Libernauta è un progetto di promozione del libro e della lettura tra gli adolescenti  che si propone di valorizzare la letteratura contemporanea  e di porre a confronto i giovani adulti con i linguaggi e le problematiche del tempo, stimolandoli a leggere, scrivere, discutere di opere che trovano difficilmente spazio nella programmazione curricolare.

ll progetto, originariamente ideato da Scandicci Cultura, promosso dal Sistema Documentario Integrato Dell’Area Fiorentina (SDIAF), dal Comune di Firenze, dal Comune di Scandicci, dal Sistema Documentario del Mugello e della Montagna fiorentina (SDIMM) e coordinato dalla Biblioteca di Scandicci con il sostegno della Regione Toscana, propone una “lettura di piacere” di novità edite negli ultimi anni.  Un comitato scientifico seleziona 15 testi di recente pubblicazione, giudicati particolarmente indicati per questa fascia d’età (14/19 anni). I ragazzi possono recarsi in una delle  Biblioteche comunali dell’Area Metropolitana, prendere in prestito i libri dopo aver effettuato l’iscrizione al concorso direttamente dal sito di Libernauta.  Per partecipare è necessario leggere almeno 3 tra i titoli proposti e quindi farne una recensione direttamente via web. Le recensioni dovranno pervenire entro il 20 maggio 2020. A cavallo tra maggio e giugno si terrà la premiazione del concorso, in occasione della quale verranno organizzati anche una serie di eventi collaterali (incontri con gli autori, perfromances musicali e poetiche, readings)

Progetti Passati

Paola Zannoner

Vive a Firenze e, dopo aver iniziato come bibliotecaria e critico letterario, da oltre vent’anni pubblica con successo romanzi e racconti dedicati ai giovani. I suoi libri sono pubblicati da Giunti, Il Castoro, DeA Planeta, Mondadori e sono stati tradotti in oltre 25 paesi. Tra i bestseller: Voglio fare la scrittrice, La linea del traguardo, A piedi nudi, a cuore aperto, Il vento di Santiago (per citare alcuni tra i sessanta titoli all’attivo). Ha vinto il Premio Bancarellino e il Cento. Nel 2018 si aggiudica il Premio Strega ragazze e ragazzi con L’ultimo faro (DeA Planeta) su quale ha realizzato anche laboratori di scrittura nelle scuole superiori. È ideatrice storica di Libernauta, che segue fin dal suo inizio, nel 2000.

Oggi dice di questo concorso:
“Libernauta è un progetto di lettura in cui continuo a credere tantissimo. Personalmente insisto caparbiamente a pensare alla lettura come un’attività di condivisione, di partecipazione molto appagante, che incoraggia la conoscenza, amplia i propri orizzonti e vivifica la creatività. Proprio con l’ottica della lettura come esperienza piacevole per tutti gli studenti (pur di età diverse e impegnati in studi differenti) cerchiamo di proporre libri molto vari, dal romanzo alla graphic novel, dalla biografia al racconto alla poesia, valorizzando nuove voci, e storie che ci permettano di andare oltre a quel che succede nel giardino di casa nostra. Libernauta è molto semplice, nella sua essenza: liberi di leggere, liberi di offrire la propria opinione su libri e storie. Liberi di partecipare, di provare, di mettersi in gioco, di incuriosirsi, di vincere un concorso, uno dei pochissimi, in cui vincono i lettori”.

Matteo Biagi

Vive e lavora tra Firenze e l’Alto Mugello. Insegna nella scuola secondaria di I grado e si occupa di educazione alla lettura, tenendo corsi di formazione soprattutto rivolti ai docenti. È il coordinatore di qualcunoconcuicorrere.org, redattore di Libri Calzelunghe e collabora con alcuni premi letterari. Da quattro anni fa parte del comitato scientifico di selezione dei libri per il progetto Libernauta.

Fabio Geda

Fabio Geda è nato a Torino, dove vive. Si è occupato per anni di disagio minorile. Ha pubblicato diversi romanzi tra cui: Nel mare ci sono i coccodrilli (Baldini+Castoldi), Anime scalze (Einaudi) e la saga Berlin (Mondadori Ragazzi). E diversi reportage narrativi tra cui: Itadakimasu (Edt) e Il demonio ha paura della gente allegra (Solferino). È tradotto in più di trenta Paesi. È consulente del Salone del Libro di Torino e del Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

INFORMAZIONi

Il laboratorio consiste in un incontro di 2 ore che si ripeterà 3 volte in sedi diverse. Ogni incontro è rivolto a un numero massimo di 20 partecipanti. Per l’iscrizione, contattare il numero telefonico della sede scelta, entro e non oltre il venerdì 5 aprile.

Date, orari e sedi
Martedì 10 aprile ore 15:30-17:30 Biblioteca di Scandicci tel 055-7591860
Mercoledì 11 aprile ore 15:30-17:30 Biblioteca delle Oblate tel. 055-2616512
Giovedì 12 aprile ore 15:30-17:30 Biblioteca Luzi tel 055-669229

Libernauta è promosso da:

Con il pratrocinio di:

In collaborazione con:

Organizzato e realizzato da: