzo che vede come protagonista Virginia, una ragazza alle prese con una famiglia ancora in definizione. Mille complicazioni da affrontare tutte al femminile, considerato che il padre ha lasciato le tre donne della famiglia in balia di loro stesse. Tre femmine problematiche di tutte le età, alla deriva, ma pur sempre una famiglia. Ciò che mi è piaciuto di più in questo romanzo, è che nonostante le innumerevoli difficoltà cui la protagonista deve far fronte: la separazione dei suoi genitori, la perdita della casa, la disoccupazione della madre ed infine il tradimento del suo ragazzo non ha mai mollato. Il Messaggio che vuole farci è quello di continuare a combattere sempre. L’importante dunque, è che le donne, possano combattere la loro personale lotta quotidiana, e continuare sempre a sperare in un futuro migliore; indipendentemente dai diversi ostacoli, che la vita ci mette di fronte.

  45. Avatar
    Alice Russo dice:

    “Fai un salto” è il romanzo di Sabina Colloredo che racconta della quotidianità di tre donne, tre generazioni messe a confronto: Virginia, sedicenne in piena fase adolescenziale, Tea, una dolce bambina ingenua che vede il mondo da una prospettiva fiabesca e la mamma, con tutte le convinzioni e responsabilità di un’adulta lasciata però a gestire la famiglia da sola. Il padre infatti ha abbandonato la casa e le figlie dopo un brutto litigio e da quel momento la sua presenza si fa sempre più assente. È anche questo l’episodio che ha sconvolto la vita alla mamma, portandola ad affrontare un trasloco, un licenziamento e altre orribili situazioni da sola. Tutto questo ovviamente ricade su Virginia che si ritrova a dover gestire la sorellina, la scuola, i due affascinanti ragazzi della porta accanto e delle amiche che non colgono la sua richiesta di aiuto. Durante tutto il racconto è forte il concetto di battaglia, quella che loro tre combattono nel periodo più brutto della loro vita contando solo sulla forza e sulla determinazione. Sempre loro contro tutto e tutti. E secondo me è un tema davvero bello perché spinge chi è in difficoltà a rialzarsi e riprendere in mano la propria vita per poter così dire “Ce l’ho fatta, adesso finalmente sto bene”. È un messaggio molto stimolante anche perché ci sono tanti ragazzi costretti a subire situazioni spiacevoli in famiglia e che spesso non hanno il carattere giusto per migliorarle. Questo è esattamente il libro adatto a queste persone e non solo, perché ricordate che Virginia ha sedici anni e di sicuro non le mancano problemi amorosi, segreti e sbagli che tutti noi ragazzi ci concediamo.

    Rating: 4
  46. Avatar
    viola mita dice:

    La famiglia, la vita di ognuno di noi è focalizzata su di essa, sui nostri beni personali, sulle cose a noi care, ma cosa succede se al posto della felicità si antepone una forte amarezza?

    La separazione di due genitori porta una rottura della quotidianità, cosa che Virginia ha provato sulla propria pelle e che ha dovuto subire fino a quando la madre non si è ripresa da una fase di apatia.

    Il dolore provocato dalla mancanza di qualcuno, da un affronto subito e da un tradimento può provocare un crollo anche in donne molto forti e farle sentire impotenti e succubi di un atteggiamento mai meritato.

    “Tre donne, tre generazioni, sole contro il mondo”.

    Ognuno di noi ha dei punti di riferimento, come la famiglia, le amiche o un fidanzato.

    Purtroppo nella vita non tutto è così semplice, niente ci viene regalato e dobbiamo stare attente alle persone che ci circondano perché non è detto che rimarranno con noi per sempre.

    Le amiche possono aiutare molto se, però, comprendono la gravità della situazione, quando invece danno tutto per scontato e ritengono che ciò che sta accadendo sia poco importante, destabilizzano ulteriormente una situazione già di per sé difficile.

    La medesima cosa vale per i fidanzati, perché se il partner anziché aiutare mente, tradisce, o assume dei comportamenti sbagliati, può causare ulteriori danni.

    Ecco perché la famiglia è così importante, siamo cresciuti con essa, e sappiamo che i nostri genitori ci saranno sempre per noi, anche quando divorziano, perché la scissione è tra i due adulti e non tra un adulto e il proprio figlio, questo legame, è invece, indistruttibile.

    Rating: 4
  47. Avatar
    Irene Serio dice:

    Questo libro mi ha colpita particolarmente perché parla di una ragazza che dimostra di essere in grado di prendere la situazione sotto controllo nonostante la sua età.

