L’alba sarà grandiosa

Nine ha sedici anni e questa sera non andrà alla festa del liceo. Titania, sua madre, ha deciso diversamente. Dopo aver prelevato la figlia all’uscita di scuola, si dirige verso una destinazione sconosciuta, una capanna isolata sulla riva di un lago. È tempo che Nine venga a conoscenza di un passato accuratamente nascosto. In una lunga notte di rivelazioni Nine scopre l’incredibile storia della sua famiglia. Una notte passata in bianco. Una veglia lunga trent’anni. Il momento della vita in cui niente è più come prima.

Autore

Anne-Laure Bondoux (Parigi, 1971) scrive storie da quando aveva dieci anni, e da allora questa passione non l’ha mai abbandonata. Dopo aver studiato lettere, teatro e avuto due figli, ha lavorato nella casa editrice Bayard Presse, dove ha scoperto nel 1996 la narrativa per ragazzi. I suoi primi racconti sono stati pubblicati su varie riviste (“Astrapi”, “J’Aime Lire”, “DLire”). Dal 2000 si dedica esclusivamente alla scrittura. Con le Edizioni San Paolo ha pubblicato Le lacrime dell’assassino, vincitore del Premio Andersen e del Super Andersen 2009, La vita come viene (2010) e Figlio della fortuna (2011); con Mondadori Finché siamo vivi (2016).
Rating: 4

121 pensieri su “L’alba sarà grandiosa

  1. Avatar
    Flavia Michahelles dice:

    Il libro intitolato “L’alba sarà grandiosa”, parla di una ragazza di sedici anni, Nine. Che nella sera della festa del liceo, verrà prelevata dalla madre (Titania), e portata fuori Parigi, in una capanna che si trova su un lago. Ed è da quel momento che Nine scoprirà tutta la vera storia della sua famiglia. Di sua madre, che in realtà si chiama Consolata, dei suoi fratelli (ovvero gli zii) Octo l’amante della musica, e Orion l’appassionato di ciclismo, di sua madre (la sua nonna) Rose-Aimée, di una bellezza straordinaria. Chi è Pietro Pasini? Perchè viene considerato un criminale? Perchè Consolata e i suoi fratelli dovranno cambiare identità? Perchè Rose-Aimée se ne andrà per diciott’anni, sette mesi e ventotto giorni?

    Personalmente questo libro mi è piaciuto molto, in alcune parti, specialemente verso la fine, la mia mente entrava del tutto all’interno della storia, e mi isolavo da tutto, e questo secondo me è una nota molto positiva per chi legge un libro, perché senti la storia sulla tua pelle. Mentre c’è da dire, che alcune parti secondo me facevano troppo da contorno e mi annoiavano un po’. Mi è dispiaciuto molto per il finale dove non parlano affatto, dell’incontro con Nine e i suoi familiari, perché a quel punto sarei stata molto curiosa di capire Rose-Aimée che avesse fatto fino ad allora, e l’impressione di Nine sui protagonisti della storia di quella notte. Comunque consiglio vivamente questo libro, è davvero molto bello. 

    Rating: 4
  2. Avatar
    SIBILLA SETTINO dice:

    In questo romanzo Anne-Laure Bondoux costruisce un'epica familiare dove ogni particolare è esatto nell'ingranaggio generale del racconto con ricchi colpi di scena che si intrecciano con i diversi periodi storici raccontati creando così una storia nella storia: una sera una madre costringe la figlia sedicenne ad andare in una capanna, "come poi l'hanno sempre chiamata" in riva ad un lago e finalmente le racconta tutta la verità narrandola, in un certo senso per la prima volta anche a se stessa, sulla sua vita, sulla sua storia, sulle scelte che ha fatto trent'anni prima e che hanno cambiato per sempre tutto. Ne nasce un romanzo che volge lo sguardo ad una riflessone sul vivere, sulle persone e sul modo di relazionarsi (qui in particolare sul rapporto tra adulti e ragazzi), sul crescere. In questa narrazione ci troviamo a seguire ben tre generazioni di donne che in alcuni aspetti si somigliano mentre per altri differiscono totalmente, ma che sono legate da un unico filo conduttore: quello dell'amore, del coraggio. Una cosa è certa: quando l'alba del nuovo giorno arriverà niente sarà più come prima.

    Rating: 3
  3. Avatar
    Camilla Piccioli dice:

    Questo è un libro veramente forte: ci sono vari passaggi che potrebbero essere argomento di discussione; si potrebbero passare ore a discutere se le azioni dei personaggi siano giuste o meno e, ovviamente non tutti sarebbero d'accordo. I protagonisti sono stati obbligati a compiere cambiamenti drastici e il libro è bello per questo: non è monotono, è un'altalena, ci sono molti colpi di scena e quando inizi a leggerlo non vorresti più smettere, continui a ripensarci, a rimuginarci e a provare a capire quale sarà la prossima mossa. Ma la cosa più bella è che questo è uno dei pochi libri che è stato riuscito a commuovermi: è quasi impossibile riuscire in quest'ardua impresa, ma lui ce l'ha fatta. Si, perchè questa è una storia che ti colpisce, ti cattura, ti rende partecipe della vita dei personaggi e ad un certo punto inizi a provare gli stessi sentimenti loro, inizi a immedesimarti nella loro vita davvero alla perfezione, è quasi come se entrassi direttamente dentro alle pagine del libro. Mi ha colpita così tanto che sono poche le cose che non ho apprezzato, ma, purtroppo, ci sono: l'atteggiamento dei personaggi in determinate situazioni; penso che forse abbiano un po' esagerato in questi contesti, però, per il resto è veramente bello. 

    Rating: 4
  4. Avatar
    Romina De Gregorio dice:

    All’inizio è molto bello. Soprattutto quando Consolata descrive le sue avventure di quando era bambina a sua figlia:la capanna, quando racconta che non sapeva chi fosse suo padre,della mamma che cambiava in continuazione compagno. La storia in generale insomma.

    È anche bella la tecnica del flashback. 

    Il finale molto meno. Perché mi aspettavo almeno che raccontasse quando Nine conosce i suoi parenti anziché Consolata che scappa. 

    Se non fosse per il finale avrei dato 5 stelle . 

    Rating: 3
  5. Avatar
    martina scampati dice:

    L'alba sarà grandiosa è un libro che mi ha colpito molto, sia per la sua lettura scorrevole e intrigante, sia per la storia che racconta. Ho provato ad immedesimarmi in Nine, ed a provare le stesse emozioni iniziali che avrà provato lei nel vedere sua madre obbligarla a lasciare la festa del liceo tanto attesa, per intraprendere un viaggio a sua insaputa inutile e sconosciuto. Si, è vero, ho provato ad essere lei soltanto in parte e non in tutta la lettura del libro, perchè verso metà della storia, quando Titania la madre di Nine racconta dei suoi due fratelli, della madre, del padre che non ha mai avuto, e di suo marito, di cui prima di allora non ne aveva mai parlato, in quel momento esatto mi sono assimilata in Titania cambiando cosi la prospettiva di vedere e capire la vicenda, ma soprattutto cambiando l'idea iniziale della figlia, e in qualche modo dell'inutile viaggio che secondo Nine avrebbero affrontato. La storia raccontata dalla madre mi ha colpito e affascinata molto, e mi sono chiesta il perchè non ne avesse mai parlato prima con sua figlia Nine, che a quanto dice essere la persona di cui si fida più al mondo. La risposta alla domanda non sono riuscita a trovarla alla fine della lettura, ma neanche adesso a qualche giorno di distanza. Penso solo che fino a quando non sarò adulta e madre a ciò non potrò rispondere, perchè soltanto una madre sà cos'è più giusto per i propri figli dandogli il meglio, proprio come titania ha fatto con Nine, addirittura facendogli cambiare idea sulla festa del ballo della scuola, proprio perchè la ragazza in una sola notte ha scoperto di avere una fantastica famiglia e notevolmente numerosa. Non ho commenti negativi da fare a questo libro, però ad essere onesta mi sarebbe piaciuto leggere il finale della storia in cui si sarebbero finalmente riuniti tutti insieme, senza il bisogno di scriversi più messaggi in codice per rivedersi, senza più nomi inventati per paura di essere riconosciuti, ma soprattutto senza più segreti.

    Rating: 4
  6. Avatar
    Nagoua dice:

    L'alba sarà grandiosa è un libro che mi è piaciuto molto ma mi ha un po' deluso sul finale perché non me lo aspettavo. È parer mio a volte non si capisce se si racconta del presente o passato ma a parte questo è un libro che consiglio volentieri a tutte le fasce d'età 

  7. Avatar
    Sofia Bertini dice:

    Viviamo costantemente consapevoli della precarietà della vita. Alludiamo al desiderio di poter comprendere tutto ciò che ci circonda, nonostante l'essere colmati da mille incertezze e paranoie.

    Nine, sedici anni, impulsiva ma determinata, vivrà un'interminabile notte che le cambierà la vita per sempre. In una capanna isolata, tra spettacoli della natura, sua madre, nota scrittrice, le rivelerà il suo più grande segreto: la storia della loro famiglia. Scoprirà il mistero di un padre mai incontrato, di due zii famosi in tutto il mondo, di una nonna che ha rinunciato all'amore più profondo per la salvezza dei propri figli. E finalmente ammirerà il sorgere del sole, "un'alba grandiosa". Ma si è mai realmente pronti per rispondere alla più tormentosa domanda con cui conviviamo sin dall'infanzia?

    Anne Laure Bondoux, mediante uno stile intrigante e scorrevole, riflette un'ipotetica realtà dalla quale scaturiscono i valori più sinceri che determinano le nostre vite.

    Rating: 4
  8. Avatar
    Melissa Likaxhiu dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto per due motivi, il primo perché mi ha fatto capire  che se una famiglia si separa, anche se per il loro bene, si ritrova sempre e il secondo motivo perché la ragazza, Nine costretta dalla madre ad andare con lei, saltando così il ballo di scuola e lasciando gli amici, si è mostrata interessata alla storia della madre e soprattutto alla sua, e questo fa capire che non c'è bisogno di altre cose per stare bene ma basta solo la famiglia, in questo caso la madre. 

  9. Avatar
    Angela Ibraliu dice:

    La contrapposizione tra passato e presente non risulta affatto incomprensibile,è un libro che parla di scelte e di strade intraprese durante la vita, di errori e di vincite. Inoltre viene accentuato il legame che lentamente si sta costruendo tra madre e figlia.

  10. Avatar
    Aurora Diana dice:

    Nel libro "L'alba sarà grandiosa" vengono trattati temi e problematiche a carattere adolescenziale. Primo fra tutti il rapporto madre-figlia: viene a crearsi,difatti, un parallelismo tra il piccolo "conflitto" di Nine e Titania e il rapporto che quest'ultima aveva a sua volta con sua madre.In secondo luogo è riscontrabile il tema dell'assenza della figura paterna: infatti sia Nine che sua madre Titania non hanno mai avuto modo di conoscere i rispettivi padri. Ciò diviene,per tanto, motivo di sofferenza. Nonostante Titania non abbia vissuto un'adolescenza normale, caratterizzata solitamente da spensieratezza e divertimento, che a causa del comportamento di sua madre si vedeva costretta ad accudire suoi fratelli gemelli e a seguire sua madre nei suoi spostamenti, cerca di non far mancare niente a sua figlia Nine.  In conclusione il libro si basa su una serie di confessioni dettate dalla sincerità e dal sentimento di amore che Titania prova nei confronti di Nine. 
    Rating: 4
  11. Avatar
    paula timofte dice:

    Il romanzo è bello,pieno di attesa, sospensione, giallo e mistero.Ha catturato la mia attenzione con tutti i suoi intrecci che sembravano una ragnatela.Ammetto che appena ho iniziato a leggerlo non mi ha preso molto ma alla fine mi sono ricreduta tanto.La trama è coinvolgente e mi ha fatto pensare che se questa storia fosse accaduta a me forse ci sarei rimasta davvero male per tutte le cose che sarei venuta a sapere. Lo consiglio fortemente a chi questo genere piace,a chi è attratto da misteri e romanzi gialli.

  12. Avatar
    Irene Bagni dice:

    Nine, una ragazza di sedici anni, quella sera sarebbe dovuta andare alla festa del liceo che tanto aspettava, ma sua madre Titania decise che Nine, quella sera, non ci sarebbe andata e quindi la trascina in un posto molto lontano, un capanno vicino ad un lago e un bosco, dove scoprirà la verità sulla sua famiglia. Titania, che di mestiere fa la scrittrice, quella sera riferirà a Nine tutta la verità su di lei e soprattutto su chi sono Octo, Orion e Rose-Aimée, persone totalmente sconosciute a Nine, ma dovrà raccontare la storia velocemente prima del loro arrivo. Consolata, il vero nome di Titania, era una ragazza con due fratelli gemelli ovvero Octo appasionato di musica rock e Orion appassionato di ciclismo e la madre Rose-Aimée che era sempre impegnata a lavorare e in costanti relazioni amorose che portava i suoi figli ad attaccarsi ai diversi uomini che entravano nelle loro vite, per poi ritrovarsi di nuovo soli quando la relazione finiva. Questo libro ha due diverse fasce temporali: il presente e il passato, dove nel passato si assiste alla storia di Titania e la sua infanzia, mentre nel presente assistiamo al rapporto tra Nine e la madre, che sono molto legate nonostante i litigi ma si sanno ascoltare e si vogliono molto bene. Passata una notte in bianco piena di sorprese e rivelazioni e dopo aver scoperto l'incredibile storia della sua famiglia, arriva il momento per Nine di incontrare realmente queste persone che ha imparato a conoscere dal racconto di Titania durante tutta la notte. Quando arrivano al capanno, Nine decise di scappare perchè non è ancora pronta per affrontare la sua vera famiglia quindi si mette in fuga, sbuca su una strada e dopo poco vede arrivare sua madre con la macchina e scappano insieme.

  13. Avatar
    Caterina Urzi dice:

     

    Nine ha sedici anni e rinuncerà alla festa del liceo. Questo perché sua mamma Titania,ha deciso finalmente di farla venire a conoscenza della storia della sua famiglia. Insieme si dirigono verso una destinazione sconosciuta, ovvero una capanna isolata sulla riva di un lago nel quale Nine conoscerà la storia della sua famiglia. 