    Il messaggio che mi è arrivato è continuare a combattere sempre. L’importante dunque, è che le donne (come Virginia), possano combattere la loro personale lotta quotidiana, e continuare sempre a sperare in un futuro migliore; indipendentemente dai diversi ostacoli, che la vita ci mette di fronte

  48. Avatar
    Chiara Papini dice:

    Adolescenza. Questa è la parola chiave del libro "Fai un salto". Una chiave che può aprire tante porte differenti a seconda di chi la possiede. È difficile riassumere questo periodo della vita essendoci immersa completamente. Non riesco a dare una definizione oggettiva. Io percepisco tutte le sensazioni possibili nell'universo. È come un'esplosione di emozioni, di novità, è una primavera improvvisa, è una sorpresa inaspettata ma d'altra parte è anche normalità, quotidianeità, vita di un normale ragazzo/a. Solo se ci fermiamo a pensare, come sto facendo adesso io, ci rendiamo conto di quanto sia enigmatico questo periodo della vita, pieno di preoccupazioni, delusioni, standard da rispettare, cambiamenti drastici nella nostra persona, ma anche sensazioni sorprendenti, amore che ti fa provare i brividi, divertimento, libertà, giovinezza. È principalmente la libertà quella che cerchiamo di ottenere, come Virginia, durante il periodo adolescenziale. Abbiamo bisogno di staccarci da quelle radici che ci hanno tenuti legati all'infanzia, abbiamo bisogno dei nostri spazi e dei nostri momenti di solitudine, ma anche delle prime avventure, delle prime bugie ai genitori (i nostri peggiori antagonisti), delle nuove esperienze. L'adolescenza è probabilmente il periodo in cui ci sentiamo più vivi in tutta la nostra vita, perchè il fascino della novità e l'ebbrezza di buttarsi in nuove circostanze è insostituibile. Questo libro trasmette tutte queste cose, le descrive e te le fa arrivare dritte al cuore, facendoti sentire parte di qualcosa, di un periodo che accomuna tutti, anche (e soprattutto) nei momenti peggiori. L'adolescenza c'è per tutti; forse ogni tanto ce lo scordiamo, anche a causa della superficialità che regna attraverso i social e ci fa sentire gli unici incompresi tra tutti i nostri coetanei. Siamo tutti uguali ma diversi, l'adolescenza ci modella e ci cambia ma allo stesso tempo ci accomuna e ci unisce. Forse è vero che questo è il periodo più bello della nostra vita anche se, essendoci dentro, non riesco proprio ad ammetterlo. Credo soprattutto che questo titolo rispecchi pienamente i concetti del libro, in primis per il fatto che l'adolescenza sia realmente "un salto" enorme e stravolgente, ma anche perchè le sensazioni che trasmettono queste pagine arrivano in modo diretto a noi, proprio come se facessero "un salto" nella nostra realtà.

  49. Avatar
    Irma Mejric dice:

    Virginia ha sempre una vita così perfetta, fino al giorno in cui padre lascia lei, la madre la sorella in molteplici difficoltà, prima tra tutte quella economica. Virginia si trova faccia a faccia con la realtà prima di qualunque altro adolescente e ben presto capisce cosa significa davvero avere dei problemi, tra cui anche quelli adolescenziali, che le si presentano attraverso due giovani ragazzi che conosce appena volta pagina insieme alla madre, costantemente sull’orlo di un crollo psicologico, e alla sorella, che non ha alcun riferimento. Andare avanti infatti è più difficile del previsto, e Virginia si trova in un vortice mentre cerca di tenere insieme la propria famiglia, ma anche il proprio cuore.

    Rating: 4
  50. Avatar
    Carlotta Tocchini dice:

     

    Inizialmente ero molto titubante sulla scelta diquesto romanzo, nonostante avessi letto la trama non riuscivo a farmi un’idea complessiva della storia, così essendo molto curiosa ho deciso di iniziare la lettura. Mi rivedo molto in Virginia, principalmente per l’età, ma soprattutto perché  fin dall’inizio si ritrova a guardare il mondo con occhi diversi, come se la vita le riservasse sempre brutti scherzi o delusioni, e non sempre si è preparati a questo. Inoltre capisce che nulla è così solido come crediamo, che anche il legame più forte può essere messo in discussione. All’interno della storia i personaggi sono numerosi e ben rappresentati, trasmettono moltissime emozioni ma la maggior parte delle volte durante la lettura non ho avuto modo di “godermele” o comprenderle a pieno. A mio avviso la scrittrice avrebbe dovuto soffermarsi di più su alcune scene, per permetterci di comprendere meglio di temi come l’amore, l’amicizia, la crescita personale, la depressione, problemi finanziari e soprattutto il perdono, le seconde opportunità. Il titolo si addice molto poiché il lettore, immergendosi nella storia è come se facesse un salto, ma in realtà resta fermo, poiché non vi è una vera e propria fine.

  51. Avatar
    Eros Anichini dice:

    Il libro è carino,parla di una ragazza che si allontana da sua madre.

    Quest'ultima Incontra due vicini di casa che gli rendono la vita molto difficile. Li capirà che la vita dei genitori non è poi così facile

    Rating: 3
  52. Avatar
    Emma Cellini dice:

    Fai un salto di Sabrina Colloredo è il libro che ho preferito leggere per Libernauta; sarà perché è il genere di libro che mi piace di più ma l'ho trovato davvero sensazionale. È la storia di una ragazza sedicenne che affronta le difficoltà della adolescenza, problemi d'amore, problemi con le amiche, le litigate in famiglia…

    Questo libro è stata una piacevolissima lettura, mi sono immedesimata molto nelle tipiche situazioni che la protagonista si ritrova ad affrontare. È scorso molto bene e non solo perché effettivamente non era molto lungo ma anche perché è una storia molto avvolgente e una pagina tira l'altra. Questo libro lo consiglio molto ai ragazzi della mia età perché parla di tematiche che ci riguardano a pieno.

     

    Rating: 5
  53. Avatar
    Livia Ferrera dice:

    Fai un salto di Sabrina Colloredo

    La protagonista del romanzo è Virginia, che ha 16 anni e che vive una situazione familiare complicata. Il padre se ne è andato lasciandola sola con la madre e la sorella minore. Virginia è costretta a crescere in fretta trovandosi a dover gestire una situazione più grande di lei, e ad abbandonare il mondo protetto dell’adolescenza.

    I temi toccati in questo libro sono molti. Temi importanti come la depressione, la crescita, le difficoltà economiche, il disgregarsi della famiglia che a 16 anni sembra invece indistruttibile, l’amicizia e l’amore. La protagonista si trova a dover affrontare tutto questo contando solo sulle sue forze, perché si renderà conto di non poter fare affidamento sugli adulti che dovrebbero essere i punti di riferimento, mentre invece sono a loro volta alle prese con crisi che non sono in grado di affrontare e che forse se la cavano peggio di lei, nonostante la sua giovane età. 

    Leggendo questo libro mi sono resa conto di essere fortunata a poter vivere la mia adolescenza in maniera libera e spensierata, ma mi sono anche resa conto che le difficoltà e gli ostacoli che la vita ci mette davanti, seppur dolorosi, sono un banco di prova che ci aiutano a crescere e anche a scoprire in noi una forza che forse non pensiamo di avere.

    Livia Ferrera – IB Liceo linguistico Calamandrei Sesto Fiorentino

     

    Rating: 5
  54. Avatar
    Rebecca Vestrini dice:

    “FAI UN SALTO” é stato il libro migliore, a mio parere, dei tre che ho letto e poi recensito. In questo breve romanzo si nota una particolare dinamicità dei personaggi a partire da Virginia: ragazza, adolescente che si trova da un giorno all’altro senza un padre, con una madre femminista e arrabbiata con il mondo e con due ragazzi dai quali è attratta ma che la tradiscono alle sue spalle. Virginia cerca una figura maschile in grado di colmare il vuoto creatosi nel suo cuore ma trova solo delusioni fino a quando non si riappacifica con il padre, fino a quando non capisce che quell’uomo può dare solo ciò che le dá, niente di più quindi o lo prende per quello che è o lo perde del tutto. Non è solo Virginia ad avere una crescita nel corso della storia, anche la madre ha uno sviluppo interiore dovuto alla conoscenza di un uomo, con la U maiuscola che la fa sentire al sicuro, non solo perché poliziotto ma per il modo protettivo con cui agisce. La piccola sorellina, amante della pittura, sembra invece restare un po’ sulla stessa retta, forse per l’età, forse semplicemente per il carattere più simile al padre. Detto ciò questo é stato un libro davvero ricco di emozioni contrastanti e contornato di piccoli dettagli che lo hanno reso quello che é: un libro da cinque stelle!!