    Questo romanzo non è la solita storia di un adolescente con i problemi che caratterizzano quest’età, ma di una ragazza che va in contro alla verità sulla storia della sua famiglia la quale sarà difficile accettare. Per noi adolescenti adattarsi a troppi cambiamenti non è sempre una buona cosa perché molte volte preferiamo scappare davanti alla realtà,quando essa non ci piace. É quello che fa un po’ la protagonista di questo libro. Per questo mi è piaciuto molto essendo realista.

  14. Avatar
    Elisa Bartoloni dice:

    “L’alba sarà grandiosa” è un libro per ragazzi della scrittrice Anne-Laure Bondoux di recente pubblicazione.

    Una sera Nine, una ragazza di sedici anni, sarebbe dovuta andare alla festa della scuola con i suoi amici. La madre, Titania, la obbliga a non andarci.

    Aveva deciso di portare Nine con la macchina in un posto molto lontano da casa sua per sapere tutta la verità su Rose-Aimée, Orion e Octo.

    Durante il tragitto Titania rivela il suo vero nome ovvero Consolata e le racconta che ha due fratelli gemelli, Orion e Octo, e che sua madre, Rose-Aimée, lavorava sempre, ma nonostante ciò riusciva ad avere relazioni con gli uomini.

    Questo faceva si che il figli si abituassero e si affezionassero ai vari uomini che la madre frequentava, ma al tempo stesso, alla fine delle relazioni, che si ritrovassero soli e senza un punto di riferimento maschile.

    Giunti al capanno sul lago la ragazza decide di scappare, perché non è pronta ad affrontare la nuova famiglia.

    Alla fine Nine e Titania scappano insieme lasciando i gemelli e la nonna al lago.

    La storia di Nine mi ha colpito positivamente perché narra di una storia che affronta la realtà.

    La ragazza, attraverso la sua storia e i suoi pensieri ed emozioni, rispecchia molto il comportamento degli adolescenti dinanzi ai problemi: li evitano anziché affrontarli.

    Nine rispecchia l’immaturità ingenua di una sedicenne, tipica dell’età adolescenziale.

    E’ una storia che scorre molto bene ed usa un linguaggio semplice, ma al tempo stesso parla di vicende serie e reali.

    Rating: 4
  15. Avatar
    vittoria susini dice:

    Inizialmente è un libro intrigante pieno di flashback e di racconti del passato che creano suspense fino alla fine del libro. Però le aspettative che ti sei creato inizialmente vengono deluse nel finale, che lascia a desiderare. È un libro che comunque consiglio, adatto a ragazzi della nostra età. Nel complesso lo consiglio ai ragazzi, è un libro che merita. 

  16. Avatar
    Emma Alinari dice:

    Questo libro mi è piaciuto molto perché è appassionante e coinvolgente e soprattutto perché si basa su temi fondamentali tipo quello dei rapporti familiari. L' unica cosa che avrei preferito è che la fine fosse diversa, ad esempio che ci fosse stato l'incontro tra i membri della famiglia. 

    Rating: 3
  17. Avatar
    ARIANNA DIPAOLO dice:

    Ho letto questo libro in alcuni momenti contro voglia, altri presa completamente dalla lettura. Nelle prime pagine ho fatto fatica a distinguere i  alcuni personaggi personaggi con i vari passaggi temporali in ogni capitolo(idea favolosa e fatti anche molto bene, cosa che non si trova in tutti i libri).

    La storia in sé molto bella e descritta bene non troppo nel dettaglio.

    Il finale ti lascia a bocca aperta e libero di essere interpretato.

     

     

    Rating: 4
  18. Avatar
    Matte Timori dice:

    Questo libro e' un romanzo che parla della famiglia, di un segreto e di come una madre raccontera' la vera storia della sua vita alla figlia sedicenne,

    che in una notte, in un capanno, scoprira' tutta la verita'.

    Consiglio questo libro, perche' e' scritto bene, scorre veloce e ti fa riflettere su come la vita puo' cambiare secondo le scelte prese.

     

     

     

  19. Avatar
    elisa tribotti dice:

    "L' alba sarà grandiosa" è un libro che ti emoziona e pieno di colpi di scena.

    Non annoia nella lettura e ti fà venir voglia di leggerlo tutto di un fiato.

    La storia è inverosimile ma al tempo stesso si adatta bene ai tempi nostri.

    La vita di Rose-Aimèe e dei figli Consolata, Octo e Orion è travolta dagli eventi, tutti che girano attorno ad una persona, Pietro Pasini, il padre dei bambini; un uomo cattivo e delinquente ricercato dalla polizia italiana e francese.

    È una racconto narrato da Consolata che adesso si fa chiamare Titania, una scrittrice che ha avuto una figlia di nome Antonine, chiamata dagli amici Nine, che ha 16 anni ed è iscritta al liceo della sua città; uno suo difetto è che è indipendente dallo smartphone, ma questo ormai è una cosa naturale per gli adolescenti di oggi.

    Il rifugio dei personaggi della storia,è una capanna che si trova vicino a un lago nel bel mezzo di un bosco; dalla strada non si vede perchè è isolata e per questo lontana dal mondo e da tutto, si sente solo il rumore delle rane e del lago.

    Un luogo di pace per ritrovare se stessi.

    Questo libro mi ha colpita molto per la storia di tutti i suoi personaggi, uniti dall'amore l'uno per l'altro.

    Ma la vita li mette alla prova e li separa per diversi anni, ma dopo la morte del padre si ritrovano al loro appuntamento, senza avere più terrore delle conseguenze dei loro gesti.

     

  20. Avatar
    Matilde Tortelli dice:

     

     

    La lettura di questo libro è stata coinvolgente nonostante alcuni momenti a mio avviso un po’ troppo rallentati. I capitoli nei quali viene raccontata la storia di Titania sono scorrevoli e piacevoli. Nel complesso il testo si avvale di un lessico comprensibile e non troppo ricercato. Per quanto riguarda il finale, rimane in sospeso e i nuovi parenti un po’ avvolti nel mistero: forse sarebbe stato preferibile conoscerli meglio. 

    Rating: 3

    Rating: 3
  21. Avatar
    Carlotta Tocchini dice:

    All’inizio ero molto titubante sulla scelta di questo libro, non avevo grandi aspettative non avendone mai letti altri della stessa scrittrice. In genere rimango fedele agli scrittori che mi hanno fatta appassionare, è un po’ come se avessi sempre dei pregiudizi dovendo iniziare un libro di un autore diverso. Mi sono subito ricreduta: è un romanzo molto bello, intrigante, avventuroso e con molta suspance. Ed è proprio per questo senso di mistero attesa che sembra fatto apposta per attirare il lettore a leggere fino alla fine, senza smettere mai. All’inizio avuto un po’ di difficoltà per capire la trama poiché l’intreccio del romanzo è davvero complesso, si alterna alla narrazione del passato con quella del presente. Nella narrazione di trent’anni prima Titania racconta di come era la sua vita e di tutte le scelte che in seguito hanno condizionato anche la vita di Nine. Nella narrazione al presente la madre costringe Nine ad andare in un luogo sperduto, lontano da tutti, per raccontarle finalmente la verità sul suo passato. È un romanzo sull’identità personale,  in cui la protagonista si troverà faccia a faccia con una verità tenuta nascosta per anni. “L’alba sarà grandiosa”  ha come tema principale la famiglia, il rapporto tra mamma e figlia. Titania e Ninne infatti discutono molto ma sono dipendenti l’una dall’altra, si ascoltano a vicenda e si vogliono bene. Al contrario il rapporto tra Titania e sua madre rose-Aimeè non splendeva, sua madre era quasi sempre occupata al lavoro o con i fidanzati. Penso che l’unica vera cosa che le accomuni tutte e tre sia l’amore e il fatto di mettere prima di ogni cosa le persone a cui tengono per proteggerle sempre. Trovo che il titolo del libro sia molto appropriato,  in certi casi vale la pena stare svegli tutta la notte per chiarirci con qualcuno che amiamo,  essendo consapevoli che la mattina seguente ci sarà una sorta di svolta nella nostra vita, come se si fosse “cucito” un buco rimasto aperto per troppi anni, e questo è qualcosa di grandioso.

  22. Avatar
    lucia.dicaporiacco@gmail.com dice:

    Romanzo avvincente: spinge il lettore ad avanzare nella lettura, pagina dopo pagina. La narrazione contemporanea su due piani temporali diversi fa sì che il lettore sia curioso di scoprire "cosa è successo poi", con la stessa curiosità di Nine, ma senza i suoi momentanei rifiuti. 
    Il finale mi ha spinto a fare una riflessione: se fossi stata al posto di Rose-Aimée, avrei preso i soldi o no? Forse non lo avrebbe fatto neanche lei, se avesse avuto l'opportunità di riflettere sulle conseguenze, come poi ha dovuto fare dopo. Quei soldi valevano davvero la separazione della famiglia? Per tutti gli anni precedenti Rose-Aimée era riuscita a vivere più che dignitosamente con i suoi figli, senza bisogno di rubare dei soldi, quindi avrebbe potuto continuare a farlo: non avrebbero vissuto nello sfarzo, ma almeno sarebbero stati insieme. Mi piace pensare che, al suo posto, non li avrei rubati: non solo non hanno reso felici né i figli né lei, ma hanno sfasciato per anni una famiglia, oltre che metterne in pericolo i componenti.

     

  23. Avatar
    Giulia Nuti dice:

    La storia è di gran lunga interessante. Mi ha colpito soprattutto, verso la fine, la parte in cui Rose-Aimée comunica ai propri figli di doversi separare perchè, pur doloroso, è un momento importante nella vita dei tre figli…
    Ma in generale, è scorrevole e prende molto, infatti succedono sempre cose nuove che non permettono al lettore di distrarsi.
    Inoltre il continuo salto temporale tra la vecchia storia e il presente sono ben collegati tra loro.
    Penso anche che questa narrazione riesca ad estrapolare varie emozioni al lettore: la gioia, la tristezza e perfino la paura. Almeno per me è stato così.

  24. Avatar
    Emanuela Parascandolo dice:

    Immaginate di essere una ragazza di 16 anni e di essere trascinata dalla propria madre in una luogo senza sapere né dove state andando né il perché e per di più avete dovuto rinunciare all’attesa festa del liceo in cui avreste fatto colpo sul ragazzo che vi piace. Ecco, questa è la situazione in cui si è trovata Nine, adolescente di Parigi che sta andando incontro a qualcosa di grande e pauroso: la verità e il ritrovamento di se stessi. Sua madre, Titania, almeno così si faceva chiamare, ha deciso di raccontarle la verità e di rompere il giuramento fatto 30 anni prima con Orion, Octo e Rose-Aimeé, persone totalmente sconosciute a Nine. Dopo il viaggio arrivano in un piccolo e desolato angolo del mondo, con solo una capanna in riva al lago e un bosco. Proprio in quella capanna inizia la vera vita di Titania e di Nine, durante una strana notte in bianco, alla cui fine l’alba sarà veramente grandiosa.

    È un romanzo che affronta il tema della famiglia, una storia che non solo riguarda Nine e la necessità di farle conoscere da dove proviene e nemmeno su Titania ma parte direttamente da sua madre, la nonna di Nine.  Tutto parte dalla donna e dalle scelte che hanno per sempre cambiato la vita di Titania e di conseguenza quella di Nine. Un segreto che unisce tre generazioni di donne, non solo perchè fanno parte della stessa famiglia ma perchè in qualche modo hanno tutte e tre avuto una vita molto simile, che le ha segnate nel profondo.

     

     

     

     

  25. Avatar
    Martina Buonagurelli dice:

    Questo libro mi è piaciuto perché affronta il tema del rapporto tra madre e figlia. Tutto il libro, infatti, racconta il difficile, ma allo stesso tempo forte legame che si crea tra nonna e mamma e mamma e figlia. La storia è narrata dalla mamma Titania che decide di raccontare alla figlia Nine di sedici anni acume decisioni fondamentali della sua mamma che inevitabilmente hanno cambiato la vita di tutti. Tutti questi succede in un capanno sulla riva di un lago. Proprio in questo capanno Nine conoscerà la vera storia di sua mamma, di shan nonna Rose-Aimée e dei suoi due zii Orion e Octo di cui tutti, compresa lei, non sapeva neanche l’esistenza. Titania racconta la sua storia, ambientata negli anni ‘70 e ‘80 e confessa alla figlia i suoi segreti, tra cui anche il suo vero nome. La storia è piena di sorprese e invoglia a scoprire cosa succederà più avanti. Il mio pensiero è che sia la nonna chen la mamma di Nine siamo due donne molto forti e coraggiose che per proteggere i proprio figli sono ricorse a bugie e segreti. Il titolo del romanzo “L’alba sarà grandiosa” rispecchia quello che succederà a Nine dopo tutte queste nuove scoperte, ossia il venire a sapere di avere un padre e una famiglia diversa e più numeronsa e anche di essere diventata abbastanza grande per ascoltare, da parte della madre, il racconto di tutto il suo passato.

  26. Avatar
    Valeria Rosca dice:

    Questo libro è stato interessante perché la ragazza ha la nostra età e il tempo della storia potrebbe essere anche attuale, potrebbe essere stato più interessante e coinvolgente se non fosse stato così lungo e pesante da leggere. Lo consiglio agli altri perchè comunque è una storia interessante da leggere e adatta alla nostra età. 

  27. Avatar
    Sofia De Mattia dice:

    Ho iniziato a leggere questo libro senza farmi troppe aspettative a riguardo, la trama non mi ispirava e sinceramente a primo impatto l’ho trovata monotona…ma come spesso si dice, mai giudicare un libro dalla copertina! Quindi procedo alla lettura…inizialmente la situazione un po’ misteriosa mi ha incuriosita ma andando avanti ho iniziato a trovare il tutto alquanto noioso…mi aspettavo chissà quali segreti sconcertanti da quel passato che tanto era stato nascosto da Titania a Nine e invece ne sono rimasta delusa, l’unica cosa che mi ha portato un po’ di interesse è stata la rivelazione riguardante il padre di Octo,Orion e   Titania, il resto della storia e tutti quegli avvenimenti raccontati sulla loro vita passata da piccoli non hanno attirato alcun attenzione da parte mia, anzi molte cose raccontate mi  sono sembrate alquanto inutili, ad esempio a me non interessa sapere ogni minimo spostamento che ha fatto la famiglia,posso capire le tappe fondamentali ma tutta questa odissea di spostamenti è seccante, e spesso a  causa di ciò mi sono ritrovata con la voglia di saltare pagine per andare a cercare qualche punto interessante.