  55. Avatar
    Anna Borgianni dice:

    Ho cominciato questo libro con un certo entusiasmo, ero convinta che mi sarebbe piaciuto, la trama mi convinceva, anche perché solitamente amo i libri adolescenziali. Purtroppo ho dovuto ricredermi via via che andavo leggendo il romanzo. 

    Il libro è relativamente breve e per questo si legge abbastanza velocemente e, purtroppo, devo ammettere che ad un certo punto questa è stata l'unica cosa che mi ha convinto a continuare a leggerlo. Ho trovato che la trama del libro fosse un po' banale, mi aspettavo che ad un certo punto della storia avvenisse un qualche snodo fondamentale che cambiasse la situazione, o comunque che la rendesse più intricata ed interessante, invece mi è sembrato che la storia seguisse per tutto il romanzo quasi esattamente quello che veniva detto nella trama ad inizio libro. I problemi della protagonista sono molto ordinari, però forse questo può essere un punto a favore: sicuramente non è difficile impersonarsi in lei. Trovo inoltre che lo stile di scrittura della scrittrice sia abbastanza piatto, irriconoscibile. Non so se la cosa sia voluta oppure no: uno stile di scrittura classico e non troppo difficile da leggere si adatta di più al tipo di lettori che la scrittrice probabilmente cerca, in quanto quasi tutti presumibilmente adolescenti, ma purtroppo questo particolare aspetto non è stato molto di mio gradimento.

    In generale il libro non era brutto, l'ho comunque letto senza troppe difficoltà (cosa che mi è difficile nei libri che davvero non mi piacciono), solo che avevo aspettative probabilmente troppo alte che non sono state pienamente soddisfatte. 

    Rating: 2
  56. Avatar
    Martina Frosali dice:

    Fai un salto è un libro di genere romantico. La protagonista è Virginia, una ragazza di sedici anni molto responsabile che si occupa spesso della famiglia, quando sua madre è in crisi. La madre di Virginia è una donna che nei momenti di crisi pensa solo a se stessa e diventa rigida e severa verso le figlie ma poi, in altri momenti di tranquillità è molto dolce. La sorella, invece, si chiama Tea, è una bambina che per l’età che ha è veramente intelligente, pensa solamente a divertirsi e non si preoccupa affatto della vita. Nel corso della narrazione avvengono molti eventi inaspettati sia al pubblico che ai personaggi del racconto, a partire dalla scoperta che i due ragazzi conosciuti per caso il giorno dell’arrivo alla nuova casa abitavano nel loro stesso condominio. Le domande che spingono il lettore ad appassionarsi del libro sono molte: “Riusciranno Virginia e la sua famiglia a vivere una vita migliore? Virginia continuerà a mantenere buoni rapporti con le amiche lontane da lei? Nonostante tutto la protagonista non si arrende mai e continua a lottare , anche nei momenti più difficili, da sola contro ilo mondo, si ritrova ad avere in un momento di crisi il solo appoggio della sorellina che però non comprende fino in fondo il pericolo e non sarà poi così di sostegno. Il messaggio che questo libro vuole comunicare è che nella vita non dobbiamo mai arrenderci, dobbiamo cercare di andare avanti sempre . In conclusione sostengo che sia un libro che merita di essere letto ed è per questo che lo consiglio, soprattutto a chi è appassionato del genere romantico.

     

    Rating: 4
  57. Avatar
    Sofia Cartei dice:

    Record delle mie letture : l'ho finito in un pomeriggio! Proprio non riuscivo a metterlo via, dovevo andare avanti e seguire Virginia nella marea di cambiamenti che le fanno turbinare la vita.

    In prima persona Virginia ci fa entrare, quasi ci trascina, nella sua famiglia, nel trasloco, tra i suoi amori e le scaramucce con le amiche del cuore. E tutto senza drammi, con la leggerezza di una teenager che sfiora diverse situazioni difficili – il divorzio dei genitori, la disoccupazione ed il dover cambiar casa, l'intreccio di nuove amicizie ed amori, le difficoltà di mantenere le amicizie che credevi ormai consolidate – ma riesce comunque a mantenere la testa sulle spalle, non perde di vista quello che è davvero insostituibile nel lungo corso : la famiglia, le amicizie vere e sincere, la prospettiva di un futuro "sano" e concreto.