    Rating: 2
  28. Avatar
    Emma Lepri dice:

    Il libro mi è piaciuto molto. Devo dire che all’inizio non mi aveva suscitato tanto interesse, ma andando avanti nella lettura sono riuscita ad entrare dentro la storia, ed è iniziato a scorrere bene. Mi sono inoltre rivista molto nell’atteggiamento utilizzato da Nine che  strappata dalla sua quotidianità e portata in un posto a lei sconosciuto,  Però mi sono rivista molto anche nella curiosità dopo che la Titania ha raccontato le prime vicende. In questo romanzo inoltre si vede molto bene il rapporto tra madre e figlia, cioè si vede molto bene che nonostante i conflitti, Titania e Nine siano molto legate. Si nota anche nel libro la differenza tra il loro rapporto e il rapporto tra la madre di   Titania e Titania, perché era una donna molto occupata sia con il lavoro che con i figli.

    Questo romanzo lo consiglio, perché è una piacevole lettura.

    Rating: 4
  29. Avatar
    Erika Maniscalchi dice:

    Questo romanzo racconta di quanto sia importante la famiglia e di tutte le cose che possiamo non sapere di essa.Il punto di vista che abbiamo in tutto il libro è quello della madre ma non solo abbiamo anche tutte le sue riflessioni e pensieri di quando era una bambina,ti porta a riflettere sui meccanismi della famiglia e del crescere.Nine nel frattempo è sempre più vogliosa di sapere ogni meccanismo della famiglia che pensava di conoscere.

    In tutte le pagine del romanzo abbiamo un concentrato di attesa,sospensione e mistero.Tutto questo porta nel lettore la voglia di continuare a leggere senza stancarsi mai.

     

  30. Avatar
    Susanna Panunzio dice:

    Una storia molto coinvolgente, mista di sentimenti e colpi di scena. L’alternarsi continuo di flashback e momenti presenti fa vivere ancora di più il viaggio nel passato che Titania ripercorrere con la mente. Una storia incredibile, assaporata e combattuta fino all’ultima pagina. Un capitolo tira l’altro, i racconti si susseguono lasciando quel misto di dubbio e suspense, fino a completare la storia come pezzi di un puzzle. Ricca di riferimenti conosciuti che gratificano il lettore. A tratti ti fa quasi piangere, a tratti sorridere. Il finale indirizza lo sguardo al futuro, come lo sguardo di Nine che, dopo una lunga notte e tante novità da accogliere nella sua vita, osserva estasiata i colori meravigliosi di un’alba. Una lettura che ti permette di uscire quasi completamente dal momento presente, e di proiettarti in quella capanna avvolta dal buio, lontana dalla realtà moderna e caotica.

  31. Avatar
    Denise Cavicchioli dice:

    Il libro di per sé mi è piaciuto, il linguaggio è scorrevole, la trama intrigante e durante la lettura non è manca la suspense! (il che mi ha stimolato a leggere). Tuttavia sono rimasta delusa dal finale essendo, a parer mio, come se non si fosse concluso realmente, lasciandomi con perplessità e domande.

    Rating: 3
  32. Avatar
    Alessia Lo bianco dice:

     

    L’alba sarà grandiosa è un romanzo la cui storia dura una sola notte, ma una notte che basterà a cambiare la vita della sedicenne Nine, protagonista del libro.

    Vive solo con la madre, unico parente della famiglia, o forse no.

    Era la sera del concerto di fine anno di scuola, quando la madre di Nine, Titania, decide di cambiare strada e  portarla in una capanna distante dal centro e dalla vita mondana vicino alla riva di un fiume.

    In quelle poche ma lunghe ore scopre che non è da sola con la madre, c’è una gran parte della famiglia che le ha sempre tenuto nascosto, così come la sua vera identità e del suo lavoro.

    Questo romanzo interessa non adolescenti ma anche i più grandi che con la loro fantasia immaginano che queste storie si riflettano su di loro, io compresa e soprattutto è basato su un rapporto familiare.

    È una trama molto scorrevole e semplice ma nello stesso tempo è misteriosa da lasciarti con il fiato sospeso.

     

    •  
  33. Avatar
    Ilaria Muca dice:

    Una vita intera raccontata in una notte;nulla sarà più come prima. Le ore passano, il racconto diventa sempre più intrigante e le pagine scorrono una dietro l'altra come travolte da una folata di vento. Una comune ragazza in cui potersi immedesimare e un passato pieno di avventure in cui immergersi e trarne una lezione. La frequenza di dialoghi diretti rendono piacevole e interessate la lettura la quale altrimenti sarebbe caratterizzata da una monotona narrazione.

    Rating: 4
  34. Avatar
    Martina Matteini dice:

    Quando pensi di sapere ogni cosa della tua famiglia in una notte tutto può cambiare. Questo è quello che succede a Nine, una ragazzina di 16 anni che viene misteriosamente portata dalla madre in una capanna vicino ad un lago.

    È un romanzo avvincente e noir che porta il lettore ad essere un detective per tutto il tempo. Mi è piaciuto molto perché l'alba è grandiosa…Il passato resuscita nel presente cambiando il futuro.

    Rating: 4
  35. Avatar
    Letizia Marranci dice:

    L'alba sarà grandiosa… E così è stata. 

    Credo che "grandioso" sia l'aggettivo più adatto per descrivere questo libro che, una volta chiuso, mi ha lasciata con un tornado di parole che frullavano nella mia mente, tra le quali stupendo, mozzafiato, emozionante erano solo alcune delle più vere.

    Voltata l'ultima pagina di questo libro nell'immediatezza ho sentito solo un grande senso di vuoto. Volevo tornare in quella capanna nel bosco, nascondermi ancora un po' nel suo accogliente calore e trascorrere un'altra notte scoprendo sempre, pagina dopo pagina, un tassello in più di quel complicato mosaico che è questo romanzo. Avevo voglia di abbracciare il dolce Orion, farmi fare un autografo da suo fratello Octo per poi osservare l'enigmatica Rose-Aimée, conoscerla, capirla. Volevo guardare in faccia Titania, o meglio Consolata, vederne l'espressione sollevata dopo essersi liberata di quel peso enorme che è la verità. Ma più di tutti volevo tuffarmi nel lago e nuotare fino all'isoletta con Nine, affrontare quel viaggio assieme a lei anche se, in un certo senso, l'ho fatto. Il libro è stato così appassionante, scorrevole e mozzafiato che ho provato sulla mia pelle l'ansia della protagonista, il suo desiderio di sapere sempre più di più, scoprire tutto ed aggiungere quell'ultimo tassello del mosaico che ne avrebbe finalmente rivelato l'immagine completa.

    Poi, invece, al termine del libro, si acceso in me solo un fortissimo fuoco, un qualcosa che cresceva nel mio petto e che alla fine si è fatto incontrollabile: il sentimento della soddisfazione. Sì, soddisfazione di aver letto con gusto un bel libro, vero, coinvolgente e che cercavo da tanto. Era da molto tempo che leggevo libri che, seppur molto profondi o interessanti, capaci di trasmettermi un messaggio, alla fine non mi lasciavano niente, libri che avevano rappresentato un bel viaggio ma niente di più. 

     

    In L'alba sarà grandiosa, invece, ho trovato qualcosa che stavo realmente cercando: una bella penna, dei profondi personaggi ed una storia stupenda.

    Credo che la storia, seppur raccontando di una famiglia disastrata, toccasse alcuni tra gli argomenti più delicati e umani che l'uomo possa affrontare, primo di tutti l'amore. L'amore che si può esprimere in modi diversi. Può essere travolgente e appassionato, come quello di una giovane Rose-aimè che, alla ricerca di un'avventura, trova ciò che stava cercando: un animo libero. L'amore può essere anche più dolce e costante, anche se inaspettato, come quello che va a crearsi tra Jain Ba o Vadim con i ragazzi. Ma l'amore si può anche manifestare in un modo del tutto non richiesto, spontaneo ed è per questo, a mio parere, uno dei più sinceri e profondi, uno di quelli per cui faresti tutto: l'amore di una madre per i propri figli.

    Questo non è evidentemente l'unico tema trattato nel libro ma credo, alla fine di Tutto, sia il più importante, vero e sempre attuale che lo rende ancora più vivo, permettendo ad ognuno di noi di riconoscersi in una di quelle tantissima forme di amore.

    La scrittura era semplice ma non per questo banale ed attraverso essa "La fata della suspence" ha saputo tenermi incollata alle pagine fino all'ultimo. 

    Rating: 5
  36. Avatar
    Noemi Ferraro dice:

         L’alba sarà grandiosa

                       Recensione 

    Una storia intrigante piena di misteri che forse verranno svelati.

    una storia su certi aspetti surreale, che in realtà tratta argomenti molto frequenti nella vita familiare delle persone. 

    Credo che sia un libro molto introspettivo, ricco di riflessioni e pensieri. Un modo di vedere la vita cangiante. 

    La fame di verità che prova Nine, la protagonista, credo che caratterizzi ognuno di noi. Il non soffermarsi sulle cose e il non riflettere su le scelte che poi hanno portato ad una determinata azione, ma sapere solo il prodotto finale che non è altro che la somma degli eventi della nostra vita. 

    Credo che sia un libro su cui riflettere perché nonostante abbia un tema ben preciso può portare a strade di riflessione su cui soffermarci. 

    Ricco di suspense e di flashback l’ho trovato molto interessante e vicino alla mia generazione in quanto, la protagonista ha più o meno la mia età e l’ambientazione non è surreale.

    per tanto mi sento in grado di consigliarlo sia come lettura personale che come lettura su cui affrontare un dibattito seguente.

  37. Avatar
    lizzy dice:

    E stato un libro molto bello e interessante, perché ti viene delle curiosità intense, l’interesse di sapere Chi è? Cosa succederà? Come finirà?… Ma c’erano delle parte complicate che si dovevano ristrutturare e capire per bene, ma c’erano anche parti senza senso e divertenti. Io questo libro lo consiglierei per le persone curiose e con grande interesse 😄

  38. Avatar
    Matteo Fornaini dice:

    Matriosche familiari

    La notte più lunga di una quasi-sedicenne non qualsiasi

    Nine è arrabbiata con la madre per averla rapita proprio il giorno della festa d'istituto. Non sa però che proprio durante quella notte in bianco, trascorsa in una capanna, la madre le svelerà la vera storia della sua famiglia.
    La donna infatti riconosce di aver nascosto la verità sul suo passato alla figlia così come sua madre aveva fatto con lei. Attraverso una serie di flashback le racconta ora tutta la sua incredibile storia.
    All'interno di una di queste analessi è la nonna che prende a sua volta la parola, dando vita così ad una curiosa struttura a cornice nel romanzo.

    Il libro è ben costruito, la storia è avvincente, numerosi i punti di spannung e il finale si chiude in modo piacevolmente inaspettato. Al guingere dell'alba Antonine ha scoperto di non conoscere davvero se stessa, tanto che si trova a riconsiderare tutto il suo mondo, dalla festa appena mancata al ragazzo di cui credeva di essere innamorata.

    Rating: 4
  39. Avatar
    Anna Puccioni dice:

     

     

    Visto la copertina e la trama sul libro , ero piena di aspettative per questo libro.  Qui entra in gioco il detto “Mai giudicare un libro dalla copertina”, ciò che ,ahimè, ho fatto.

    A mia opinione ,il libro andava troppo lento. Gli interi capitoli di soli flashback sono quelli che mi hanno rovinato la lettura.

    Ma non perché il concetto della storia fosse brutta,al contrario ,la trovò una fantastica idea, ma avrei preferito la presenza di più capitoli dove si raccontava il presente di Nine e di Titania.

    Un’altra cosa che mi turba tutt’ora è il finale: il fatto che il libro finisce in quel modo , credo dia noia alla maggior parte dei lettori di questo libro.

    Detto ciò non è un libro bruttissimo, solo non è il mio genere.

    Lo consiglierei a delle persone,soprattutto adolescenti, che voglio iniziare a leggere libri e non vogliono nulla di così tanto complicato,ma che ,allo stesso tempo , vogliono un libro che gli prenda tempo.

    Rating: 3
  40. Avatar
    Sanie Hoxha dice:

    Leggendo la trama non si riesce a immaginare ciò che si cela realmente. L’autrice ha saputo concentrare un intero libro in una sola notte raccontando una storia interessante, molto intrigante e per niente banale. Una madre porta la figlia in un posto segreto e lì le racconta tutta la sua vita a partire dal suo falso nome. All’inizio può sembrare un po’ noioso e uguale a tutti gli altri libri, in realtà svela una vita insolita. Leggendo, mi venivano in mente alcuni momenti della mia infanzia e della mia adolescenza e mi immedesimavo nel  personaggio. Non mi è piaciuto, però, che la narrazione venisse sempre interrotta dalla figlia; mi sarebbe piaciuta una narrazione più lineare. Mi aspettavo un finale diverso e per questo motivo l’ho trovato deludente e inaspettato. Comunque resta un libro ben riuscito e affine alle mie corde.

    Rating: 4
  41. Avatar
    Leonardo CIABATTI dice:

    Il libro e molto bello perché parla di una ragazza di sedici anni che non va alla festa del liceo , ma andrà in un lago a vedere l'alba e scoprirà delle cose del suo passato

    Rating: 5
  42. Avatar
    Chiara Pelacchi dice:

    La storia di Nine, anzi per meglio dire la storia della sua famiglia, mi ha appassionata molto: ero sempre curiosa di scoprire il continuo della storia e di conoscere i dettagli mancanti per completare il “puzzle”, per risolvere il mistero sul perché proprio quella notte la madre di Nine avesse deciso di raccontarle la verità sulla loro storia in quanto fino ad allora le aveva sempre mentito. L’ho trovato davvero coinvolgente e in pochi giorni sono riuscita  a finirlo poiché (ahimè) non è molto lungo ed è molto scorrevole appunto perché coinvolge il lettore e lo trattiene, capitolo per capitolo, non lasciandolo scollare dalla lettura.

    Ogni capitolo è collegato molto bene, nonostante l’alternanza di parti ambientate nella seconda metà del 1900 e altre ambientate nel 2000. La storia è infatti raccontata mediante la madre che, attraverso dei flashback, svela alla figlia tutto ciò che deve sapere. Ho trovato molto carina questa idea di alternare un capitolo al presente e uno al passato, ha reso la lettura ancor meno monotona.

    Nonostante tutto devo dire che, secondo me, ci sono parecchie incongruenze nella storia perché un bambino di cinque anni e mezzo non può saper leggere, scrivere e parlare con un linguaggio sofisticato come riesce a fare lo zio della protagonista, così come una bambina di 9 anni non può essere acuta e astuta come la madre della protagonista quando aveva quell’età, soprattutto tenendo conto che in questa storia non ci sono elementi sovrannaturali o fantastici perché intende essere verosimile. 

    Tralasciando questi dettagli se si riesce ad entrare dentro alla storia secondo me è veramente carina e piacevole da leggere, scorrevolissima e leggera. La consiglio vivamente a chiunque sia amante del mistero, perché dentro al libro c’è anche questo,  o stia cercando una semplice ma appassionante lettura. 

    Rating: 4
  43. Avatar
    Erik TURINI dice:

    l'alba sarà grandiosa

    questo racconto ci fa riflettere sul grande ruolo genitoriale, in specifico sul ruolo che ha una madre conil proprio figlio. nella diramazione della storia emerge un'altra verità che nine la figlia della scrittrice di gialli tatiana kaleman che una sera all'età di sedici anni gli rivela una verità che sua figlia non conosce. tatiana rivela a sua figlia il suo vero nome che è consolata e tutta la sua vita lasciando sua figlia nella confusione, rivelandogli dell'esistenza di una nonna e nonna e di due zii che fino ad allore non esistevano per la piccola nine che invece sapeva di non avere ne una nonna, morta prima della sua nascita, della storia fra sua madre e suo padre e che sua madre era figlia unica. la madre sceglie quella notte e quel luogo simbolico, una capanna in un bosco, perche la mattina del giorno seguente sarebbe venuta tutta la famiglia che nine pensava di non avere. la notte si divide in racconti alcuni cruenti e altri belli dellìinfanzia della madre, dei suoi fratelli, dei posti che hanno cambiato nel corso della loro vita, delle menzogne della madre di tatiana '' consolata'' per salvaguardare i propri figli. la capanna in mezzo al nulla venne realizzata come luogo di tranquillità e ritrovo della famiglia dove una notte fu raccontata tutta la verità ai figli fra qui consolata è simile alla stessa serata dove viene raccontata tutta la storia a nine, prima incredula ma poi sempre più curiosa della stroia che nasconde ogni genitore. la famiglia ha dovuto cambiare nome perchè il padre che prima di quella notte tutti e tre i fratelli pensavano fosse morto è un delinquente violento che malatrattava la madre e in tenera età anche tatiana li cercava perchè la mamma aveva rubato una grossa somma di denaro, ''soldi sporchi', 100 milioni di franchi per poi dileguarsi con i figli lontano costringendo all'età di sedici anni dei fratellli più piccoli e di tatiana di 21 anni di cambiare età e di separarsi ognuno con una parte dei soldi e con una nuova identità. i tre fratelli si incontravano solo in quella sperduta capanna lontano da tutto e tutti per palrare e stare insieme ogni vacanza per poi incontrarsi quel giorno dove avrebbero conosciuto annche nine. la nottata finisce con un'alba meravigliosa fatta di sole a verità che per certi versi fa male per nine, come sapere che suo padre e sua madre si sono separati per i soldi, visto che tatiana buttò nel lago la grossa quantità di soldi lasciando alle spalle il passato e quindi nine nacque già con i genitori separati. il messaggio della stroia fa riflettere sul ruolo della madre perchè come le loro figlie anche loro erano piccole e piene di domande fatte ai genitori, sul loro passato, e qualche volta se è troppo brutto inventano bugie per proteggere i figli e poi a una certa età gli rivelano la verità oppure lasciano che la bugia muoia con loro. in questo caso la verità è stata raccontata e per un figlio vedere una madre, che ai suoi occhi è un supereroe avere un passato cosi e sentirsi traditi perchè non gli viene detta la verità fa male. molte volte la verità è nascosta e noi figli non conosciamo bene il passato dei genitori, li conosciamo solo perchè ci crescono ma difficlmente parlano del loro passato o se lo fanno lo fanno in maniera vaga e avvolte mentono, per il nostro bene, parlando fa figlio secondo me è una cosa giusta perchè se non rivelano informazioni hanno i loro motivi anche se noi figli siamo cocciuti e vogliamo sapere e avvolte quando sappiamo vorremmo non sapere, come la classica frase'' voglio diventare grande'' e quando siamo grandi non vorremmo esserlo. nei panni di genitore aspetterei l'età giusta per mio figlio per raccontargli la mia vita sempre se vorrà saperla, a un certo punto le bugie fanno acqua e ti portano a delle decisioni chiavi sul rivelare o meno chi eri prima di diventare padre o madre, nel bene o nel male meglio dire la verità te in modo che tuo figlio venga a sentirla da altre fonti che magari sono sbagliate ma egli non ti crederà perchè gli hai mentito non dicendogliela te.questo libro mi ha colpito molto perchè una storia così potrebbe essere reale e potrebbe capitare a tutti sia nei panni del figlio o del genitore, fa riflettere perchè pone i genitori come persone normali, con sbagli commessi e non come eroi infallibili come li descriviamo noi figli.

     

    consiglio questa lettura a tutti

  44. Avatar
    Fiammetta Flores dice:

    "Mai giudicare un libro dalla copertina" mi dice sempre un' amica, ed ha ragione perchè questo libro è stato una vera e propria scoperta per me! Ammetto che dalla trama mi era sembrato subito uno di quei romanzi per teenagers in stile sdolcinato oppure fantasy, mi sono ricreduta quando mi sono accorta che quel libro "sdolcinato/melenso" come lo avevo giudicato all'inizio mi stava completamente rapendo e affascinando. La storia è ben fatta e ben costruita, come una serie tv con una trama avvincente che ti costringe a vederla tutta e subito nonostante siano 10 episodi per sapere come va a finire o chi sia l'assassino.

    La protagonista è Nine, una semplice ragazza parigina di 16 anni che, come tutti i ragazzi a quell'età, ha voglia di emergere e farsi capire dagli altri. Sua madre Titania in una SOLA notte le racconterà TUTTE le vicende del suo passato e così Nine verrà a scoprire che ha dei parenti davvero fuori dal comune. Questi parenti misteriosi Nine li conoscerà solo attraverso le parole della madre e se li immaginerà come supereroi, in realtà scopriremo alla fine che sono persone comuni e che la protagonista non avrà il coraggio di incontrare, almeno così fa intendere la scrittrice lasciandoci con il dubbio se questo incontro ci sarà mai.

    In particolare, questo romanzo mi ha interessato molto poichè narra le vicende a cavallo tra il passato e il presente di una famiglia composta solo da una madre con i suoi 3 figli: sono molto uniti dato che il tempo e le vicende accadute rendono il loro legame molto stretto, proteggendosi l'uno con l'altro e questo mi è particolarmente piaciuto!

    Per concludere, consiglierei questo libro a tutte quelle persone in cerca di letture non tanto evasive quanto profonde perchè indagano i sentimenti e i legami fra le persone. L'autrice Bondoux è riuscita a scrivere una storia sorprendente nella sua semplicità, dalla narrazione fluida e veloce che cattura il lettore dalla prima all'ultima pagina.

    Fiammetta Flores

    Rating: 5
  45. Avatar
    Sara Borghi dice:

    In questo romanzo si ha il confronto tra tre diverse generazione legate da una lunga storia che viene finalmente svelata. L'autrice offre al lettore un grande panoramica su situazioni della vita di tutti i giorni, quali i rapporti umani tra familiari, la difficoltà sul crescere ed educare i figli, la difficoltà stessa di essere figlio e subire le azionI dei genitori, e la figura sempre latente o trasversale dei padri. La cosa che accomuna queste tre donne è l'amore. Tutte hanno saputo amare e mettere al primo posto il benessere delle persone a cui tengono, anche se questo a portato ad abbandonarle o a mentirgli per anni. Tre vite vissute nel trarre del bene da continue situazioni disastrose, molte volte sbagliando ma facendolo sempre per amore e protezione. 

  46. Avatar
    Hysen Gjini dice:

    Questo libro parla di una ragazza di 16 anni, che vorrebbe andare a un ballo scolastico ma la madre della ragazza la porta in un cappana, dove li racconta tutto sulla famiglia, infatti non sapeva niente di suo padre le avevano detto che era morto buttandosi con il paracadute ma non era così. La madre li racconta anche di Octo, Orion e Rose Aimee dei nomi che la madre continua a pronunciare sempre. Rose Aimee era nata prima della guerra proveniva da una famiglia di origini signorili borghese.

    COMMENTO:

    Bel libro parla di quanto può essere complicato e intreccetto un legame familiare e di quanto può essere complicato fare il genitore. 

     

    Rating: 5
  47. Avatar
    Xheni Elezi dice:

    Nel libro“L'alba sarà grandiosa” Titania (Consolata) racconta in una sola notte la storia della sua vita alla figlia Nine in una casa sul lago lontana dalla città di Parigi. In quella sera Nine capisce che la madre le ha mentito riguardo le sue origini e la sua famiglia; scopre di avere una nonna viva, Rose-Aimée, e due zii, Orion e Octo.

    Quella notte è ricca di rivelazioni che cambiano completamente la vita di Nine, scopre quella che è stata la dura vita della nonna e della madre costrette a dover scappare e allontanarsi per molto tempo. Il libro è stato molto bello, soprattutto perché Nine ha avuto la possibilità di capire la vita della madre che è sempre stata una donna riservata. Ciò che mi è dispiaciuto è che il libro non sia finito con l'incontro di Nine con i componenti della famiglia a lei sconosciuti come si credeva avrebbe fatto sin dall'inizio del libro, sarebbe stato bello sapere quali sarebbero stati i comportamenti o le domande che si sarebbero potuti porre.

    Leggendo questo libro ho provato gioia, tristezza, rabbia e sorpresa, è stato un mix di emozioni che mi sono portata dentro fino all'ultima pagina.

    Da questo libro ho imparato che bisogna cercare sempre di farcela da soli, bisogna essere indipendenti e mai aspettare un colpo di fortuna.

    Rating: 4
  48. Avatar
    Riccardo Chiarini dice:

    Libro carino e adatto a tutti. La storia, che sin dalle prime pagine cattura il lettore, è molto bella e coinvolgente. Mi è piaciuto moltissimo la suspense che si crea dall’inizio del libro fino alla fine. La storia è curata nei minimi dettagli e tutto è descritto in modo chiarissimo. Fosse per questa parte avrei dato il massimo del punteggio. Soltanto che il finale, si, il finale ☹!Non mi è piaciuto per niente, ma proprio per niente!. Non capisco perché, dopo il racconto quasi infinito della madre, proprio nel momento forse più bello e più interessante, quando finalmente avresti avuto delle risposte a tutte le domande che ti frullavano per la testa, Nine se ne va via, non incontra i parenti e il libro finisce con un nulla di fatto. Il libro si chiama “l’alba sarà grandiosa”, ma dico io, con un finale così, è tutt’altro che grandioso! Ho deciso di dare 3 su 5 perché la parte iniziale mi ha molto coinvolto.

    Rating: 3
  49. Avatar
    Massimiliano Berlincioni dice:

    Questo libro è molto interessante perché narra di una storia che attrae il lettore fin da subito e la descrive nei minimi dettagli. Una cosa molto carina che ho riscontrato nel leggere il libro è stato l’alternarsi di momenti di narrazione della storia (flashback) e momenti nei quali si ritorna al dialogo tra Nine e Titania.

    L’autrice crea molta suspance nel narrare la storia e questo mi ha stimolato a leggere con ancor più passione il libro.

    La cosa che mi è piaciuta di men di questo libro è stato il finale del libro perché volevo sapere le dinamiche dell’incontro tra membri della famiglia e invece l’autrice ha deciso di lasciarci nella suspance. Comunque questo libro mi è piaciuto.

    Rating: 4
  50. Avatar
    Giulio Accardo dice:

    L’alba sarà grandiosa è un libro molto interessante e originale. Fin dalle prime pagine mi sono appassionato alla storia di Nine e del racconto della vita della madre Titania.

    Il tema del libro penso che sia molto bello perché la situazione familiare di Nine e di sua madre è frequente anche ai giorni nostri.

    Il libro parla di Nine e la madre Titania che si ritirano dal pomeriggio fino alla mattina in una casa di legno nelle campagne della Francia intorno a Parigi in cui finalmente Nine verrà a conoscenza della vera storia della sua famiglia perché fino a quel momento le erano state raccontate solo storie inventate. Titania aveva deciso che era arrivato il momento di dirle la verità.

    Cosi farà perché le parlerà dei primi vent’anni della sua vita, di tutti i problemi che aveva dovuto affrontare. La storia di Titania è molto complicata perché nasce da una mamma che si prende cura di lei ma da un padre volgare e offensivo verso la madre Rose-Aimèe la quale dopo tre duri anni riuscirà finalmente ad andarsene da quest’uomo. Oltre che volgare non fu nemmeno un buon padre perché oltre a Titania ebbe da Rose-Aimèe altri due figli, Octo e Orion, dei quali non si prese mai cura.

    Dopo questa esperienza avrà altre due relazioni con due uomini fino a quando non comprerà la casa in riva al lago dove Titania racconta la sua storia alla figlia Nine.

    Anche Nine possiamo dire che abbia avuto una storia tipo quella della mamma perché appena nata i suoi genitori si lasciarono e quindi Nine è arrivata fino all’età di 16 anni senza una figura di padre presente e senza sapere la vera storia della madre.

    Mi piace molto come durante il racconto il libro passi da un capitolo in cui parla della storia della vita della famiglia a un’altro in cui parla del momento emotivamente duro che Titania e Nine stavano passando.

    Una fra le tanti parti che mi hanno stupito è il finale perché non è un finale scontato che ognuno si può aspettare leggendo il libro, ma penso proprio che sia quel tipo di finale che ti lascia a bocca aperta e ti fa rimanere il desiderio di rileggere il libro. Se devo dire la verità arrivato alla fine mi è quasi dispiaciuto di averlo finito!

     

     

    Rating: 5
  51. Avatar
    Gabriele Orsini Federici dice:

    L'autrice francese, nata nel 1971, coltiva sin dall'infanzia la sua passione per la scrittura; nel 2000 decide di dedicarsi esclusivamente alla narrativa, ricevendo numerosi premi.