    Così come non ha un prologo perchè ci si ritrova subito in medias res, catapulatati all'interno della vita di Virginia da un certo punto in poi, il romanzo non ha neppure un epilogo : nessun accenno a come andranno gli amori di Virginia o se deciderà di seguire, almeno per un pò, il padre negli USA. Ma il romanzo termina con Virginia che riprende il controllo della sua vita, riesce a dare a tutto il giusto peso, senza più ansie. Il futuro si farà da solo, piano piano le cose andranno come devono andare…

    Record delle mie letture : l'ho finito in un pomeriggio! Proprio non riuscivo a metterlo via, dovevo andare avanti e seguire Virginia nella marea di cambiamenti che le fanno turbinare la vita.

    In prima persona Virginia ci fa entrare, quasi ci trascina, nella sua famiglia, nel trasloco, tra i suoi amori e le scaramucce con le amiche del cuore. E tutto senza drammi, con la leggerezza di una teenager che sfiora diverse situazioni difficili – il divorzio dei genitori, la disoccupazione ed il dover cambiar casa, l'intreccio di nuove amicizie ed amori, le difficoltà di mantenere le amicizie che credevi ormai consolidate – ma riesce comunque a mantenere la testa sulle spalle, non perde di vista quello che è davvero insostituibile nel lungo corso : la famiglia, le amicizie vere e sincere, la prospettiva di un futuro "sano" e concreto.

    Così come non ha un prologo perchè ci si ritrova subito in medias res, catapulatati all'interno della vita di Virginia da un certo punto in poi, il romanzo non ha neppure un epilogo : nessun accenno a come andranno gli amori di Virginia o se deciderà di seguire, almeno per un pò, il padre negli USA. Ma il romanzo termina con Virginia che riprende il controllo della sua vita, riesce a dare a tutto il giusto peso, senza più ansie. Il futuro si farà da solo, piano piano le cose andranno come devono andare…

    Record delle mie letture : l'ho finito in un pomeriggio! Proprio non riuscivo a metterlo via, dovevo andare avanti e seguire Virginia nella marea di cambiamenti che le fanno turbinare la vita.

    In prima persona Virginia ci fa entrare, quasi ci trascina, nella sua famiglia, nel trasloco, tra i suoi amori e le scaramucce con le amiche del cuore. E tutto senza drammi, con la leggerezza di una teenager che sfiora diverse situazioni difficili – il divorzio dei genitori, la disoccupazione ed il dover cambiar casa, l'intreccio di nuove amicizie ed amori, le difficoltà di mantenere le amicizie che credevi ormai consolidate – ma riesce comunque a mantenere la testa sulle spalle, non perde di vista quello che è davvero insostituibile nel lungo corso : la famiglia, le amicizie vere e sincere, la prospettiva di un futuro "sano" e concreto.

    Così come non ha un prologo perchè ci si ritrova subito in medias res, catapulatati all'interno della vita di Virginia da un certo punto in poi, il romanzo non ha neppure un epilogo : nessun accenno a come andranno gli amori di Virginia o se deciderà di seguire, almeno per un pò, il padre negli USA. Ma il romanzo termina con Virginia che riprende il controllo della sua vita, riesce a dare a tutto il giusto peso, senza più ansie. Il futuro si farà da solo, piano piano le cose andranno come devono andare…

  58. Avatar
    Sofia Bertini dice:

    Fai un salto. Affronta le tue paure, i tuoi peggiori incubi, non temere di essere giudicata, credi in te stessa e salta.

    Virginia, diligente e sensibile, vive una realtà che farà lei dimostrare tutta la forza e la determinazione, l'audacia e l'amore di cui può essere capace una classica sedicenne imperfetta. Condividendo tutto con la sorellina Rosa e quattro amiche inseparabili, dovrà sostenere la preoccupazione di una bancarotta, una mamma disoccupata, un trasferimento in periferia, un cuore diviso in due, tra il mistero imprevedibile e una confortante discrezione. Penserà di perdere tutto, di non essere abbastanza giusta , abbastanza forte. Cercherà di sistemare ogni problema, pur di vedere la sua famiglia felice e serena. Si imbatterà in una situazione complicata, alquanto contorta, ma riuscirà, con il suo cuore puro, a risolvere ogni cosa.

    Sabina Colloredo trasemtte un'incredibile forza di volontà e determinazione, sincerità e nobiltà d'animo. Cerca di infondere ad ogni lettore quanto la prospettiva con cui concepiamo ogni aspetto della vita, influisca sul coma la si possa percepire. Ci coinvolge con un romanzo cui protagonista è la leggerezza d'animo, predisposto al trovare una soluzione, qualunque sia la paura che questa ci impone.