    Una matassa di segreti che si srotolano in una notte, trent'anni di segreti improvvisamente prendono corpo quando Titania decide di rendere partecipe la figlia delle complesse vicende della sua vita passata che, nelle pagine del libro, riemergono ad una ad una.

    Un copione, il suo, che si ripete attraverso una scelta uguale a quella che, molti anni prima, aveva vista protagonista non come narratrice ma come uditrice.

    Descrittivo nei luoghi e nei sentimenti, con un linguaggio semplice e fluido, induce il lettore ad immedesimarsi nelle situazioni che vedono i protagonisti alle prese con le problematiche dell’esistenza.

    Una lettura consigliabile ad un vasto pubblico che va dai giovanissimi ai più anziani, con un meraviglioso lago come sfondo ed il meraviglioso coraggio delle donne che percorre tutta la narrazione.

    Rating: 4
  52. Avatar
    Laura Wu dice:

    Un romanzo sui segreti famigliari, sul passato della madre (della quale Nine non ha saputo mai più di tanto) e della capanna dove trascorreranno questa incredibile e indimenticabile nottata. Insieme ai litigi che nascono lungo la strada e nella capanna, Nine scoprirà quello che non si sarebbe mai aspettata di sentire in questi 16 anni della sua vita, e avrà difficoltà ad ingoiare tutta la storia, si sente tradita per le bugie che Titania le ha raccontato fin'ora sebbene sia sua figlia. Nine che non sapeva nemmeno il vero nome della madre, Consolata.

    Ma ora Titania è pronta a raccontarle tutto, del suo passato, del padre di Nine e di Rose-Aimée, Octo e Orion. E non sarà solo Nine a fantasare sul padre che non fa parte della sua vita perchè anche Titania si è ritrovata nella stessa situazione di Nine e non solo, anche Consolata è stata rapita nello stesso modo dalla madre al fine di essergli raccontata tutta la vita di Rose-Aimée. 

    Ma tutto questo è troppo per Nine, vuole tempo per riflettere e digestire tutto. Non si sente ancora pronta ad incontare i nuovi membri della sua famiglia. 

     

    Rating: 5
  53. Avatar
    Angela Zheng dice:

     

     

    Dopo ogni tramonto il sole risorgerà

    “L’alba sarà grandiosa” è il nome del bellissimo libro di Anne-Laure Bondoux. Racconta di Nine sedicenne e soprattutto della sua madre Titania che in una notte svela il proprio passato. Nella capanna sul lago Nine conoscerà attraverso il racconto della madre, le persone che avevano caratterizzato l’infazia di Titania o meglio Consolata. Scoprirà l’esistenza della sua famiglia e il motivo perchè il tutto venne nascosto con cautela trent’anni fa nella stessa capanna. Conoscerà le avventure e disavventure di Consolata,Octo,Orion e Rose-aimée, le loro passioni,obiettivi e la loro tenacia. Il libro è molto bello con un intreccio che attira l’attenzione del lettore, semplice allo stesso tempo appassionante. Mi sono piaciuti i dialoghi tra la madre e figlia e il realismo della storia. Consiglio soprattutto ai ragazzi di leggere questo libro per la trama e la brillantezza di personaggi.

    Rating: 4

    Rating: 4
  54. Avatar
    Nadia Aprigliano dice:

    Nine è una ragazza di sedici anni che, proprio nel giorno della tanto attesa festa del liceo, viene costretta dalla madre ad andare insieme a lei in una capanna isolata sulla riva di un lago per poterle raccontare la vera storia della sua famiglia. In questo romanzo ogni cosa della vita di Nine viene messa in discussione, a partire dalla fiducia nella madre della quale la ragazza credeva di sapere tutto, e dal padre che lei non ha mai conosciuto, del quale però la narratrice non parla molto. Questo libro mi ha insegnato che la propria identità non è dovuta solo alla storia personale e a ciò che è successo prima della propria nascita, ma soprattutto a quello che ognuno decide di essere e alle scelte che fa nel corso della sua vita. A volte però alcune persone rimangono legate a ciò che è accaduto in passato per tutta la vita, influenzando così se stessi e i propri cari. I temi affrontati dall’autrice sono il rapporto tra genitori e figli, l’amore, la crescita, bugie e segreti, verità nascoste e le difficoltà di crescere i propri figli, ma anche quelle di essere figli e genitori . Le due protagoniste, Nine e sua madre, sono due donne molto simili per alcuni aspetti e molto diverse per altri ma che in fondo sono molto legate tra loro anche se a volte ci sono piccoli conflitti. Credo che le parti più interessanti del romanzo siano le accurate descrizioni dell’ambiente, delle passioni e dei sentimenti dei personaggi che l’autrice fa nel corso di tutto il libro. Questo romanzo, essendo pieno di colpi di scena, presenti in ogni parte del libro, è molto veloce da leggere. Dopo aver scoperto un solo particolare della storia che Titania racconta a sua figlia, senti il bisogno di continuare a leggerlo per scoprire qualcosa di più sulla misteriosa vita della madre e della nonna di Nine.

    Rating: 4
  55. Avatar
    Bianca Pierpaoli dice:

    Il libro “L’alba sarà grandiosa” di Anne-Laure Bondoux è un libro molto completo su tutti i punti di vista tranne che per un punto, che terrei a specificare, cioè la trama. Ovviamente è molto difficile scrivere un libro basato interamente su un’unica notte, ma secondo me in questo modo si rischia di annoiare il lettore. Cosa che  a me è successa perché nonostante la scrittura facile e scorrevole ho trovato la storia molto noiosa, anche se i capitoli si alternano, da parti in cui la nonna di Nine (la protagonista ) racconta la sua vita da parti di dialogo tra Nine e sua nonna. Comunque  nel complesso è un bel libro anche se non è il mio genere, e lo consiglierei a persone a cui non piacciono storie di avventure ma che mirano a letture più semplici e leggere.

    Rating: 2
  56. Avatar
    Antonio Di Lorenzo dice:

    Nine non vede l'ora di andare al ballo della scuola, ma purtroppo non ci andrà, la madre la porterò in un luogo segreto, Nine non passerà di certo una notte a ballare ma resterà un'intera notte ad ascoltare la madre che gli narra la storia della sua famiglia, dove si creeranno numerose domande, numerose risposte e numerosi colpi di scena. Una incredibile storia tenuta nascosta per molto tempo ed è arrivato il momento di svelarla.

    Rating: 4
  57. Avatar
    Ylenia Scupola dice:

     

     

    Questo libro racconta una storia che dura una notte,di una madre scrittrice,Titania,e di sua figlia sedicenne,Nine;

    Un’avventura che partirà alle prime ore della sera e si concluderà il mattino del giorno dopo;Nine una ragazza arrabbiata con sua madre perché non gli ha fatto passare una delle serate più importanti del liceo,il ballo scolastico,portandola in macchina in un luogo a lei sconosciuto e senza sapere il motivo della partenza,anche se la ragazza non lo sa ancora tutto quel viaggio la porterà in dietro di trent’anni,facendole scoprire la vera identità di sua madre e degli ospiti che le raggiungeranno in quella capanna dispersa nel nulla accanto ad un lago.

    Titania racconterà alla propria figlia la sua vera storia,una storia che la porterà a conoscenza della sua famiglia e la narra alla propria figlia come solo una scrittrice può fare.

    Questo romanzo tocca vari aspetti,come il rapporto tra gli adulti e il mondo dei ragazzi e la famiglia;fa capire come una donna ha affrontato una vita difficile,tra incidenti non voluti,nuovi padri,il marito padre di Nine e molto altro,e di come ha aspettato il momento “adatto” per raccontare tutto alla figlia che inizialmente non é interessata ma bensì si sente presa in giro dalla madre perché in tutti gli anni gli ha mentito,ma poi qualcosa cambia e insinua la curiosità,la voglia di sapere e di capire chi é sua madre e la sua nuova famiglia appena scoperta.

    L’alba sarà grandiosa è un libro adatto a tutte le età,sia per come è scritto e per le tematiche affrontante.

    Molto bello da leggere in tranquillità e senza fretta.

    Rating: 5

    Rating: 5
  58. Avatar
    Beatrice Blasi dice:

    Una storia dentro un’altra

    “L'alba sarà grandiosa” è un libro scritto da Anne-Laure Bondoux che racconta le vicende durante una notte d'estate, tra Nine, una ragazza di sedici anni e Titania, sua madre.

    Boundoux decide di creare una storia ambientata nel presente, divisa a sua volta in un'altra, antecedente a questa.

    All'inizio del romanzo la donna porta la figlia in una capanna sperduta in montagna, dove le racconta i segreti più oscuri della sua origine e quella dei suoi parenti, che fino ad ora non conosceva.

    L'autrice costruisce la storia di questa famiglia in modo quasi surreale, i personaggi però sono veri, passionali, hanno un carattere forte, ognuno di loro ha un obbiettivo che anche dopo tutte le loro discordie raggiungono. Portano ad una riflessione della vita e, del suo continuo scorrere senza fermarsi.

     

  59. Avatar
    Giovanni Mugnaini dice:

    È un libro scritto da Anne -Laure Bondoux, autrice francese moderna. Il racconto è ambientato nei giorni d’oggi è inizia nel classico momento in cui un tuo genitore -in questo caso la mamma della protagonista ( Nine ) di nome Titania – rovina una serata che poteva essere tra le più belle della tua vita, venendoti a prendere dopo una favolosa festa in piscina e portandoti via senza spiegare il motivo.       Ma per Nine quella serata, o meglio, quella notte, sarà la più importante della sua vita, dove conoscerà la storia della vita di sua mamma, di sua nonna – fino a quella notte sconosciuta – e dove conoscerà le vere identità di tutti i suoi parenti sconosciuti compresa quella del padre.                                      Questo racconto è molto avvincente, pieno di suspance. Riesce a far coinvolgere il lettore da parole semplici, usate nella vita quotidiana di una qualunque famiglia. Il lettore, o perlomeno, io, sono stato così tanto inglobato dalla storia, che adesso, mi sento anche un parente della famiglia di Nine. Come spesso accade, però, nessun libro è perfetto. Infatti in questo racconto il finale è un po’ deludente. Sembra quasi scritto in fretta e furia e alla fine si interrompe proprio nel momento in cui tu, lettore, non vorresti che finisse. Le quattro stelle sono meritatissime. Questo libro Rientra fra i migliori che ho letto perché, io, come Nine, Non vedevo l’ora di sapere tutto sulla sua storia, e quella di tutta la sua famiglia. Questo libro lo consiglierei a tutti, e vedrete che dopo una lunga notte, l’alba sarà grandiosa.

    Rating: 4
  60. Avatar
    azzurra lotti dice:

    La lettura di questo libro mi ha appassionato davvero molto, infatti mano a mano che scorrevo le pagine il racconto si faceva sempre più interessante e la mia voglia di leggerlo aumentava.

    Sicuramente un primo elemento che mi è piaciuto molto della storia è proprio la vicinanza di età con Nine, la protagonista, fatto che mi ha permesso di immedesimarmi nella sua persona, e che mi ha portata a pensare come avrei potuto reagire io nella sua stessa situazione. Un altro fattore che senza dubbio ha contribuito a farmi appassionare alla storia è proprio la suspense, infatti a partire dal momento in cui la macchina della madre di Nine imbocca il sentiero per arrivare alla capanna sul lago, è tutto un andirivieni di momenti di tensione alternati a momenti di tranquillità.

    La narrazione del libro è scandita in capitoli che ripercorrono in parallelo le ore della notte che scorrono e gli anni della vita della madre. Questo effetto che ha voluto creare la scrittrice mi è piaciuto molto, poiché ho potuto conoscere a fondo sia il personaggio di Nine, e quindi i tratti tipici del suo carattere, sia sua madre, in particolare le avventure che ha vissuto.

    L’unica parte della storia che forse mi sarebbe piaciuta di più se fosse stata diversa è quella iniziale. Secondo me la reazione di Nine alla decisione della madre di portarla in questo sconosciuto viene descritta troppo superficialmente, avrei apprezzato di più se nel libro ci fosse stata una pagina completamente dedicata ai suoi pensieri, esteriori ed interiori. Sicuramente “l’alba sarà grandiosa” è un libro che riesce a farti stare sveglia tutta la notte per leggerlo, sapendo che comunque è difficile non cedere al sonno ma con la consapevolezza di ciò che ci aspetta alla mattina, uno spettacolo meraviglioso  che non si può dimenticare: l’alba.

  61. Avatar
    emma lepri dice:

     

    All’inizio di questo libro ho incontrato l’adolescente di questo periodo: piuttosto capriccioso, sicuro dell’idea di essere la persona più sfortunata della terra, e immancabilmente l’attaccamento al cellulare. Oltre a questo leggendo mi sono resa conto della capacità dell’autore di far immedesimare il lettore nel protagonista del libro. O per lo meno, io da adolescente mi ci sono rispecchiata benissimo. La storia è avvincente in modo incredibile: la bravura dell’autore a giocare con la suspense  non ti fa mai stancare di leggere e, sempre da modesta liceale, l’uso delle parole è d’aiuto per immaginarsi  i luoghi e i personaggi al meglio. La storia, oltre a questo, è anche molto appassionante e piena di creatività. Questo romanzo quindi, per ovvi motivi, lo consiglio a chiunque abbia voglia di divertirsi e ritrovarsi nelle pagine di un libro.

  62. Avatar
    Irma Mejric dice:

    Partite dal presupposto di avere sedici anni. È un giorno molto importante per voi, perché dovete andare ad una festa con tutti i vostri amici e sì, c’è anche la persona che vi piace. Ma vostra madre decide di portarvi in un luogo sperduto, davanti a un lago e che peraltro senza connessione. Cosa fate? Una ragazza di sedici anni si arrabbierebbe, ed è esattamente ciò che fa Nine, mentre sua madre si prepara per parlarle di un argomento delicato, ma soprattutto decide di dirle la sua vera identità. Perché alla fine siamo noi a scegliere chi essere e non la storia della nostra vita. Quindi sì, l’alba sarà grandiosa perché conosceremo noi stessi. 

    Rating: 4
  63. Avatar
    Elena Mugnaini dice:

    Una storia nuova. L’arrivo di nuove persone fino ad allora sconosciute nella propria vita.

    La protagonista di questo appassionante e intrigante libro viene a conoscenza della sua vera vita e di quella della madre.

    È un romanzo che ti prende e non ti lascia fino alla fine. L’unione del racconto di fatti avvenuti nel passato e quelli del presente lo ha reso più scorrevole e facile da seguire. Nella storia vi sono molti colpi di scena e parti che portano a riflettere, per esempio sul rapporto tra madre e figlia. Questo è ripreso sia nella storia di Nine, una ragazza di sedici anni, e la madre ma anche nel rapporto di questa con la sua famiglia.

    L’unico particolare che mi sarei aspettata diversamente è il finale. Mi ero immaginata la scena dell’incontro con i familiari, finalmente dopo tanto tempo, mentre invece ciò non è descritto, lasciando nel lettore un senso di vuoto per non essere venuto a conoscenza di come questo si sarebbe svolto.

    In generale, il libro mi è piaciuto molto, soprattutto il modo in cui è organizzato, con le varie ore e date, e la storia molto articolata descritta al suo interno.

    Rating: 4
  64. Avatar
    Matilde Giuliani dice:

    È un libro molto interessante, che attraverso il racconto di una verità nascosta evidenzia in modo coinvolgente il cambiamento nel rapporto madre figlia; che fino a quel momento era stato condizionato dal segreto.

     

    Rating: 2
  65. Avatar
    beatricegigli1@gmail.com dice:

    Le scelte dei genitori possono condizionare in modo pesante la vita dei figli, questo l’insegnamento che si ottiene dalla lettura del libro.

    L’Autrice racconta la storia di una ragazza, che sul finire dell’adolescenza, finalmente riesce ad avere dalla madre la verità sul suo passato.

    Una storia in cui si intrecciano una serie di scelte fatte in nome dell’amore.

  66. Avatar
    alessia iglio dice:

    Questa sera per lei non sarà come tutte le altre. 

     

    Nine ha sedici anni, non sa niente della sua storia, di quella del padre, di quella della madre. 

    Nine si troverà catapultata in una notte di confessioni. Titania, Consolata, mamma, o chiunque sia ha deciso che quella notte le avrebbe raccontato tutta la verità.

    Il tempo non basta, ha solo una notte per raccontarle una vita, anzi, quattro vite, la sua, quella dei due fratello e soprattutto della madre.

    Lettura appassionante e ricca di suspance dove il filo conduttore è l'amore, che sia malato, vero o per convenzione.

    Immancabile l'immedesimazione in Nine di noi ragazzi, dopo un silenzio lungo trent'anni perchè proprio quella sera, la sera del ballo, Titania avrebbe dovuto raccontarle la sua storia? Non avrebbe potuto farlo il giorno dopo? Acuta osservazione che troverà giustificazione nel corso della narrazione, noi con Nine e lei con noi.

    Rating: 4
  67. Avatar
    Emma Cellini dice:

    L'alba sarà grandiosa è un libro di Anne-Laure Bondoux che parla di questa ragazza sedicenne Nine, che durante la sera del ballo scolastico viene trascinata dalla madre in una vecchia capanna isolata, dove andrà incontro a una notte di rivelazioni. È arrivato il momento per Nine di conoscere il passato di sua madre e la sua storia. Questo libro mi è piaciuto molto perché è una storia molto intrigante e coinvolgente, anche se può sembrare un semplice racconto del passato che una madre racconta alla figlia non è così perché appunto questa storia non manca di colpi di scena. La cosa che ho preferito di questo libro è la complicità e il legame di Nine con la madre che traspare in tutte le pagine. Questo libro lo consiglio sia ai ragazzi che agli adulti perché pur essendo scritto in modo semplice (quindi più consigliabile a un pubblico di ragazzi) non è assolutamente da sottovalutare.

    Rating: 3
  68. Avatar
    camipolle@gmail.com dice:

    Questo libro mi ha molto appassionata, posso infatti dire che l'ho praticamente "divorato"! La storia scorreva e non si faceva alcuna fatica a leggerlo. Avendo la stessa età della protagonista, Nine, ho provato ad immedesimarmi in lei e questo ha reso più interessante ed intrigante la lettura. Lo consiglio vivamente a tutti.

  69. Avatar
    Marta Wilcox dice:

    Un'unica notte una marea di sentimenti e rivelazioni. Un'unica notte ma una storia così lunga da narrare; potrà la piccola (ma non troppo) Nine scoprire la storia della sua famiglia? Chi dovrà incontrare all'alba? Una storia narrata dal presente verso il passato alla ricerca di nuovi ricordi da spolverare e alla ricerca di altri che invece erano stati del tutto racchiusi proprio per paura degli stessi. Niente di sicuro… tranne che l'alba sarà sicuramente grandiosa.

    Rating: 4
  70. Avatar
    Irene Serio dice:

    Nel romanzo ci troviamo davanti a ben tre generazioni di donne che in alcuni aspetti si somigliano, mentre per altri differiscono totalmente.

    Ma hanno una grande dote in comune: la capacità di amare e di mettere prima di ogni cosa il benessere delle persone a cui tengono, anche se questo può significare doverle abbandonare o dovergli mentire per molti anni.

    L'alba sarà grandiosa è stare svegli tuta la notte, sapendo che è difficile non cedere al sonno, ma avendo ben chiaro che quello che ci aspetta alla mattina è uno spettacolo meraviglioso che non si può dimenticare 

  71. Avatar
    Laura Cirella dice:

    È un romanzo che fa riflettere sulla famiglia e sul rapporto tra madre e figlia. Nine all’inizio non ne voleva sapere nulla di questa misteriosa storia che le voleva raccontate sua madre, ma poi diventa curiosa e vuole conoscere la storia che le è sempre stata nascosta. Il mio personaggio preferito è Nine, avendo un carattere simile al mio. È un libro molto interessante che consiglio a tutti di leggere, soprattutto agli adolescenti. 

  72. Avatar
    Ginevra Ceccantini dice:

    È un romanzo che mi ha colpito molto. In una notte che non ti aspetteresti mai tutta la tua vita può cambiare, esplodendo nella tua vita come un meteorite. L'inizio del libro è un po' lento, ma quando si inizia a leggerlo poi non si vuole può smettere…scoprendo per filo e per segno la vera storia di quella ragazza Nine e la madre. 

    Rating: 4
  73. Avatar
    Aurora romeo dice:

     

    L’alba sarà grandiosa!!! Gia dal titolo a me personalmente mi ispira tantissimo, mi fa viaggiare con la fantasia, cosa succederà di così eclatante all’alba?! Così come il titolo, il racconto ti fa passare tante domande per la testa “e ora cosa succede?” “Perché ha fatto questo? Perché si è comportata il quel modo? Perché?….”, una tempesta di emozioni che ti assalgono…si legge pagina dopo pagina senza riuscire a fermarsi fino alla fine quando emozioni e domande si placano…

  74. Avatar
    Sovann Vitellozzi dice:

     

     

    4 stelle meritatissime

    Il libro è scritto in una maniera davvero accantivante e scorrevole.Ogni capitolo indica un periodo temporale esteso per due giorni.

    Adoro il modo in cui è stato strutturato questo romanzo, sin dalle prime pagine ho avuto un certo interesse a proseguire la storia.

    Pur essendo un ragazzo ho apprezzato molto il modo in cui Anne-Laure Bondoux, la scrittrice del romanzo, ha coinvolto il pensiero dei personaggi femminili nella storia.

    La protagonista, Nine, è una ragazza adolescente di circa la mia età (16 anni).

    Amo il come la scrittrice sia riuscita a creare una sorta di storia nella storia: nel presente c’è Nine che viene obbligata dalla madre Titania ad andare con lei in un posto sperduto e lontano dal mondo invece che andare alla festa di fine anno dell liceo, invece nel passato è Titania a raccontare la sua avventura e come tutto è cambiato.

    Questo romanzo tratta l’amore, non un amore qualsiasi ma un amore tra madre e figlia.

    In questo caso ci sono tre diverse generazioni di donne che in alcuni aspetti si assomigliano, mentre per altri differiscono totalmente.

    Ma hanno una grande dote in comune: la capacità di amre e mettere prima di ogni cosa il benessere delle persone a cui tengono, anche se questo può significare doverle abbandonare o doverle mentire per molti motivi.

    IN CONCLUSIONE posso dire che il libro mi è sembrato davvero interessate; la scrittrice ha fatto un buon lavoro per tener vivo l’interesse del lettore aumentando la curiosità a quasi ogni capitolo. 

    Consiglio la lettura alle giovani donne che sono alla ricerca dell’amore materno che non lo trovano più o che non credono più nella sua esistenza.

    Ma penso che anche a noi maschietti possa interessare questo romanzo.

    Rating: 4

    Rating: 4
  75. Avatar
    mattia Petruccioli dice:

    Ho trovato "L'alba sarà grandiosa" un libro particolarmente ispirato, capace di farti avere la sua attenzione fino alla conclusione, molto intelligente è stata anche la scelta dell'autore di non rivelare il grande colpo di scena immediatamente, ma in piccole dosi per tutta la durata del romanzo.Lo stile di scrittura è molto semplice ed i temi trattati sono molto profondi, i rapporti tra i protagonisti ed i protagonisti stessi sono stati ben caratterizzati…il finale invece lascia spazio alla fantasia ed anche questa secondo me è una cosa molto intelligente del libro.

    Rating: 4
  76. Avatar
    Viola Cavani dice:

    Piccoli gesti.

    "L'alba sarà grandiosa" è un romanzo ad intreccio che parla di Nine che non conosce la verità sulla sua famiglia ed in una lunga notte sua madre le racconta tutto, ogni cosa, ogni dettaglio. Quello che colpisce è la semplicità e la scioltezza con cui Titania le racconta tutto nonostante nel suo cuore scalpitino tante emozioni, perchè comunque non è facile raccontare ad una ragazza di sedici anni la verità dopo una vita di bugie. Di questo libro colpisce l'interiorità dei personaggi perchè la scrittrice riesce a descrivere molto bene i loro sentimenti anche solo dal racconto delle piccole azioni.

  77. Avatar
    Emma Franchini dice:

    Tutti almeno una volta nella vita abbiamo immaginato ( e segretamente sperato) di avere una famiglia tenutaci all'oscuro perché la verità era troppo pericolosa per conviverci. Cosa accadrebbe se questa nostra fantasia si trasformasse in realtà? 

    E' quello che succede alla protagonista di questo libro , quando la sera prima del ballo scolastico, dopo gli allenamenti di nuoto, sua mamma la porta in una casetta da anni disabitata in riva a un lago a ore di distanza da casa sua , per raccontarle di quella famiglia stravagante e nomade in cui è cresciuta e che ha dovuto tenere nascosta, con una storia lunga fino all'alba. Una storia che ci incolla alla pagina, che ci rende impossibile smettere di leggere perchè così facendo non scopriremo mai la fine del racconto di questa famiglia unita da un amore fortissimo, ma divisa da un segreto più grande di quel che provano. Questo libro è un viaggio fatto dal calore famigliare e confortante di una famiglia di cui ci si sente ormai appartenere e dalla curiosità , rabbia, gioia e sconcerto che si possono provare solamente facendone parte .Leggendo questo libro, il lettore dovrà soltanto mettersi  a sedere sulla poltrona accanto alla protagonista vicino al fuoco, e ascoltare la storia di una vita.

    Rating: 5
  78. Avatar
    Eva Villari dice:

    Questo romanzo è completamente distante da tutto ciò che normalmente cerco nei libri. 276 pagine di pura suspance. Ho amato il modo in cui l'autrice  mi ha tenuta sul filo del rasoio, accompagnandomi lungo tutta questa storia intrecciata e facendomela percorrere a piccoli passi. Mi sono ritrovata nel personaggio di Nine, che ha pressochè la mia età e un rapporto di alti e bassi con la madre, che la trasporterà nel passato con l'ausilio delle sole parole. Questo libro mi ha soddisfatta dall'inizio alla fine, nonostante fossero presenti varie descrizioni ( che solitamente non apprezzo) indispensabili però per capire a fondo il racconto. Trovo sorprendente che Anne-Laure Bondoux sia riuscita a scrivere di una sola notte (anche se con l'aiuto di molti flashback) senza risultare noiosa, anzi, donando intimità e leggereza al libro. Lo consiglio a chiunque, poichè è una lettura scorrevole e alla portata anche dei lettori meno forti, che però non va sottovalutata, poichè profonda e molto bella.
    Rating: 4
  79. Avatar
    Anna Borgianni dice:

    questo è stato il romanzo che più mi è piaciuto di tutti quelli che ho letto, non solo per libernauta, ma anche nell'ultimo periodo in generale.

    La trama inizialmente mi sembrava abbastanza lineare, ma nel corso del romanzo, anzi dopo poche pagine in realtà, ho capito che mi avrebbe riservato molte sorprese interessanti. È il tipo di trama che non ti lascia un secondo. Non riuscivo a smettere di leggerlo da quanto mi ha appassionato.

    Per di più, la cosa che davvero mi è piaciuta e mi ha colpita, è stato lo stile di scrittura della scrittrice. Solitamente non sono il tipo di lettrice che si accontenta di una scrittura buona, ma amo gli scrittori riconoscibili, che hanno uno stile tutto loro, che riconosci appena apri un libro, e questo romanzo mi è sembrato rispecchiare appieno tutte queste caratteristiche. 

    Questo romanzo mi è veramente rimasto nel cuore. Dopo che l'ho finito ho pensato alla trama per giorni, cercando qualcosa che non mi convincesse (qualcosa che solitamente trovo sempre), ma questa volta ho trovato ben poco. L'unica cosa che mi ha lasciata un po' delusa è stato il finale, perché speravo che la protagonista e i parenti si incontrassero, ma poi mi sono messa nei panni della scrittrice e ho pensato che anche io avrei fatto così, in quanto un incontro del genere sarebbe stato decisamente difficile da descrivere e da portare avanti.

    Ho amato davvero molto questo romanzo. 

    Rating: 5
  80. Avatar
    Roberta Agrillo dice:

    In questo libro ci sono due protagoniste, Nine un'adolescente francese e sua madre Titania Karelman. Questa storia racconta di quando la madre di Nine un giorno la porta via  con sè senza spiegazioni.Di quanto quella   sera  sarebbe stata importantissima per un adolescente come Nine, che invece di andare al ballo della scuola, fu portata dalla madre in una piccola capanna vicino  un lago e ad un bosco ma soprattutto lontano da tutti. Quella notte la madre le rivelò la vera storia della loro famiglia, smentendo tutto quello che credeva di sapere Nine. Questo libro mi ha catturata, mi ha rapita, mi piace come svela ad un adolescente la verità nascosta sulla vita della madre e sulla sua, abbattendo, in un colpo solo, tutte le sue sicurezze.