    Rating: 5
  59. Avatar
    Fabiana Pieri dice:

    Una storia reale, che tantissime famiglie vivono ogni giorno, il libro racconta questo.

    La scrittrice narra in una sola storia, la vita di tante famiglie, dove, per un motivo o per l’altro, i figli si ritrovano senza uno, o addirittura entrambi i genitori, essendo così obbligati a diventare adulti da un momento all’altro.

    È questo che accade spesso: i ragazzi si trovano a doversi comportante da adulti, quando si sentono abbandonati autoconvincendosi che essere adolescenti, che avere delle debolezze, sia un errore.

    Leggendo questo libro capiamo che non è così, che essere piccoli, adolescenti, non è un difetto, ma che è un difetto sentirsi obbligati a essere un’altra persona, perdendo se stessi.

  60. Avatar
    Sophia Pierro dice:

    "Fai un salto" è un libro avvincente che racconta la vita complicata di Virginia, una ragazza di 16 anni. L'adolescente dopo la separazione dei genitori è costretta a traslocare insieme alla madre e alla piccola sorella, ne consegue che Virginia abbandonerà la sua vecchia routine, fatta di giornate tra amiche e feste. Nel nuovo condominio ha come vicini Alain e Paolo, due amici completamente diversi, accomunati soltanto dalla ricchezza economica. I due ragazzi le stravolgeranno la vita, fino a farla stare male, fisicamente ed emotivamente. Ad aggravare la situazione saranno una madre spesso fuori luogo, un padre assente e una sorella minore che la riempie di preoccupazioni e responsabilità. Ma Virginia ha un carattere forte e cercherà di reagire.

    È un libro breve e scorrevole, uno di quelli che quando lo inizi non ti accorgi che hai passato tutto il pomeriggio a leggere e lo hai già finito. Avvincente ed emozionante, ha la capacità di tenerti incollato alle pagine e di provocati molte emozioni diverse e contrastanti. Oltretutto è molto facile impersonificarsi nei personaggi e prendere le difese di uno di loro.

    Mi è decisamente piaciuto, apprezzerei leggere il continuo o magari la storia raccontata dal punto di vista di un altro personaggio.

    Rating: 5
  61. Avatar
    sofia romani dice:

    Questo libro è molto bello e conprensibile anche se in piccoli punti ho trovato qualche difficoltà. La storia è molto coinvolgente e per di più la storia del trasloco l"ho vissuta anche io in questi ultimi mesi. Leggendo questo libro ho notato cose che non avrei mai immaginato di pensare per esempio quando Virginia dice che non vuole andare via da casa perché è lì che ha passato la sua vita, o sennò quando dice che li ha passato tutti i momenti felici e tutti quelli tristi etc…  In questa storia mi sono immedesimata molto nel personaggio di Virginia perché anche io ho una sorella più piccola, l'unica differenza è che Virginia  e tea vanno d'accordo edi io e mia sorella non tanto. 

    Questo libro lo consiglierei alle persone appassionate di storie romantiche, molto bello ed intrigante.

    Rating: 4
  62. Avatar
    Gabriele Carlo Gallo dice:

    Un libro con una trama praticamente unica. È perfetto per la nostra età, infatti rispecchia molti particolari dell'adolescenza. Il punto di vista mi è sembrato molto simile al mio; ciò lo ha reso quasi un libro adatto me. In alcuni momenti l'ho trovato un po' monotono.

    Rating: 4
  63. Avatar
    Lapo Saccardi dice:

    Un libro adatto alle giovani

    La storia narrata sembra creata su misura per la lettura alla quale una ragazza in genere può interessarsi. Non intendo assolutamente dire che lo è solo per loro o che tutte lo apprezzeranno. La trama è abbastanza lineare, con alcuni momenti di vera disperazione e altri nei quali la protsagonista, Virginia, sembra rielevarsi dopo aver toccato il fondo. Vengono esposti molto realisticamente tutti i disagi che la separazione tra genitori può creare. Personalmente non è stata la mi alettura preferita, ma soprattutto a causa del fatto che ho gusti particolari…

    Rating: 3

    Rating: 3
  64. Avatar
    Simona Picone dice:

    Devo ammettere che, avendo letto la trama, il libro nel complesso mi ha un po' delusa. Sono trattate varie tematiche serie e la protagonista ha la mia stessa età ma, non so perché, la storia non mi ha coinvolto e non sono riuscita a immedesimarmi del tutto nel personaggio di Virginia. Sarà perché è il primo libro che leggo di questo genere, apparentemente così accessibile a noi adolescenti, ma forse un po' irrealistico. Penso che la storia della ragazza con problemi di famiglia che si ritrova in un triangolo amoroso tra i suoi vicini di casa sia già vista e rivista, e mi aspettavo qualcosa di più.

    Nonostante non mi abbia convinta al cento per cento, leggere questo libro è stato piacevole perché è riuscito con alcune frasi a esprimere a parole dei sentimenti e dei pensieri che io stessa ho, ma che spesso non sono mai riuscita a comprendere.

    "[…] di solito mi andava a genio, ci andavo spesso, ma quella sera tutto quel pieno mi svuotava". Mi sono sentita così molte volte, pensando di essere felice in mezzo a tante persone, ma rendendomi poi conto che a nessuna di queste importava veramente di me.

    "Succede di mentire. A volte lo si fa anche per non far soffrire gli altri, quelli a cui vuoi bene. Io le chiamo bugie bianche". Ho perso il conto di tutte quelle volte in cui delle persone a me care, in particolare i miei genitori, mi hanno mentito, o semplicemente nascosto delle cose, per non farmi essere triste. La cosa brutta però è che la verità prima o poi si scopre, e fa ancora più male quando la scopri da sola, e perdi tutta la fiducia in quella persona che pensava di farti del bene, mentendo.

    Rating: 3
  65. Avatar
    Isabella Samorè dice:

    "Fai un salto" è un libro apparentemente semplice. È scritto in un modo comprensibile ad ogni ragazzo, non vi sono termini particolarmente ricercati e non parla di una storia incredibile , nella quale i protagonisti sono degli eroi intenti a cambiare il mondo. È la storia di una madre e delle sue due figlie . Ogni personaggio é preso dalle proprie difficoltà , dal proprio ripetitivo quotidiano e da momenti inaspettati. Descrivendo vite comuni il libro tratta argomenti importanti quali : difficili dinamiche famigliari, problemi economici da affrontare , la delicatezza dell'amicizia e la confusione che persiste nella testa di chi deve affrontare tutto questo. È possibile calarsi nei personaggi, capire cosa provano o contraddirli , ma non credo si possa restare indifferenti di fronte ad una storia che in qualche modo riflette la vita di tutti. Un libro nel quale ritrovarsi.

    Rating: 4
  66. Avatar
    Teresa Amodio dice:

    Questo libro mi è piaciuto perché fa capire come si possono risolvere delle complicazioni che ci possono essere in una famiglia, in questo caso  il rapporto tra madre e figlia e come nonostante l’età  della protagonista lei riesca a non mollare avendo difficoltà come perdita della casa, disoccupazione della madre e il tradimento del suo ragazzo.

    il messaggio alla base di tutto è dunque che le donne possono combattere la loro personale lotta quotidiana e continuare sempre a sperare in un futuro migliore.

     

  67. Avatar
    giorgiasaftei@gmail.com dice:

    Fai un salto è un libro che riflette completamente il periodo dell'adolescenza e in cui riesco dunque ad identificarmi molto facilmente. La protagonista,Virginia, si trova a dover spesso affrontare una gran mole di problemi; essi, per quanto piccoli possano sembrare visti dall'esterno, soprattutto agli occhi di una persona ormai adulta, sono invece molto difficili e insostenibili per una ragazzina. L'aspetto più interessante del libro, ed allo stesso tempo anche quello più pedagocico, è che nonostante le difficoltà Virginia riesce a non cedere e a rialzarsi ogni volta. Tutti i problemi che riscontra sono superabili in un modo o in un altro e la vita, al di là di tutto, è un magnifico dono che va accolto in tutte le sue mille sfaccettature. 

    Rating: 4
  68. Avatar
    Francesca Paoli dice:

    “Fai un salto” è un romanzo narrativo, scritto dalla scrittrice Sabina Colloredo, edito da DeA.

    Il libro racconta una storia struggente, che affronta le difficoltà dell’adolescenza e del dover crescere molto velocemente, più del dovuto, riscontrando vari problemi, piccoli e grandi, di tutti i giorni.

    Mi sento di consigliare questo romanzo a chi piace emozionarsi con un bel libro, che riesce ad arrivare direttamente al cuore, lasciandoti “immergere” nella storia come se ne fossi tu il protagonista.

    Il libro contiene 224 pagine, ha un costo di €6,99 (prezzo consigliato) ed è uscito il 16 ottobre 2018.