    Curiosa e interessante é anche la storia di Titania, che ci trasporta negli anni settanta- ottanta, immergendoci in un altro mondo, ma è interessante anche la promessa che fece ai suoi fratelli e alla madre, rotta quella stessa sera. Questa è una storia piena di colpi di scena, di mondi diversi che si intrecciano,  è la storia dell'accettazione della verità e di un cambiamento radicale, per questo 'ho trovato interessante e anche appassionante.

     

    Rating: 5
  81. Avatar
    Daniele Vasarelli dice:

    Uno dei più bei libri che ho letto, mi sono innamorato subito e non sono riuscito piu a smettere non voglio parlare del libro ma bensì quanto è appassionante. Lo consiglio a tutti sopra i 13 anni perché non tutti secondo me potrebbero capire il vero senso e il vero messaggio che vuole dare il libro

    Rating: 5
  82. Avatar
    Spartaco Randelli dice:

    Il libro che ho appena letto, l'alba sarà grandiosa, è un libro molto avvincente che ti trascina nella storia che stravolge la vita di una semplice ragazza adolescente. Il libro è scritto bene, in modo comprensibile e molto scorrevole che conferisce al racconto un ritmo veloce. Sinceramente nel libro ho trovato un racconto molto bello non solo perché scritto bene ma anche perché l'autore è stato bravo a organizzare tutta la storia che la madre ha raccontato alla figlia. Inoltre in questo libro viene affrontato il tema della famiglia molto bene dove la madre narra a sua figlia la sua vita che fino a quel momento non le l'aveva mai raccontata. È un libro molto bello per la storia ma anche per come è scritto perché ti travolge nell'atmosfera che solo pochi scrittori sanno fare.

  83. Avatar
    Alessandro Manzaroli dice:

    Attira subito, già dal titolo

    Questo libro l'ho scelto immediatamente, il titolo e la sua trama mi hanno colpito subito, il suo tema così intrigato e… pieno di suspance, ogni capitolo ti apre l'immenso portone della curiotà verso il successivo finchè non ti trovi ad aver già finito il libro.

    Consigliatissimo per gli amanti dei gialli e dei temi intirgati

    Rating: 4
  84. Avatar
    niccolo03 dice:

    Buon libro. Mi è piaciuto perché i personaggi sono dettagliati e particolari. La trama parla di tre generazioni attraverso molti salti temporali e di un sincero dialogo tra madre e figlia. 

    Rating: 4
  85. Avatar
    Giulio Rossi dice:

    "L'alba sarà grandiosa" è un avvincente saga familiare perfetta per gli amanti dei colpi di scena, perchè ne è veramente ricca. Tre generazioni di donne si incontrano in un lungo racconto. Lo splendido romanzo offre al lettore una panoramica sui rapporti umani e familiari, sulle difficoltà di crescere un figlio, o esserlo e subire le scelte dei genitori

    Rating: 3
  86. Avatar
    Francesca Marcucci dice:

    Il libro "L'alba sarà grandiosa" tratta la storia di una madre e una figlia in una notte infinita. In attesa dell'alba i segreti di una vita vengono piano piano liberati nella sua difficoltà. E' difficile dopo una vita di bugie, accettare la verità e perdonare. Nonostante tutto ciò, il rapporto fra le due generazioni si è rafforzato e l'anima della madre è diventata leggera come una piuma. La madre ha giocato il suo jolly, perchè non poteva calcolare il rischio di avere una verità imminente e si è dovuta mettere fra il bene e il male.

    A dire la verità, non ero convinta della scelta del libro e mi ero posta un pre-giudizio, che si è volatizzato nel sfogliar le pagine del libro. E' un romanzo d'attesa e d'avventura che spesso si dilunga fra misteri e paura, portandoti a confonderti. Viviamo in un mondo che divora il tempo e già domani è tardi. Gli adulti sono assenti da una vita frenetica, cancellando il valore del dialogo, che per gli adolescenti è insegnamento di vita.

    L'amore quanto ci fa pesare l'attimo di debolezza che si posa sulla persona sbagliata? 

    Rating: 3
  87. Avatar
    Giorgia Campolmi dice:

    Dopo l’incontro con i presentatori del progetto “Libernauta”, una selvaggia curiosità nel leggere questo libro si è animata in me. Sentivo di dover scoprire come sarebbe terminato il racconto, dopo aver ascoltato attentamente l’introduzione del presentatore, che mi ha lasciata in sospeso. Questi punti di sospensione sono stati finalmente trasformati in “due punti” quando ho avuto tra le mani il libro: “L’alba sarà grandiosa”. Una sola notte raccontata in 274 pagine, un’intera vita narrata in una sola notte; è questa la durata del racconto che Titania fa a sua figlia Nine, la quale dimostra di essere totalmente ignara della “vera Titania”.

    Leggendo pagina dopo pagina il mio entusiasmo e il mio piacere nella lettura hanno cominciato a diminuire pian piano, ed ho notato infatti che mentre per molti altri libri ogni momento era buono per sfogliare qualche pagina, per questo racconto non è stato affatto così.

    Molto probabilmente le mie aspettative erano talmente alle stelle da avermi illusa, ed al momento della lettura tutti i pensieri che si erano costruiti sul libro sono andati in fumo.

    Non riesco a spiegarmi se sia la storia in sé che non mi ha appassionata, o la tecnica narrativa scelta nel riportare i fatti. Nonostante questo mio dubbio, sento di ritenere l’intera storia fin troppo lenta, soprattutto a causa del continuo alternarsi del presente, il momento in cui la mamma narra la sua storia alla figlia, ed il passato, gli anni di giovinezza della donna.

    Non mi è chiaro neppure il finale, quando Nine, nel momento cruciale dell’intero racconto, scappa gettandosi nel lago, come per voler fuggire dalla realtà che era ormai venuta a galla.

    Mi sono infine chiesta: “Io, come avrei reagito?”. Premettendo che è estremamente difficile mettersi nei panni degli altri, la mia risposta a questa domanda è che io non sarei scappata, avrei lasciato che la mia curiosità mi guidasse verso due zii ed una nonna della quale non ero a conoscenza.

    Rating: 2
  88. Avatar
    niccolo.chimenti@icloud.com dice:

     

     

    L’alba sarà grandiosa è un romanzo che getta le sue radici sul tema della famiglia, in particolar modo il rapporto tra madre e figlia. Nel presente Nine e Titania, nonostante la prima sia furiosa con la madre per averle fatto saltare la festa del liceo al fine di farle scoprire la verità sulla sua famiglia, sono due donne molto legate tra di loro e sebbene ci possano essere dei piccoli conflitti, sanno ascoltarsi e venirsi incontro. Nine non conosce suo padre ma Titania ha sempre cercato di non farle mancare nulla ed è sempre stata presente per lei, l’unica colpa che ha, è averle nascosto una verità che merita di saper e ora sta rimediando al suo sbaglio.

    Ben diverso invece è stato il rapporto tra Titania e sua madre: una donna spesso troppo occupata con il lavoro e sempre alla ricerca di un nuovo compagno che potesse aiutarla a prendersi cura dei suoi figli e che la sostenesse nei momenti più difficili e che a causa delle continue relazioni amorose non permetteva alla figlia Titania e agli altri due gemelli di vivere in una dimora fissa con la conseguente impossibilità di creare amicizie stabili.

    Nel romanzo ci troviamo davanti a ben tre generazioni di donne che in alcuni aspetti si somigliano, mentre per altri differiscono totalmente, nonostante abbiano tutte e tre una grande dote comune: la capacità di amare e di mettere prima di ogni cosa il benessere delle persone a cui tengono, anche se questo può significare doverle abbandonare o dovergli mentire per molti anni.

     

    Rating: 4

    Rating: 4
  89. Avatar
    Sophia Pierro dice:

    "L'alba sarà grandiosa" è un libro intrigante che racconta come Nine, una ragazza di 16 anni, viene a sapere della vera storia sua e della sua famiglia, della quale ignorava l'esistenza. L'inizio non è dei migliori dato che la madre decide di stapparla a quella che si preannunciava essere la più bella serata della sua vita: il ballo del liceo. Dopo un viaggio apparentemente eterno mamma e figlia giungono a destinazione, un luogo assai orrendo agli occhi della ragazza, in quanto privo di comodità moderne e tecnologiche. Qui Nine scoprirà l'esistenza di due gemelli, suoi zii, e di Rose Aimè, la nonna evidentemente ancora in vita. Nel tempo passato dentro la vecchia abitazione della famiglia, Titania racconta a Nine la sua vera storia, così da prepararla all'incontro con i propri parenti, incontro che non avverrà.

    Il libro è intrigante, ma lungo e a tratti noioso, infatti ho trovato difficile finire il libro. Sono riuscita a rispecchiarmi nella protagonista soltanto nella prima parte, forse perchè e il punto del racconto più verosimile. 

     

    In conclusione non consiglio il libro in quanto per finirlo bisogna munirsi di tanta pazienza.

    Rating: 1
  90. Avatar
    Marco Borrelli dice:

     

    Il libro ha un inizio subito coinvolgente: infatti Nine, una ragazza di sedici anni, quella sera non potè partecipare alla festa del liceo di fine anno. Questo perché Titania, sua madre, decise diversamente. Dopo aver prelevato la figlia all'uscita di scuola, si diresse verso una destinazione sconosciuta, una capanna isolata sulla riva di un lago. Non sa bene che cosa l’attende, ma il lettore, o almeno così è valso per me, è subito invogliato a scoprire gli intenti della madre e la ragione per cui sta portando Nine in un posto desolato. Presto si scopre che la madre vuole raccontarle la storia della loro famiglia, in particolare della nonna materna e di quanto abbia influenzato la sua. Un romanzo davvero bello e interessante dal punto di vista della trama, dal momento che, come ho già precisato, riesce a spingere il lettore molto facilmente a progredire nella lettura del libro. Tramite il racconto della loro famiglia, che durerà per tutta la notte, si scopriranno tantissime cose rilevanti sul loro passato e, dal momento che l’apoteosi si raggiungerà al sorger del Sole, dopo la nottata in bianco, l’alba sarà davvero grandiosa, come suggerisce il titolo. Sono stato invogliato a leggere questo libro da una presentazione in classe da parte di un mio compagno e lo ringrazio, perché mi ha permesso di leggere davvero un bel libro.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Rating: 4
  91. Avatar
    Noa Pelosi dice:

    Titolo accattivante, il romanzo ha una storia avvincente e curiosa che ci spinge da subito a voler conoscere la fine, perché la successione degli eventi è davvero inaspettata. Oltre ad essere una storia interessante è anche colma di importanti valori e affetti, come quello  e l’amore e la famiglia, perché evince che nonostante le mille difficoltà con quest’ultima si può sempre risolvere ogni cosa. Ho apprezzato particolarmente la divisione del romanzo tra presente e passato perché in modo chiaro, ci evidenzia ogni singolo passaggio, e l’avvicendarsi degli eventi, ovvero come il racconto del passato possa influenzare il racconto del presente. È una lettura semplice e scorrevole, da consigliare agli amanti delle letture facili e veloci, inoltre è adatto a chi è in cerca di una vera storia, ricca di problemi, imprevisti e di soluzioni inaspettate. 

     

    Rating: 4
  92. Avatar
    martina ferrari dice:

     

     

    Il romanzo è bellissimo, pieno di suspance, mistero davvero scritto bene. mette a contronto due generazioni, quella della mamma e quella della figlia. All'inizio la figlia era arrabbiata per il torto subito dalla madre, ma dopo una nottata passata a parlare tutto il rancore è passato, l'amore fra mamma e figlia si rinforza e tutti i segreti svaniscono. lo consiglio agli appassionati dei romanzi, ma non solo.

    Rating: 5
  93. Avatar
    giorgiasaftei@gmail.com dice:

    L'alba sarà grandiosa è un libro che ci insegna prima di tutto il vero significato della parola fiducia. Nina è stata mentita per ben 16 anni dalla persona di cui ci si dovrebbe fidare in modo particolare, la propria madre. Migliaia di bugie dette e svelate poi in un'unica notte; una notte che sconvolge l'esistenza senza aspettarselo minimamente. Si tratta di un libro molto interessante, ricco di colpi di scena descritti nel migliore dei modi. 

    Rating: 5
  94. Avatar
    matigarf@gmail.com dice:

    L'alba sarà grandiosa è un romanzo che eregge le sue fondamenta sul tema della famiglia, che viene trattato dalla scrittrice con molta classe e singolarità. Anche se può sembrare banale, la frase che sto per scrive, è quello che penso realmente… è un libro fantastico. Una volta terminato ho ripensato alle perole di Nine, di sua madre e al messaggio che voleva far comprendere la scrittrice al lettore. Con questo romanzo la scrittrice voleva far dare al lettore uno sguardo verso il mondo che lo circonda ogni giorno, sul modo di relazionarsi tra  adulti e adolescenti, sui meccanismi della vita e della famiglia. 

    Rating: 5
  95. Avatar
    Alice Stefanelli dice:

    L’alba sarà grandiosa di Anne-Laure Bondoux
    Immaginatevi di avere sedici anni ed essere rapiti da vostra madre. E’ esattamente quello che è successo a Nine. Sua madre Titania nella sera del ballo scolastico ha rapito sua figlia per portarla in una capanna in mezzo al nulla nella quale gli svelerà la verità su suo padre e gli raconterà la storia della sua famiglia. Nine in una sola notte verrà a conoscenza di due zii ed una nonna (Octo, Orion e Rose-Aimèe).La trama del libro è molto complessa ma allo stesso tempo molto avvincente. Il libro è molto scorrevole e scritto in modo tale da permettere al lettore di immedesimarsi nei personaggi, molti sono i colpi di scena e pagina dopo pagina, noi come Nine siamo sempre più curiosi di scoprire la verità.

  96. Avatar
    Mai Hoa Granati dice:

    "L'alba sarà grandiosa" è un romanzo psicologico-realistico scritto dalla scrittrice Bondoux. Racconta di una nottata in cui la madre racconta alla protagonista della verità sulla sua famiglia. Il romanzo è scritto con un linguaggio semplice e diretto grazie un linguaggio facile. Durante tutta la storia, ci sono continui flashback e ritorni al presente che danno ritmo alla storia. È un libro ricco di emozioni, sentimenti, ribaltamenti di situazioni. Questa tipologia di racconto può essere considerato come modello per altri racconti, data la complessità  di argomenti che troviamo al suo interno.