    Rating: 5
  69. Avatar
    Maira Danisi dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perchè sono riuscita a immedesimarmi fin da subito nella protagonista anche se avrei preferito un finale più chiuso rimanendo questo molto aperto, aspetto con ansia il continuo (che spero vivamente venga scritto). Lo consiglio molto a tutti gli adolescenti che stanno attraversando un periodo difficile perchè insegna che tutto si risolve con l'aiuto delle persone che ci vogliono bene e che ci stanno vicine anche se non sempre ce ne accorgiamo.

    Rating: 4
  70. Avatar
    Martina Braschi dice:

    Protagonista è una famiglia che sta subendo cambiamenti su cambiamenti. Una madre che ha subito e continua a subire delusioni sia sul piano lavorativo che emozionale e familiare. Un’adolescente costretta a vedere sin da subito il mondo con gli occhi freddi e disincantati di chi ha già capito che la vita fa dei brutti scherzi e che anche i legami che sembrano indistruttibili sono messi alla prova; e poi c’è una bambina che si esprime attraverso l’arte del disegno, che funge da sfogo necessario e spesso da consolazione. 

    Tutti questi elementi su carta sembrano essere vincenti, ma nella lettura di questo romanzo non ho avuto tempo di godere di tutte queste sfaccettature. La sensazione è quella di essere su un treno che non si ferma alle stazioni designate ma prosegue senza sosta. Il passeggero/lettore, in questo caso io, ha bisogno di scendere, sgranchirsi le gambe e prendere una boccata d’aria ma non gli è permesso. 

    L’autrice tocca in maniera troppo veloce per avvertire davvero la profondità di essi diversi temi quali la depressione, l’alcolismo, il tradimento, l’ambiguità, la crescita, le difficoltà economiche, l’amicizia, l’amore, la legge del favoritismo, ma anche la potenza del perdono e della seconda occasione. Fai un salto è ricco di temi e di riflessioni accennate, che proprio come suggerisce il titolo, permette di fare un salto sempre in avanti senza fine. Si perché una vera e propria fine non c’è, ma sopraggiunge la comprensione e la conoscenza. 

     

    Rating: 3
  71. Avatar
    Martina Paladini dice:

    “Fai un salto” è un libro che parla di un’adolescenza e di una vita difficile, piena di cambiamenti, scoperte e paure.  Per me è stato un po’ difficile identificarmi nel personaggio di Virginia all’inizio, perché non capivo come mai si facesse così tanti problemi per qualsiasi cosa, ma poi ho capito e ho riconosciuto che alla fine io probabilmente avrei fatto lo stesso. Questo libro mi ha confermato che non sono l’unica a vedere l’adolescenza come una fase strana e stressante, a causa di molti fattori come gli amici, la famiglia o addirittura il legame che abbiamo con alcune cose e posti. Mi sono resa conto, e ho aperto gli occhi sul fatto che noi adolescenti viviamo in un mondo completamente diverso da quello degli adulti e questo per qualche motivo ci fa sentire estranei. A volte questa diversità ci fa sentire meglio di loro, e a volte pensiamo persino di poter cambiare il mondo e fare tutto da soli quando in realtà dobbiamo solo imparare a prendere le cose come sono, e magari tentare di renderle un po’ più belle. In questo libro Virginia mi ha mostrato che, nonostante le complicazioni e le paure che ci portiamo dentro, possiamo comunque essere persone forti e potremmo persino riuscire a mostrarlo agli altri. Adesso ho capito, ho letto con i miei occhi che alla fine c’è sempre del buono nella vita di ognuno, dobbiamo solo riuscire a tirarlo fuori.

  72. Avatar
    Zoe Torricelli dice:

    un libro che consiglierei perché tratta di una storia seria vissuta da una ragazzina che si è trovata sola ad affrontare il caos che le stava attorno.

    La fine non mi ha molto entusiasmato perché a parere mio ti lascia un po' in sospeso ma nonostante questo la storia mi ha preso molto e l'ho letto molto volentieri.

    Rating: 2
  73. Avatar
    Andrea Garota dice:

    Questo libro è davvero bellissimo, ho travato la trama davvero molto coinvolgente è simile alla realtà degli adolescenti… L’autore è riuscito a creare un caos totale facendo capire tutto a tutti.

    Penso che un libro così sia davvero adatto alle ragazze di 14/15 anni e lo consiglio vivamente perché leggendolo ci si immerge completamente nella lettura…

Lascia un commento