  97. Avatar
    thomas bizzio dice:

    L’alba sarà grandiosa – Anne-Laure Bondoux

    Scritto nel 2017 da Anne, edizione san paolo nel 2018

     

                Nine è una ragazza di 16, che vive a Parigi. La scuola sta per finire e quella notte ci sarebbe stata una mega festa che Nine non avrebbe voluto perdere. Nine sarebbe dovuta uscire dalla piscina e andare a casa, ma sua madre, Titania, non prende la strada di casa ma prende l’autostrada. Nine arrabbiatissima è obbligata a perdere la sua festa. Titania la porta in un bosco, in una capannina che sembra abbandonata. Titania allora le racconta della sua infanzia, aveva sempre detto a sua figlia che i suoi genitori erano morti in un incidente stradale. Titania le dice di avere non uno, ma ben due fratelli, Octo ed Orion, Nine non aveva mai sentito quei nomi. Per non mancare, Titania le dice che i suoi genitori non sono mai morti in un incidente stradale, infatti le avrebbe raccontato di Rose- aimée, sua nonna. Nine sembra quasi aver dimenticato di quella mega festa che si era persa, era più concentrata su quei nomi che sua madre gli aveva detto. Comunque sia, l’alba sarà grandiosa.

                Anne-Laure Bondoux nasce nella regione parigina in Francia. Ha studiato lettere moderne ed ha anche ottenuto la laurea. Si interessa particolarmente per i bambini con disabilità, infatti ha scritto alcuni libri riguardanti la disabilità. Dopo la laurea ha lavorato in teatro ed ha anche scritto alcuni copioni. Nel 2000 ha abbandonato l’attività giornalistica (che era durata poco) e si è dedicata completamente i libri. I più importanti libri che ha scritto sono stati: “le lacrime dell’assassino”(2009), “la vita come viene”(2009), “figlio della fortuna”(2010). Da poco ha scritto “L’alba sarà grandiosa” e nel giro di 2 anni è stato tradotto in molte lingue.

                Il libro è di genere biografico ed avventuriero, in parte anche storico. Del libro, mi è piaciuta la formattazione: un capitolo nel presente ed uno nel passato. È un libro intrigante e interessante. Complessivamente al libro darei un voto di 8-, non ho dato di più perché comunque ci sono dei buchi nella trama e soprattutto il finale è praticamente inesistente. Ed infine, noterei lontano un miglio che il libro è stato scritto da una persona francese, per alcuni particolari e comportamenti dei personaggi. È un libro leggero, e questo è un pregio. Il libro mi è piaciuto ma non lo consiglierei ad un pubblico adulto, è un po’ infantile.

    Rating: 4
  98. Avatar
    Giada Pacini dice:

    “nuove conoscenze”

    Titania, madre di Nine, la sera della festa di fine anno, decide che è arrivato il momento di raccontare la reale storia della sua vita, partendo da sua madre, la nonna di Nine. Più di 30 anni di vita raccontati in una sola notte, nella casa segreta sul lago, aspettando la famiglia che Nine non sapeva di avere. L’umore di Nine cambia drasticamente durante tutto il racconto, inizialmente arrabbiata per non poter partecipare all’ evento della scuola, ma alla fine fremeva dalla voglia di fare domande e sapere la conclusione delle vicende. Una famiglia costretta a separarsi, legati da un segreto più grande di loro e dalla voglia di ritrovarsi. Nine è incredula davanti al pensiero che ,durante la sua vita, non abbia mai conosciuto ne la sua famiglia ne la vera storia di sua madre. E’ incredibile come non si finisca mai di conoscere una persona.

  99. Avatar
    Aeron Keanu dice:

    “L’alba sarà grandiosa ” è un romanzo pieno di mistero e suspense,non è un libro qualsiasi perché una volta che ho iniziato a leggerlo, ha un effetto che cattura e non rinuncia al lettore. Questa è la prima volta che leggo un libro di questo genere e mi è piaciuto molto, anche se la trama è molto complessa. La cosa più importante che ho imparato è che non ci sono segreti che il tempo non rivela.

     

    Rating: 5
  100. Avatar
    Maira Danisi dice:

    Questo libro mi ha fatto riflettere sull'importanza di una famiglia unita e di un rapporto tra madre e figlia che, secondo me, è una delle cose che ci segna più profondamente e che ci porteremo dentro di noi per sempre. Nine, la madre e la nonna hanno la stessa capacità di amare incodizionatamente le persone a cui tengono ed è una cosa che mi è piaciuta moltissimo. La storia è molto coinvolgente e ci si immedesima bene in ognuno dei personaggi.

    Rating: 3
  101. Avatar
    arianna@wilcox.it dice:

    Tralasciando il fatto che, illusa dall’introduzione offertami, avevo intensamente sperato che si trattasse di una storia riguardante creature umane con poteri speciali o magici segreti e avendo oramai già presupposto e pregustato l'occasione di aggiungere l’ennesimo libro alla mia sterminata collezione di adorati fantasy, questo libro è comunque riuscito a rapirmi con ogni sua singola parte. 

    Mentre le ruvide pagine scorrevano veloci sotto lo sfregarsi delle mie dita, contemporaneamente, in quella parte della testa che sta proprio dietro le mie pupille, riuscivo a veder scorrere e man mano svelarsi, come una pellicola di un film a colori pastello, il misterioso e coinvolgente racconto della particolare famiglia unita ma bisognosa di amore. Nonostante purtroppo si senta spesso parlare di eventi di donne e madri costrette a nascondersi o fuggire per diversi motivi, che riguardino il proprio partner o meno, leggere di uno di questi mi ha effettivamente sensibilizzato rendendomi come partecipe di questa storia alla fine rivelatasi con un che di speciale e magico, proprio secondo le mie, benché illusorie, aspettative iniziali, oltre che appassionatamente coinvolgente – tanto da credere durante dei momenti di inconscio sovrappensiero, passeggiando lungo navigli in gita a Milano, di trovarmi nel centro della Francia, intenta a cercare di riconoscere tra i passanti una bella donna bionda con tre bei bambini scorrazzanti al suo seguito.

     

    Rating: 5
  102. Avatar
    Elisa Messeri dice:

    Il romanzo “l’alba sarà grandiosa” di Anne Laure Bondoux narra la storia di Consolata, donna e madre che decide di raccontare la sua intera vita a sua figlia Nine in una sola notte. Questo romanzo tratta i temi della famiglia: riscoprire la propria origine. Nel racconto sono presenti ritorni al passato e al presente. Ho trovato il libro interessante in quanto tratta temi importanti della famiglia, il dover accettare la propria origine e il saperci convivere. Nel libro troviamo due generazioni a confronto, cosa che ha reso il libro ancora più avvincente e interessante

  103. Avatar
    Sofia Trallori dice:

    “Viaggio alla scoperta delle radici”

    L’alba sarà grandiosa è stato scritto da Anne-Laure Bondoux. Racconta la storia di Nine, una ragazza di sedici anni che durante una notte passata in bianco verrà a conoscenza del passato nascosto della sua famiglia. Un passato turbolento, quasi inverosimile che appassiona il lettore e lo tiene incollato al libro. La trama è complessa in quanto ci troviamo davanti ad una storia in una storia che però, grazie al modo di scrivere dell’autrice, semplice e chiaro, non rende il libro di difficile lettura ma anzi, incuriosisce il lettore e lo spinge a volerne sapere sempre di più.

     

  104. Avatar
    Matilde Pelucchini dice:

    Il libro mi è piaciuto; la storia che all' inizio mi era sembrata noiosa, si è trasformata poi in una voglia di scoprire come finiva il libro.

    Sono rimasta affascinata dai dettagli, che all' inizio quasi insignificanti, si sono trasformati in perfetti collegamenti che rendono la storia ancora più avvincente. 

    Il finale mi ha un po' deluso perché pensavo che Nine, alla fine di tutta la storia della sua famiglia, incontrasse i suoi parenti.

    Ma non si può avere tutto.

     

    Rating: 4
  105. Avatar
    Martina Nannucci dice:

    Avete mai provato una sensazione strana?Quella in cui senti che sta per succedere qualcosa di grande ma anche di misterioso?Nine prova tutto questo quando scopre il segreto di sua madre Titania e del passato oscuro che circonda la sua famiglia. Durante una notte buia,in una capanna su un lago, lontano dalla città,una madre e una figlia si confidano per la prima volta come mai avevano fatto, rafforzando il loro legame.

  106. Avatar
    alessia iglio dice:

    Nine non sa niente della sua famiglia, o meglio, di quella della madre.
    Nine non conosce le sue origini, eppure dopo una lunga notte trascorsa all'insegna delle confessioni in una casetta ignota in riva al lago, non sa più se vuole vederla, questa verità. Non sa più se tutte le domande che aveva in testa aveebbe fatto meglio a tenercele dentro.
    Consolata, Titania, mamma, quella bambina cresciuta da una donna che ha sempre vissuto in balia delle proprie emozioni, sentimenti, e che sempre a causa loro è dovuta fuggire da un amore che ormai amore non era più.
    Erano tre fratelli, due e mezzo di fatto e troppo pochi per tutto l'amore, la sofferenza e le difficoltà che hanno vissuto. Sin da piccoli portati da un posto ad un altro senza spiegazione, trovavano le valigie pronte, salivano sulla Panhard di Rose-Aimè e andavano via, senza risposte. Prede di un uomo che voleva solo vederli, conoscerli, lo stesso che non avrebbe mai più fatto del male alla donna che amava ma che poi lo ha fatto ancora, e ancora.
    Ormai erano quasi le otto, Titania era solo agli anni 2000, cioè mamma, sì, mancava troppo poco a quando li avrebbe conosciuti, Octo, Orio e sua nonna Rose-Aimé; ma Nine non era ancora pronta, e il telefono lì non prendeva.

    Rating: 4
  107. Avatar
    Mae dice:

    Un libro molto interessante, un racconto di sola una notte ma piena e piena di emozioni. Mi è piaciuta che sia stata scelta la notte e l'alba. Spesso la notte è il momento in cui le persone pensano, riflettono e immaginano. E l'alba è il momento in cui ti svegli dai tuoi pensieri della notte stessa. La storia è raccontata nella notte ed è finita all'alba con tanta verità. 

  108. Avatar
    Lorenzo Palmieri dice:

    Questo romanzo tratta i temi della famiglia e nel racconto sono presenti ritorni al passato e al presente, in quanto, la narratrice sta raccontando i la sua storia da un suo punto di vista.Ho trovato questo libro coinvolgente. per quanto tratta l'argomento dei rapporti in famiglia, il ritrovarsi bene e doversi accettare e dover accettare qualcosa che ti vada bene o no.Nel libro troviamo anche due generazioni a confronto, quella passata dove ti dovevi accontentare di tutto e quella presente dove hai una libera scelta riguardo tutto.Libro consigliato soprattutto ai ragazzini a cui piacciono le storie 

    Rating: 4
  109. Avatar
    vieri fossati dice:

    L'alba sarà grandiosa é un romanzo scritto da Anne-Laure Boundoux, scrittrice per giovani nata Francia. 

    Il libro é infatti, secondo me, adatto alla fascia di età a cui si dedica l'autrice e lo ho trovato davvero interessante. Il linguaggio semplice e ben organizzato, il ritmo e la scorrevolezza della storia, l'alternarsi dei momenti nella storia ecc… hanno fatto sì che questo bellissimo libro mi coinvolgesse pienamente. La considero infatti una storia essenziale ma allo stesso tempo intricata, sia lenta sia veloce, che suscita moltissime emozioni. É per questo che questo libro così avvincente mi ha affascinato e trascinato in quello che possiamo definire un modello per molti altri racconti.

    Rating: 5
  110. Avatar
    Kevin Buschmann dice:

    Tra poco sarà fine giugno, proprio come si dice nelle prime righe del romanzo e all’ora del tramonto, su un altopiano della Creuze, un’auto forse imboccherà il sentiero laterale del bosco, scendendo verso un lago. Quando questo succede, tra le pagine dell’ultimo libro di Anne-Laure Bondoux, nell’auto c’è la sedicenne Nine, arrabbiatissima con la madre alla guida: era proprio la sera del concerto di fine scuola, e ci sarebbero stati tutti, amici e compagni. Eppure la madre l’ha caricata in auto e adesso eccole in una casa di legno vicino a un lago, nascosta tra gli alberi, quasi invisibile. Anche se la ragazza non l’ho sa ancora, stanno andando incontro al tempo di un’attesa, alle ore che le porteranno verso l’arrivo degli ospiti. E cosa c’è di meglio nell’attesa che raccontare una storia? Quella però che Titania, scrittrice di successo, srotola sotto gli occhi della figlia non è qualunque, bensì la sua, di sua madre e dei due fratelli di cui chiunque la conosca ignora l’esistenza. Dopo tanti anni, è arrivata l’ora della verità e il tempo in cui tornare a essere se stessi, in cui si possono posare travestimenti che negli anni hanno protetto nuove vite. Titania Karelman in realtà ha un nome italiano, due fratelli gemelli, un padre italiano di cui si evocano i legami col terrorismo degli anni Settanta e una madre tanto forte da scombinare le carte del destino e assegnare nuovi nomi, modi e mondi ai figli pur di salvarli. Per il segreto taciuto, Titania Karelman continua a leggere con avidità le pagine degli annunci e si diverte a mettere in bocca la parola “capanna” a un personaggio di ogni libro che scrive.

    Bondoux costruisce un’epica famigliare dai toni quasi fantastici, dove ogni particolare è esatto nell’ingranaggio generale del racconto. Ne nasce un romanzo che segue, per certi versi, i toni del precedente Finche siamo vivi: una riflessione sulla vita, uno sguardo sulle persone e sul modo di relazionarsi, qui in particolare sul rapporto tra adulti e ragazzi, sui meccanismi della famiglia, sul crescere. Anche se c’è lo sguardo di Nine che, catturata dal racconto, diventa sempre più desiderosa di sapere la verità, il punto di vista è comunque quello di sua madre che non solo narra, ma nel narrare mette le proprie riflessioni e il proprio sguardo su se stessa bambina e adolescente. Pertanto, questo è un libro da lettori della scuola secondaria di secondo grado e da adulti che senza dubbio apprezzeranno la bellezza della scrittura e il suo dire la vita.

Lascia un commento